economia

Agricoltura, settore vitale. Nel 2018 esportazioni per 78,5 milioni di euro

venerdì 5 luglio 2019
Agricoltura, settore vitale. Nel 2018 esportazioni per 78,5 milioni di euro

Nel 2017 le 3478 imprese agricole attive nella provincia di Terni hanno raggiunto una produzione lorda vendibile di circa 179 milioni di euro, pari al 22,5% del totale regionale, dando occupazione a 2950 lavoratori dipendenti. Il dato emerge dal rapporto curato da Massimiliano D’Alessio per la Fondazione Metes, l’istituto di ricerca e formazione della FLAI CGIL nazionale, che, come annunciato, è stato presentato giovedì 4 luglio nella Sala del Teatro del Carmine nel corso dell’iniziativa promossa dalla Flai Cgil dell’Umbria dal titolo "Orvieto, tra agricoltura e aree interne” che ha visto confrontarsi rappresentanti del sindacato, tra cui la segretaria della Flai Cgil nazionale Tina Balì e rappresentanti istituzionali, del mondo delle imprese agricole e della cooperazione. 

Dallo studio e dall’incontro è emerso come l’agricoltura a livello provinciale faccia registrare performance economiche importanti, confermate anche dai positivi risultati in termini di valore delle esportazioni agroalimentari, che nella provincia di Terni nel 2018 hanno raggiunto i 78,5 milioni di euro di valore. Nonostante le criticità strutturali (ridotte superficie medie aziendali, problemi di ricambio generazionale dei capoazienda e spinta frammentazione dei rapporti di lavoro dipendente) l’agricoltura ternana manifesta infatti una buona vitalità, testimoniata dai positivi risultati dell’esportazioni che raggiungono anche importanti paesi emergenti (Turchia, Russia e Cina), dalla diffusione dell’agricoltura biologica, dei prodotti a marchio comunitario e delle attività agrituristiche.

"Si tratta di risultati positivi che potrebbero essere ulteriormente migliorati se venissero colte le occasioni offerte dalla diffusione delle innovazioni della agricoltura 4.0 - hanno osservato i rappresentanti della Flai Cgil - In questo senso sarà fondamentale il contributo derivante dal PSR e dalla SNAI (strategia nazionale aree interne), strumenti fondamentali per lo sviluppo del settore agricolo provinciale”. Dalla tavola rotonda di Orvieto è inoltre emersa la proposta, accolta positivamente da tutti i soggetti, di sottoscrivere un protocollo d’intesa provinciale che porti a sintesi le proposte emerse e impegni tutte le parti a cooperare per la crescita del settore e dell’occupazione di qualità. 

Revisione macchine agricole ed operatrici, firmato il decreto

Commenta su Facebook