eventi

Rocca Farnese apre le porte. Visita al borgo e tour delle isole del lago

martedì 24 luglio 2018
di Davide Pompei
Rocca Farnese apre le porte. Visita al borgo e tour delle isole del lago

Un'affascinante residenza estiva, oggi di proprietà privata, realizzata nel punto più alto del centro storico di Capodimonte da una delle più importanti casate nobiliari del territorio, che affonda le sue origini proprio in questo angolo di Tuscia. È la Rocca Farnese, il gioiello in pietra che giganteggia sul borgo laziale bagnato dal lago che negli ultimi anni ha restituito numerosi reperti archeologici, fra cui la piroga monossile attualmente conservata al Museo della Navigazione delle Acque Interne.

Da qui sabato 28 luglio – appuntamento alle 9.30 sul Lungolago Viale Regina Margherita, nei pressi del Molo e del Bar "Il Re del Gelato", dove sarà possibile lasciare l'auto in sosta – parte un'interessante passeggiata. La visita guidata al costo di 4 euro è affidata ad una garanzia come Anna Rita Properzi, guida turistica ed ambientale escursionistica associata Aigae.

"Nel castello a pianta quadrangolare – anticipa – nacque con molta probabilità nel 1475 Giulia la Bella, sorella di Alessandro Farnese che nel 1534 verrà eletto papa con il nome di Paolo III e che diventerà una delle figure politiche e diplomatiche più importanti del '500 europeo. Giulia, strumento nobile e delicato nelle mani della famiglia, sarà poi introdotta nella Corte di Rodrigo Borgia.

Tra i personaggi che hanno soggiornato nella Rocca, anche la figlia di quest'ultimo, Lucrezia Borgia, coetanea di Giulia. Visiteremo l'elegante cortile con il pozzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane, che costruì i contrafforti sugli otto angoli, i loggiati panoramici sul lato nord, nel cortile interno e i giardini pensili realizzati sui bastioni dell'antica fortezza medievale. Il giardino oltre ad avere uno scopo decorativo ed estetico, fu costruito anche come opera difensiva".

Lasciati alberi monumentali, siepi e aiuole con il disegno all'italiana, la passeggiata continua per i vicoli del borgo per ammirarne gli scorci più suggestivi e scoprire interessanti storie di personaggi che vi hanno vissuto. Alle 12.30, poi, partenza dal Molo con il battello alla volta dell'Isola Martana che, aspra e selvaggia, conserva i resti di una fortezza a cui è legata la leggenda di Amalasunta, figlia di Teodorico, Re dei Goti, fatta imprigionare e uccidere proprio qui dal cugino Teodato nel 535, e dell'Isola Bisentina, scelta dalla potente Casata dei Farnese come sacrario di famiglia con i suoi sette oratori, il Convento di San Giacomo e Cristoforo e i giardini.

La circumnavigazione sarà accompagnata dal racconto delle origini del Lago di Bolsena e dei numerosi segreti delle due bellissime porzioni di terra emersa completamente circondate dalle acque che hanno ospitato nei secoli personaggi noti. Arrivati all'Isola Bisentina, dove l'acqua è meno profonda, sarà possibile immergersi in una splendida piscina naturale. Il pranzo è al sacco, a bordo della motonave.

Il ritorno al Porto, dove concedersi un momento di relax, in riva al lago, sulla Spiaggia di Capodimonte, ombreggiata da platani secolari è previsto entro le 15. Il costo del battello è di 10 euro, ridotto a 9 per i gruppi, gratuito per bambini fino a 5 anni. Quello totale di 18 euro comprende il biglietto del battello (9 euro), gli ingressi (4 euro) e la visita guidata (5 euro).

Per ulteriori informazioni e prenotazioni (obbligatorie entro giovedì 26 luglio):
333.4912669 – annaritaproperzi@gmail.com 

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio