eventi

Alice ed Alba Rohrwacher a "Tuscia Film Fest". Si proietta "Lazzaro Felice"

martedì 10 luglio 2018
Alice ed Alba Rohrwacher a "Tuscia Film Fest". Si proietta "Lazzaro Felice"

Nuovo appuntamento con il cinema italiano premiato a Cannes, mercoledì 11 luglio al "Tuscia Film Fest" di Viterbo. Alice Rohrwacher e Adriano Tardiolo, rispettivamente regista e attore protagonista di "Lazzaro Felice" saranno nell'arena di Piazza San Lorenzo alle 21.15 per accompagnare la proiezione della pellicola. La prevendita dell'evento è disponibile sul sito www.tusciafilmfest.com e a Viterbo presso il Museo Colle del Duomo in piazza San Lorenzo (ogni giorno dalle ore 10 alle ore 19). La biglietteria dell'arena aprirà ogni giorno alle ore 19.15 in Piazza della Morte.

Vincitore della Palma d’Oro per la Migliore Sceneggiatura al Festival di Cannes 2018, Lazzaro felice narra dell’amicizia tra Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni talmente buono da sembrare ingenuo, e Tancredi, giovane come lui ma viziato dalla sua immaginazione. Un legame che nasce vero e attraverserà intatto il tempo superando le conseguenze distruttive della fine di un “Grande Inganno” nel bel mezzo di trame segrete e bugie. Fino a quando una serie di vicissitudini porterà Lazzaro a varcare le soglie della città per cercare il suo caro Tancredi. La regista definisce la storia come “una favola moderna che parla di un miracolo dimenticato, quello della bontà”.

Madre italiana, padre tedesco apicoltore e sorella di Alba, Alice Rohrwacher ha cominciato come montatrice e documentarista per poi intraprendere la carriera da regista nel 2011, con il film Corpo celeste grazie al quale vince il Nastro d’Argento come Miglior Regista esordiente. Ma è con Le Meraviglie (2014) che riceve la consacrazione italiana e internazionale, ottenendo oltre al Gran Prix della Giuria a Cannes, anche il Nastro d’Argento Speciale 2014. Nel 2018 ottiene la Palma d’Oro come Migliore Sceneggiatura al Festival di Cannes per Lazzaro Felice, protagonista del quale è il giovanissimo ed emergente Adriano Tardiolo.

Nel corso della serata interverrà Alba Rohrwacher vincitrice del premio Tuscia Terra di Cinema 2018 "Luigi Manganiello". L’attrice, dopo aver conseguito il diploma presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, debutta al cinema con il film di Carlo Mazzacurati, L'amore ritrovato (2004). Tra i film più noti, è interprete ne La solitudine dei numeri primi (2010) di Saverio Costanzo, Le meraviglie (2014) e Perfetti sconosciuti (2016) di Paolo Genovese. Artista straordinaria, ha vinto numerosi premi tra cui: due David di Donatello, un Nastro d'Argento e la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità