eventi

"La cultura non si mette a(l) bando". Serata di festa, protesta e proposta al Mancinelli

mercoledì 21 giugno 2017
"La cultura non si mette a(l) bando". Serata di festa, protesta e proposta al Mancinelli

Le recenti scelte dell'Amministrazione Comunale (l'avvio delle procedure del bando di gara per l'affidamento della gestione del Teatro Mancinelli e la contestuale proroga della convenzione con l'Associazione TeMa fino al 31 agosto 2017) hanno messo la TeMa nell'impossibilità di continuare ad essere utile per la Città e di poter garantire il proseguimento delle attività (Stagione Teatrale, Umbria Jazz Winter…), con conseguente paralisi della gestione.

Tutto ciò rischia di disperdere il patrimonio umano, di conoscenza, di esperienza e di relazioni costruito dalla TeMa, che in 24 anni di lavoro ha creato un enorme valore sociale, culturale ed economico per Orvieto. Il Comune ha inoltre predisposto gare pubbliche per l'affidamento della gestione di altri asset (Torre del Moro, Palazzo dei Congressi, Scuola Comunale di Musica e Pozzo di San Patrizio) dando l'avvio ad un rischioso processo di esternalizzazione dei servizi e rinunciando così a consegnare alla Città unprogetto organico e strategico nel settore culturale e turistico.

Lunedì 26 giugno alle ore 21 al Teatro Mancinelli i dipendenti della TeMa affronteranno questa situazione nel corso di una serata di spettacolo e di riflessioni, di "protesta e proposta”. Obiettivo, mettere al centro dell'attenzione la cultura, che non può essere messa a(l)bando.

Sarà una serata di festa (ad ingresso libero) con la musica di Danilo Rea, della Filarmonica Luigi Mancinelli (che partirà alle ore 21 da Piazza della Repubblica), dei Maestri dell'Associazione Musicale "A. Casasole", del gruppo "Mamma li Turchi..." ed altri ospiti.

Sarà una serata di protesta: contro la scelta del Comune di mettere a bando asset fondamentali per lo sviluppo della Città - tra cui TeMa e Scuola Comunale di Musica "A.Casasole" - disconoscendone il valore e l'investimento sulle risorse umane e mettendo a rischio il patrimonio di esperienza e il lavoro di moltepersone.

Sarà una serata di proposta: i dipendenti e la struttura organizzativa della TeMa come supporto per reinternalizzare gli asset culturali e turistici e mettere in rete e a sistema tutte le realtà culturali della Città, per valorizzarle, promuoverle e renderle volano di sviluppo culturale, turistico ed economico.

Lo stato di agitazione dei dipendenti della TeMa continua. Come già anticipato dai rappresentanti del Sindacato USB nella conferenza indetta la settimana scorsa insieme ai lavoratori dell’Associazione, è necessario mettere in campo un’azione che coinvolga la Città informandola su ciò che sta accadendo al Teatro Mancinelli.

Chi desidera aderire alla serata può contattare il numero telefonico 338.9795570.

Lo Staff dell’Associazione TEMA - USB Federazione Unione Sindacale di Base

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità