eventi

"Nessuno Escluso" alla Casa di Reclusione, nella Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

giovedì 16 novembre 2017
"Nessuno Escluso" alla Casa di Reclusione, nella Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

Il 25 novembre di ogni anno le Nazioni Unite, l'Italia e il mondo intero commemorano la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Nell'ambito delle iniziative volte a sensibilizzare le donne, ma sopratutto gli uomini su questo tema, la Direzione della Casa di Reclusione ICA di Orvieto ha accolto l'invito dell'Amministrazione Penitenziaria a coinvolgere la popolazione detenuta in una riflessione consapevole sul tema, mettendo in progamma lo spettacolo teatrale "Nessuno Escluso".

L'opera che andrà in scena sabato 25 novembre alle 16 nel Teatro della Casa di Reclusione di Orvieto e che vede la partecipazione di Iris Basilicata, Flaminia Lera, Alessia Materazzetti, Rossella Pazienza, Blas Roca Rey e Maurizio Sparano, è stata realizzata sotto la regia di Patrizia Spagnoli, della Compagnia degli Eletti, responsabile del Laboratorio Teatrale, con il coinvolgimento diretto dei detenuti che hanno collaborato alla stesura del testo, alla coreografia, alla scenografia, alla scelta delle musiche.

"Un salto - spiegano - nel mondo delle donne. Su come vivono la vita, l'amore e anche la violenza di cui spesso sono oggetto. Un invito a riflettere, a non rimanere indefferenti e intervenire di fronte al loro diritto di essere persone e non ogggetti. Una comunità solidale si crea sulla base della partecipazione. Da molti anni si pensa che il problema della devianza debba essere risolto facendo lievitare la coscienza collettiva non soltanto nei confronti di chi commette un reato o di chi lo subisce, ma verso una 'dimensione partecipata' della comunità.

E' questo il senso dello spettacolo. Non ricalca lo schema classo dello 'spettacolo di denuncia' ma insegue l'obiettivo di alimentare una presa di coscienza delle persone sul fatto che 'la questione femminile' è un problema di tutti, non solo delle donne. Le scene trattano con leggerezza temi forti come lo stupro, la violenza e l'indifferenza di chi assiste e decide di non intervenire. Siamo convinti che le persone possano cambiare superando la 'astensione' dalla vita e alimentando dentro di sé il 'piacere della contaminazione'.

Le donne dagli inizi degli anni '70 sono vissute come 'come fenomeno antagonista dell'universo maschile'. Si tratta di stereotipi difficili da modificare, perché le donne che lavorano, le donne che possono divorziare, le donne che possono abortire, le donne che possono vivere con tranquillità la propria omosessualità, rappresentano una rivoluzione culturale epocale. E, quindi, difficile da essere introiettata in soli quattro decenni.

Ma la via è questa. Superando gli sterili atteggiamenti compassionevoli, ma rivendicando il diritto di esistere. In una sola ottica: quella della comunità solidale, di una comunità in cui tutti siamo disponibili verso gli altri, ad affrontare i problemi e a tentare una conciliazione mediatrice tra il conflitto e l'identità. Questo deve valere per tutti. Nessuno escluso".

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio