editoriale

A vergognarsi dovrebbero essere gli esponenti di An

martedì 16 dicembre 2003
di Bruno Materazzo

E per primi il rispetto per quei soldati e per tutti i loro familiari dovrebbe averlo Alleanza Nazionale.
Per scopi solo politico - elettoralistici stanno speculando su una tragedia che ha colpito tutti gli italiani e che tutti indistintamente hanno condannato. Che poi la loro missione sia una missione di pace o di guerra questo rientra nella valutazione personale di ognuno di noi.

Ho detto in Consiglio Comunale che i soldati italiani impegnati in missioni umanitarie e di pace nel mondo non sono un patrimonio né di Alleanza Nazionale, né dei Democratici di Sinistra, né di altri partiti. Sono un patrimonio dell'Italia come Patria e di noi italiani tutti.
Vergogna dovrebbero provarla quelli di Alleanza Nazionale per il modo in cui cavalcano questa tragedia e ci speculano strumentalmente solo per qualche voto in più.
Avremmo dovuto piantare foreste per commemorare coloro che sono morti in missione e per missione intendo tutti i morti sul lavoro (che pochi vogliono ricordare), tutti i morti per la mala sanità, i morti per  il disagio sociale, i morti per indigenza.
Ricordiamoli adesso con il rispetto che si deve avere nei confronti di chi ha pagato con la vita una scelta che per loro si è dimostrata fatale.

Io personalmente non provo vergogna, perché non è un albero che mi assolve dagli errori e dalle debolezze della nostra politica estera; provo solo tanto dolore per le mogli, i figli, i genitori dei caduti, un dolore mio personale che non voglio condividere con nessuno.
Vergogna provatela voi di AN che non trovate di meglio che speculare su quei poveri soldati.

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 gennaio