editoriale

Il fattore B nella politica orvietana

domenica 14 settembre 2003
di Fausto Cerulli

Bi come belillo, come barberani, come buconi. E parretti si farà chiamare barretti per essere in bi. Dopo qualche tempo di distruzione torno a leggere le vicende della politica orvietana con occhio più curioso e voglioso di NON capire. Vorrei dire del comunicato di forzaitaliasulle candidature per le prossime amministrative. E dico subito, con Giulio Montanucci,che gira gira ci ritocca morire democristiani. Un pezzo di moroteo attaccato ad un pezzo di andreotteo de mitiano; la prosa del dire e non dire, del far finta di stare alla finestra per rubare la minestra dal piatto del vicino distratto.

I forzaitalioti novelli vetusti diccìci mandano a dire che loro sceglieranno il candidato che decideranno di scegliere, e chelo sceglieranno autonomamente secondo le direttive di Marcello Dell’Utri, detto ancheil bibliotecario di dio silvio.

Per chi non lo sapesse, il Dell’Utri, che colleziona libri rari e processi per concorso esterno ad associazione a delinquere di stampo mafioso ( che vuoldire che- secondo qualche giudice ovviamente farneticante ed ovviamente brigatistarosso in pectore- il Marcello che bello non porta la coppola perché non gli sta benecon il doppiopetto) ha messo su due circoli culturali di quelli che fanno quadrare ilcircolo della cultura passando per il circolo della politica ( ha messo su la quadracome direbbe il Bossi della Crusca) e a capo tavola dei due circoli che sono ancheristoranti  ha messo due avvocati, uno ad orvieto e un altro a terni. Della serie

che i guai non finiscono mai. 

E i colleghi Burreni e Borcella, tanto per restare alla bi non me ne vogliano perché sanno che li stimo e siamo amici e la mia è solo invidiaperché come avvocato non riesco a tirar fuori un ragno da un buco anche se tiro fuoriqualche detenuto di quelli poveri dalla galera, e perché come politico mi hanno semprechiamato quando c’era da portar voti a qualche papavero di passaggio e passeggioe mi sentivo tanto il gregario che porta l’acqua e muore di sete.

Mentre loro, trabanche e banchi non sanno che scegliere. Cavolo, ho divagato. O  forse no.  Comunque torno alle tre bi di cui dicevo all’inizio: Barberani che è in forza come forza di sfondamento a fozaitalia non ha chiuso la porta ad una candidatura Parretti for sindaco: meglio parretti che rossi, come diceva il Duce, ma invece di Parretti il Nostro diceva meglio che morti cheecc. Parretti, da parte sua, sembra che abbia già in tasca la lista dei nuovi assessoried uno, secondo il Leone della nouvelle politique alla Credit Lyonnaise, potrebbe essereConticelli che per esser verde di rabbia e di politica, potrebbe pure accettare.

A sinistra, sinistra si fa per dire, la Belillo che chi cavolo la conosce, spara a zero contro la giuntadi sinistra e guarda caso usa ed abusa gli stessi argomenti di Barberani, della serieche bisogna cambiare e che Cimicchi qua e Carpinelli là e mo’ hanno rotto.

Che è, come si vede un finissimo ragionare di politica ad alto lavello. Ora io nonvoglio neppure pensare che la Belillo sia disposta a sdoganare Parretti for sindaco,che lei ci vorrebbe uno del suo Partito che è l’unico che si chiama comunista cosìi comunisti imparano ad essere comunisti.

Quello che mi preoccupa è Buconi, conil quale polemizzo senza neppure conoscerlo ché io del cossuttismo locale conoscosolo Mariuccio Mari. Dunque il Buconi, a quanto leggo tra le righe delle sue righe,non vedrebbe di cattivo occhio una sorta di alleanza con forzaitalia all’insegnadi via la sinistra corrotta e corrompiamo un poco anche noi.

E prende il discorsoalla larga e se lo mena con la fantacandidatura di Rodotà. Che secondo me di fareil sindaco di Orvieto non gliene può fregare di meno, anche se la domenica loincontri da Montanucci e ha messo su casa a Colonnetta vicino alla casa di Flavio che è il fratello di Pier Luigi che è il cervello di Aenne e sono amici miei e questo magari noninteressa a nessuno, ma era per dire che a Colonnetta non ci sta solo Rodotà.

Buconi, da politico navigato, si è detto qui gatta rodotà ci cova ed ha scritto unarticolo in cui pretende chiarimenti immediati da Cimicchi & Co, e li pretendea nome delle folle che votano per il suo Partito patito in quel d’Orvieto.

