eventi

"L'ospedale di S.Maria della Scala a Siena". Quinto incontro con Pietre Vive

venerdì 27 maggio 2016
"L'ospedale di S.Maria della Scala a Siena". Quinto incontro con Pietre Vive

Il quinto incontro formativo del corso "Accoglienza e Misericordia nella Diocesi di Orvieto-Todi", previsto per sabato 28 maggio, si riallaccia alla tematica del pellegrinaggio, affrontata nell'edizione 2015, vista però sotto gli aspetto religiosi e assistenziali che si riallaccia al sentimento della Misericordia. Protagonista assoluto, l'Ospedale di Santa Maria della Scala di Siena, la sua storia, la sua organizzazione e la sua missione nei secoli.

Il prof. Fabio Gabbrielli ed il prof. Michele Pellegrini, a partire dalle ore 9.00, presso la Sala Pieri del palazzo Episcopale di Orvieto faranno conoscere approfonditamente e dettagliatamente uno dei più antichi ospedali, uno dei primi xenodoci, sorto sulla via Francigena, fondato per volontà di un semplice ed umile cittadino e gestito poi dai canonici del Duomo di Siena. Fin dalle origini è stato un importante centro di assistenza per i malati, per i poveri, per i bambini abbandonati oltre ad essere stato semplicemente un luogo di accoglienza per i pellegrini, situato sullo storico asse viario che durante il medioevo collegava le maggiori città con Roma, la capitale della cristianità.

La comunità cristiana ha avvertito da sempre il desiderio ed il dovere di tendere la mano a chi soffre. L'ospedale, infatti è stato considerato da sempre un “luogo sacro” in cui si sperimenta la fragilità umana, sostenuta però dalle potenzialità della scienza, dalla forza dello Spirito Santo e soprattutto dalla Misericordia.

"Nel vangelo di Matteo - affermano dall'associazione - si legge 'quello che avete fatto al più piccolo dei miei fratelli, lo avete fatto a me', quindi nel volto di ogni malato possiamo dire che ci sia il volto di Cristo che con il sacrificio della sua vita ha redento la sofferenza umana facendone mezzo di salvezza. Possiamo dire che la forza della Misericordia dona un amore che risana offrendo nuove speranze. Papa Paolo VI diceva infatti che “la fede è la sola verità capace di rispondere al mistero della sofferenza portando sollievo".

Prof. Fabio Gabbrielli
Laureato in Lettere presso l'Università di Siena con tesi in storia dell’architettura, nel 1997 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in "Storia dell'architettura e dell'Urbanistica" presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Dal 2004 al 2015 è stato Ricercatore e professore aggregato e dal 2016 è professore associato  presso l’Università di Siena dove insegna “Storia dell’architettura”. Ha insegnato “Architettura medievale” al Master Europeo in “Storia dell’Architettura” presso l’Università degli Studi Roma Tre. Dall’anno 2007 all’anno 2012 è stato Direttore del “Centro interdipartimentale per lo studio dell’ospedale di Santa Maria della Scala”, centro di ricerca dell’Università di Siena. Fa parte della redazione della rivista “Archeologia dell'architettura” e del Collegio dei docenti della Scuola di Dottorato in “Beni culturali e storia medievale”.

Prof. Michele Pellerini
Nato a Jesi nel 1971, laureato in Storia nel 1997 presso l'Università di Siena, ha completato la sua formazione presso il Dottorato di ricerca in Storia della Chiesa medievale e dei movimenti ereticali (Università di Padova). Dal 2000 al 2008 ha svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di Storia dell'Università di Siena prima come borsista poi come assegnista. E' autore di numerosi saggi di storia religiosa e sociale, e di alcune monografie. Fa parte della redazione della rivista "Quaderni di Storia religiosa".

Commenta su Facebook