eventi

Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "L'assassino e il suo doppio"

mercoledì 22 ottobre 2014
Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "L'assassino e il suo doppio"

Per "Teatri in movimento", l’Officina culturale della Regione Lazio "I porti della Teverina", propone domenica 26 ottobre alle ore 18,00 al Teatro dei Calanchi di Lubriano, il nuovo spettacolo della Compagnia Frosinone Teatro, ispirato a "Il Giudice e il suo Boia" di Friedrich Durrenmatt, "L'assassino e il suo doppio", adattamento e regia di Augusto Zucchi.

Il genere è il “noir”, che Durrenmatt prima e Zucchi dopo, hanno trasformato in un gioco teatrale pieno di rimandi e di riflessioni, senza tuttavia rinunciare a nessuno degli elementi del genere poliziesco. Il gioco crudele del gatto con il topo, che è il tema peculiare di questa vicenda, allude a quel rapporto d’inscindibilità fra vittima e carnefice che rappresenta il motivo costante dell’autore Svizzero. Uno dei temi del lavoro è il concetto di giustizia. E’ possibile punire un uomo per un crimine che non ha commesso, solo per ottenere giustizia rispetto a un delitto passato?

Il tema è affrontato in modo filosofico, lasciando agire il commissario Bärlach, molto malato e ormai prossimo alla fine dei suoi giorni, interpretato magistralmente da Augusto Zucchi, secondo la propria concezione di giustizia. Egli si assumerà la responsabilità di giudicare davvero scegliendo tra molti il boia a cui affidare l’esecuzione della propria sentenza. Il lavoro di adattamento riduce il numero dei personaggi a quattro, moltiplicando ulteriormente, in questo modo, il gioco degli specchi e delle tante facce di una stessa medagli. In scena anche Fabrizio Vona nei panni del boia, Fabrizio Bordignon, nel doppio ruolo del Criminale Gastmann e dell’avvocato di se stesso ed Eleonora Tiberia nel ruolo della segretaria del Commissario, una sorta di badante e confidente.

Lo spettacolo essenziale e scandito con un ritmo incalzante alla maniera del racconto Giallo, si avvale di musiche che rimandano alla letteratura cinematografica del genere. Uno spettacolo di grande energia e grandi emozioni, che tiene il pubblico con il fiato sospeso.

Com’è consuetudine del Teatro dei Calanchi, la serata si chiuderà con un buon bicchiere di vino chiacchierando con gli interpreti.

Ingresso interno € 10, ridotto 8. Info: 348 0306158 - 3471103270.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire