eventi

"Il Luogo Celeste in musica". Serata dedicata a Francesco Satolli a Campo della Fiera

giovedì 9 agosto 2018
"Il Luogo Celeste in musica". Serata dedicata a Francesco Satolli a Campo della Fiera

Dopo il successo della "Notte Bianca al Fanum Voltumnae" presso gli scavi archeologici, l’area di scavo di Campo della Fiera situata in località Tamburino, si apre nuovamente al pubblico, Giovedì 16 agosto alle ore 21 per la serata "Il Luogo Celeste in musica" dedicata a Francesco Satolli, il giovane archeologo e musicista orvietano scomparso prematuramente dieci anni fa, uno dei primi archeologi che hanno lavorato alle varie campagne di scavo a Campo della Fiera. Iniziativa inserita nell’ambito degli eventi promossi dal Comune in collaborazione con l’Associazione “Campo della Fiera – Onlus”, la Fondazione CRO e il PAAO / Parco Archeologico Ambientale dell’Orvietano per la festa della Madonna Assunta, Patrona di Orvieto.

Un appuntamento di memorie e suggestioni particolari in un luogo che, da 18 anni sotto la direzione della Prof.ssa Simonetta Stopponi, sta restituendo al territorio di Orvieto straordinarie notizie storiche, archeologiche e reperti importanti, gran parte di quali sono attualmente in esposizione, fino al 2 settembre prossimo, al Musèe National d’Histoire et d’Art a Lussemburgo nella mostra intitolata “Le Lieu Celeste. Le Sanctuaire Fédéral des Etrusques in Orvieto / Il Luogo Celeste. Gli Etruschi e i loro dei”.

Sono numerose anche le novità che stanno emergendo dall’ultima campagna di scavo 2018, che ha avuto avvio il 2 luglio scorso e che si concluderà il 25 agosto prossimo. Per quanto riguarda la fase medievale, sono state individuate molteplici sepolture in fossa relative al convento di San Pietro in vetera, mentre per il periodo di occupazione romana sono proseguite le indagini della domus e degli impianti termali, che hanno portato all’individuazione di nuovi ambienti riccamente decorati.

Ma è soprattutto la fase etrusca del santuario che continua a restituire le più importanti novità. Eccezionale il ritrovamento di un cratere attico a figure nere con una raffigurazione mitologica. Tra le strutture un nuovo grande edificio di epoca arcaica che si colloca a ridosso del già noto tempio C e altre poderose canalizzazioni nell’area del tempio B. In quest’ultimo settore è stata portata alla luce la terza fornace per la produzione di ceramiche, parte del complesso produttivo che venne edificato, nella seconda metà del III sec. a.C., sulle rovine dell’edificio sacro.

Per partecipare alla serata è obbligatoria la prenotazione: 337.1492208

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto

 

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità