editoriale

Come si diventa brigatisti a mezzo stampa

venerdì 19 luglio 2002
di Fausto Cerulli
Di come si diventa brigatisti a mezzo stampa ( che, in confronto, Kafka scriveva favole per bambini scemi). Una mattina l’avvocato C., il quale ha l’abitudine insana di cominciar male la giornata sfogliando i giornali, viene attirato da una notizia in prima pagina su un quotidiano pi libero degli altri.

Si parla di una telefonata tra due brigatisti, intercettata dalla Digos, in cui uno dei due spiega all’altro come e qualmente abbia una talpa in Procura, in quel di Roma, e quella talpa un pm di punta del pool antiterrorismo. La notizia, per s, non sarebbe del tutto eccezionale: ma il nostro avvocato, leggendo le parole intercettate, si accorge che appartengono a lui, e che l’interlocutore un suo cliente. Si stropiccia gli occhi e legge ancora: il bravo giornalista non ha dubbi, uno dei brigatisti, quello che dice di chiamarsi Fausto, per certo un brigatista molto noto, Fausto Marini.

Il giorno stesso il pm di che trattasi querela il quotidiano di che trattasi, e fa presente che uno dei brigatisti telefonici proprio l’avvocato C., impegnato in una conversazione pi che lecita con un suo cliente. A questo punto L’avvocato C. si mette l’anima in pace: tutto chiaro. Resta il mistero della intercettazione, ma oggi, con buona pace di Rodot, siamo tutti costantemente intercettati.

Ma il giorno dopo il quotidiano insiste: va bene, abbiamo sbagliato, non era Fausto Marini, ma l’avvocato C. E dunque secondo una logica kafkiana, l’avvocato C. diventa un avvocato brigatista, che conosce i segreti del Palazzo e li usa per preparare qualche sfracello. L’avvocato C. comincia a impensierirsi. Telefona al quotidiano, minaccia querele, chiede spiegazioni. La spiegazione arriva il giorno dopo, e che spiegazione… Il nostro quotidiano pubblica un’intervista ad un tale che si professa comunista, e che dice di sapere che l’avvocato C., con quella telefonata intercettata, aveva dato l’ordine di far scoppiare una bomba nei dintorni del Viminale. Sciocchezzuole….Il titolo dell’articolo eloquente.

“ L’avvocato Fausto parla al telefono……ed a Roma scoppiano le bombe”. Notate la finezza dei puntini sospensivi, sospensivi ed ammiccanti. A questo punto entra in ballo il professor avvocato Taormina, detto il prezzemolo, il quale chiede la radiazione dell’avvocato C. dall’ordine degli Avvocati, ed un processo per direttissima al piemme menzionato nella intercettazione.

A questo punto l’avvocato C. decide di incazzarsi leggermente; chiede ed ottiene di poter parlare a Radio Radicale, d del pennivendolo al giornalista dello sccop, d del furfante al “ comunista “intervistato, e chiede al professor Taormina di occuparsi di mafia, che il suo ramo dorato.

A questo punto uno si aspetterebbe che il quotidiano chiedesse scusa, ammettesse di aver preso un abbaglio: ma purtroppo gli imbecilli sono Anche testardi. E dunque insiste, anche se sempre pi fievolmente. E l’avvocato C. pensa che tutto sia finito. Nada de nada. Un sabato mattina, verso le !2, riceve una telefonata sul cellulare: entro le 15 deve essere alla Procura di Roma. Parola d’ispettore della Digos. L’avvocato C. sa che una convocazione cos fatta vale come un due a briscola. Ma decide di andare lo stesso, per chiarire una volta per tutte.

I corridoi della Procura di Roma, in un sabato pomeriggio afoso, sono ovviamente deserti,e l’avvocato C. viene notato da due carabinieri; i quali, ovviamente, gli saltano addosso e gli chiedono i documenti e vogliono sapere che ci fa, a quell’ora, in Procura. L’avvocato C. spiega che stato convocato, ma loro non ci credono, e lo prendono sottobraccio e lo accompagnano all’ufficio del Procuratore Capo. Per fortuna una segretaria che conosce l’avvocato C. chiarisce tutto. E l’avvocato C. pu essere interrogato. Per due ore, ed luglio ed sabato, e l’aria condizionata non funziona.

Il resto segreto istruttorio, e l’avvocato C. pensa di rispettare quel segreto. Il Professor Taormina, visto che avvocato e professore e prezzemolo, non ha segreti. E scrive, sempre su quel quotidiano pi libero degli altri, che l’avvocato C. stato sottoposto ad uno stringente interrogatorio: e lascia intendere che non stato ammanettato solo perch conosce qualche giudice compagno di merende brigatiste.

Il seguito alla prossima sparata. Giornalistica. Alla prossima bomba. A mezzo stampa.

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 marzo

Semaforo mobile blocca il traffico sul Ponte dell'adunata

Comprensorio e Intercomunale del Pd pronti per le Regionali, ampio consenso su Galanello

Coppia di Ficulle vittima della truffa della casa di legno, i carabinieri denunciano due messinesi

La Conferenza permanente delle Donne Democratiche di Orvieto elegge portavoce Alice Leonardi

Il clero della diocesi di Orvieto-Todi in ritiro spirituale a Spagliagrano

Zambelli Orvieto: sarà una Coppa Italia di grande attrattiva

Un logo per Civita di Bagnoregio. Via al concorso di idee per realizzarlo

Polemica rientrata, la sala piccoli interventi dell'ospedale è operativa

Le iniziative a cura del Centro di Documentazione Popolare di Orvieto

Il Lions Club vicino al Gruppo Fai di Orvieto per le Giornate di Primavera

Rupe di Sugano. Entro fine estate, via agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Nuova data per la tappa di Orvieto del tour "In strada con sicurezza"

Sacripanti (FdI-An): "Affidare quanto prima il Centro Congressi a soggetti esterni competenti"

Royale Confrerie Prestige des Sacres. Serata di beneficenza per sostenere la lotta contro il cancro

Sul palco di "Amateatro" è la volta di "Come d'Autunno"

La Farsiccia di Archeofood pronta a conquistare il San Giovanni di Orvieto

A Camorena le celebrazioni in ricordo del sacrificio dei Sette Martiri orvietani

"SNS Meeting" al Palazzo dei Congressi. Attività svolta e programmi di gestione e di sviluppo

Verso la candidatura del merletto italiano come patrimonio immateriale dell'Unesco

Cerimonia delle Candele e due nuovi ingressi per la Fidapa di Orvieto

Centrale a biomasse. Ancora un contributo per capire meglio

Perché aderire all’associazione Libera. Anche in Umbria occorre impegnarsi contro le mafie

Buoni frutti dall'impegno politico di Emily Umbria: molte le socie elette. Nell'immediato un'iniziativa politica il 7 aprile e la piena attuazione sul lavoro dei diritti per le pari opportunità

Settimana della Cultura: '...che il buon Dio ci faccia ritornare a casa sani e salvi e vincitori'. Lettere e cartoline di soldati della I guerra mondiale. All'Archivio di stato di Orvieto fino al 30 aprile

Settimana della Cultura: 25-31 marzo 2008. Domenica 30 Marzo visite guidate presso i tre Antiquarium Comunali di Baschi, Lugnano in Teverina e Tenaglie

Un voto a sinistra per una scelta di parte. Mercoledì 26 marzo incontro-dibattito con il candidato al Senato Giuseppe Ricci: ore 21 a Palazzo dei Sette

La valorizzazione della Tuscia passa per il Casello autostradale Nord. Soddisfazione di Assocommercio per il comune impegno dei Comitati dell'aeroporto di Viterbo e del Casello Nord

La Nuova Biblioteca Luigi Fumi si arricchisce della donazione Giuseppe Gadda Conti

Il Dottor Terrezza confermato direttore sanitario alla Divina Provvidenza di Ficulle. 600 firme a suo sostegno

Protestano i lavoratori dell'autogrill di Fabro chiuso per inagibilità. Summit in Prefettura per trovare una celere soluzione

Confagricoltura Orvieto chiede coinvolgimento e trasparenza sulla centrale a biomassa

Giovedì 27 marzo a Orvieto incontro alle 21 con Giampiero Bocci e Carlo Emanuele Trappolino. Altri incontri a Viceno, Castelgiorgio, Porano