Fin quitutto rientrerebbe nella normale dialettica interna alle componenti della sinistrache ci sia ciascun lo dice cosa sia nessun lo sa. Ma si spinge più in là e seguendoIl solco segnato dalla Berillo, che chi cavoloo la vuole conoscere, rilancia il messaggio del

repulisti. Un messaggio che, tradotto in politica, è diretto a nuora Cimicchi perché suocera Barberani intenda. Ditemi voi come fanno Buconi e Mari a cambiare la nomenclatura del Palazzo comunale se non alleandosi con il  Barberanesimo ( quod non fecerunt barbarifecerunt barberani, se mi si passa la citazione latina che fa tanto fico). E allora il cerchio si chiude, e la quadra bossiana è fatta.

Ci troviamo di fronte a due giganti che siscontrano nella fantasia degli altri, il Parretti ed il Rodotà. E mi perdoni l’ex Presidente dei Comunisti Italiani al tempo del Partito comunista quello vero se gli dico che è gigantealla pari di Parretti: ognuno giganteggia nel suo campo, Rodotà nella Privacy e Parretti nel Chiasso all’americana.

Poi, quando sarà il momento di mettere le carte scoperte sultavolo delle elezioni verranno fuori i soliti nomi. Ma non sarà la solita storia. Perchégrazie a Buconi e alla Belillo che non so chi è e non mi frega un altro cazzo di saperlo,assisteremo ad una spaccatura verticale ed orizzontale e diagonale della sinistra.

Con i cossuttiani guidati da Buconi  che cercheranno di fare il compromessostolido con forzaitalia e con la gente come me che, per non vedere uno di destrache si affaccia al balcone di Piazza di Sant’andrea, sarà costretto a votare qualche nome illustre ed industre della sinistra di lotta per la pelle.  Va a finire che scendo in campoanche io.

Quattro voti di casa li dovrei prendere di sicuro. E sarebbero addirittura cinque se io potessi dare il mio voto a me, ma io voto a Roma…

 


Questa notizia è correlata a:

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 novembre

Ferdinando Frignani, Nando per gli amici. 1941-2016

L'Orvieto Fc impatta per 2-2 nel ritorno di Coppa Italia regionale contro la Gadtch

"Raccontando Viterbo tra lavatoi e fontane nei luoghi delle donne"

Olimpieri (IeT): "Germani torna a privatizzare i servizi pubblici"

Scompare il bambino affidato ai Servizi Sociali del Comune. Ricerche in corso

"Per un'Italia più semplice, cambiare Sì può". Incontro al Palazzo dei Sette

Unione Orvietana Rugby. Piccoli campioni, grandi risultatati sul campo

Immigrazione, al via l'iscrizione ai corsi gratuiti di lingua e formazione civica italiana

Al Mancinelli Francesca Reggiani svela "Tutto quello che le donne (non) dicono"

La lettura in età prescolare, l'Umbria tra le sette regioni italiane inserite nel progetto pilota nazionale

Nella linfa

Non voglio pensare al viaggio

Pucciarini (Cpo): "Bene l'approvazione della legge, così si combatte anche violenza contro le donne”

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, le azioni messe in campo dal Comune

Stadio Muzi, sì al progetto per la sistemazione dell'edificio spogliatoio del nuovo campo da calcio

Complanare, disco verde al progetto esecutivo per la realizzazione delle opere di completamento

Sisma, possibilità per chi alloggia in albergo di richiedere avvicinamento in strutture più prossime ai luoghi di residenza

Al Vecchio Frantoio Bartolomei, "L'olio è femmina"

Anas, riaperta la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre tra Spoleto e Norcia

Fisar Orvieto, consegna degli attestati di secondo livello e cena degli auguri di Natale

A gennaio Norcia avrà una nuova scuola elementare grazie a Coop

Chioccia & Tsarkova volano a New York, art exhibition a "The Jazz Gallery"

Maurizio Filippi si aggiudica il titolo di miglior sommelier d'Italia

Meteo

venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 9.8ºC 99% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.4ºC 94% foschia direzione vento
15:00 14.4ºC 71% buona direzione vento
21:00 11.6ºC 98% foschia direzione vento
domenica 26 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.7ºC 86% buona direzione vento
15:00 5.4ºC 72% buona direzione vento
21:00 1.3ºC 86% buona direzione vento
lunedì 27 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.7ºC 60% buona direzione vento
15:00 5.7ºC 55% buona direzione vento
21:00 -1.0ºC 69% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni