economia

Un progetto speciale per il settore olivicolo-oleario. "Documento strategico per l'identità umbra"

giovedì 7 febbraio 2019
Un progetto speciale per il settore olivicolo-oleario. "Documento strategico per l'identità umbra"

“Il progetto olio, che rientra tra i fabbisogni individuati nel PSR per l’Umbria, è volto ad approfondire tutte le possibili azioni da mettere in campo per il rilancio del settore olivicolo-oleario a partire dagli strumenti finanziari messi a disposizione dalla programmazione dei fondi comunitari. Per noi si tratta di un documento strategico perché va a toccare un elemento importante della stessa identità dell’Umbria e fa seguito a quelli già predisposti nei settori della zootecnica e del vino”. Così l’assessore regionale alle politiche agricole ed all’ambiente Fernanda Cecchini, ha presentato giovedì 7 febbraio, a Trevi, nel Teatro Clitunno, la prima stesura del “Progetto speciale settore olivicolo-oleario” con cui la Regione dell’Umbria ha iniziato a confrontarsi con gli operatori del settore.

“Il documento che abbiamo presentato a Trevi ai diversi protagonisti della filiera olivicola umbra – ha affermato l’assessore - rappresenta una prima elaborazione di un progetto di valenza altamente strategica per questa regione dal punto di vista produttivo ma anche ambientale e culturale”. Il settore dell’olio in Italia ha subito negli ultimi anni un ridimensionamento produttivo notevole. Primo Paese consumatore e secondo paese produttore al mondo, l’Italia è anche il primo importatore per una quota che si aggira attorno al 70% del proprio fabbisogno. In questo contesto nazionale anche l’Umbria ha visto una grave riduzione della produzione e un tendenziale abbandono di tante superfici marginali. La produzione certificata di Dop Umbria si è ridotta, passando dalle 576 tonnellate del 2013 alle 410 del2016, pari al 4,1 per cento della produzione totale nazionale. I frantoi operanti nella nostra regione sono 215: 156 in provincia di Perugia e 59 in quella di Terni.

“La crisi produttiva degli ultimi anni – ha proseguito Cecchini - ha causato una situazione di difficoltà per molte aziende olivicole, con rischi concreti per la tutela ambientale e paesaggistica di molti comprensori, a causa del pericolo di abbandono della coltivazione dell’olivo soprattutto nei terreni più marginali. L’olivicoltura infatti riveste grande importanza da un punto di vista economico ma anche da quello paesaggistico ed ambientale”.

In Umbria la superficie olivata è di circa 29.000 ettari, con una produzione di olio che ha avuto il suo picco massimo nel 2008 con 11.800 tonnellate per poi passare ad una media di 4.491 tonnellate nelle ultime campagne dal 2013 al 2016. Partendo proprio dall’analisi del contesto produttivo regionale realizzata nell’ambito del PSR 2014-2020, la Giunta regionale ha stabilito di dare avvio ad un Progetto speciale per il settore olivicolo-oleario.

“A partire da settembre 2018 – ha spiegato l’assessore Cecchini -, il Comitato Tecnico-Scientifico incaricato di sovraintendere alla formulazione del Progetto speciale per l’olivicoltura in Umbria ha svolto una prima parte dei lavori. In particolare è stato ricostruito il contesto territoriale, paesaggistico, produttivo ed economico regionale del settore e, tenuto conto del Piano nazionale olivicolo-oleario, è stata formulata una prima ipotesi di lavoro. Il documento che è stato presentato oggi, ricco di dati e di indicazioni programmatiche, riveste un carattere assolutamente preliminare.

L’Umbria rappresenta oggi l’1,2% della produzione nazionale; ha una DOP estesa a tutto il territorio regionale; ha un crescente numero di produttori medi di altissima e alta qualità; più di 200 frantoi e una fiorente industria di trasformazione assai dinamica. L’iniziativa della Regione parte dunque dal presupposto che anche in un contesto nazionale così problematico ci siano grandi opportunità produttive ma anche ambientali e sociali da coltivare e sviluppare. Serve un progetto territoriale innovativo – ha sottolineato l’assessore -  che apra la strada ad una forte ripresa produttiva basata su impianti tecnicamente e ambientalmente sostenibili, dunque ad uno sviluppo attraverso la valorizzazione della biodiversità regionale e conseguentemente ad una integrazione e rafforzamento dell’intera filiera.

L’olivicoltura umbra come dimostrano anche i recenti riconoscimenti quale paesaggio rurale storico (MIPAAFT) e quale patrimonio agricolo di importanza mondiale (GIAHS - FAO) può però giocare anche la carta importantissima della valorizzazione territoriale e dell’attrazione turistica”. “Il documento che si presenta – ha proseguito l’assessore -, riveste carattere preliminare utile ad ulteriori approfondimenti anche tecnico-scientifici che nascono dal confronto con la filiera. Non è dunque un punto di arrivo ma di partenza, una partenza che avviene sulle basi solide di una corposa ricognizione di tutti gli elementi di contesto necessari e di tutte le opzioni tecnicamente oggi possibili per sviluppare un olivicoltura moderna, competitiva, remunerativa e ambientalmente sostenibile”.

Il documento è stato redatto da un comitato scientifico composto da esperti dell’Università di Perugia, Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio di ISMEA (MIPAAFT) e mondo delle professioni e coordinato da Andrea Sisti, presidente dell’Associazione mondiale degli agronomi. “L’obiettivo della regione – ha concluso l’assessore Cecchini - è quello di sviluppare una discussione intensa e tecnicamente appropriata nei prossimi mesi in maniera da mettere l’Umbria in condizioni di avere un insieme di indirizzi e progetti operativi che, condivisi dall’intera filiera, accompagneranno in primo luogo gli operatori e le politiche pubbliche nel prossimo decennio che è il termine minimo per poter realizzare un’iniziativa significativa che rafforzi le produzioni, la qualità del prodotto e la salvaguardia e la valorizzazione del paesaggio e dunque l’economia, la società e l’ambiente dell’Umbria”.

Fonte: Regione dell'Umbria

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 aprile

Convegno sul Porto Romano di Pagliano. Riflessioni alla luce delle nuove scoperte

Passeggiata della Sicurezza. Cobas e Assemblea Antifascista: "No alla giustizia fai da te"

Concerto del Coro Polifonico "San Gavino Monreale" a Collevalenza

Conferenza nazionale sulle malattie infettive emergenti e riemergenti

"Wilcock, Lubriano e la Valle dei Calanchi. La visione, il sogno e l'ironia"

Torneo regionale di pallavolo integrato Anpis, vince l'entusiasmo di stare insieme

"Omaggio ad Elena". Cultura e gastronomia all'ombra di Castello Misciattelli Orsini

Izzalini in festa per i 100 anni di mamma Elena

"La Zambelli Orvieto continua a stupire nell'indifferenza delle istituzioni"

Gabriella Carlucci presenta il libro "Amarilla, appunti di un viaggio a sei zampe"

Campionato regionale tiro a volo Anlc. In estate le finali nazionali

L'arte per lanciare un messaggio di tutela dell'ambiente dal cuore di Civita di Bagnoregio

Bruciano sterpaglie, Vigili del Fuoco e Protezione Civile al lavoro

Turismo, Paparelli: "Ultime rilevazioni confermano trend positivo, 2018 anno della rinascita"

M5S Orvieto sul sit-in contro l'ampiamento della discarica: "Non accettiamo strumentalizzazioni"

Successo all'Unitus per l'Open Day delle lauree magistrali

Terminato al Csco il corso di "Tecnico specializzato in accoglienza per rifugiati"

Omaggio a De André al Mancinelli. Ad OCC il ricavato di "Bocca di rosa e gli altri"

Orvieto a Lussemburgo, proficuo incontro tra Comune e Ambasciata

Aderisce al sit-in anche Cittadinanza a 5 Stelle del Comprensorio Orvietano

A Luca Tomassini di Vetrya la Medaglia dell'Università per Stranieri

Andrea Bocelli in Piazza Duomo per la quarta edizione di "Orvieto4Ever"

"Allerona verso lo sviluppo di comunità". Conferenza al Centro Polivalente

Pedalando indietro, "La Carrareccia" raddoppia. A settembre, edizione dedicata a Barbara e Matteo

"Ben Hur" al Mancinelli. Paolo Triestino e Nicola Pistoia chiudono la stagione teatrale

Nuovo look per la rete elettrica, Enel installa i DY900/1 per cabine tecnologiche

Esasperati dall'accattonaggio molesto, gruppo di commercianti scrive al Comune

Post-sisma, la Regione incontra gli ordini professionali nelle zone terremotate

Al via il progetto "Rete amica". Unicef, istituzioni e scuole insieme per un web più sicuro

Teatro Null pronto al debutto di "Osteria da Shakespeare & Co"

Sale la febbre da Palio di Sant'Anselmo. Conto alla rovescia per la Sagra del Biscotto

Fondazione Cro: "Cassa di Risparmio Spa deve permanere punto di riferimento degli Orvietani"

APEritivo nell'Oasi di Alviano, con vista sulla palude

Allerona sempre più cardioprotetta, la comunità si dota di tre defibrillatori

Alfina in festa per San Giorgio Martire. Programma civile e religioso

Post-sisma, Marini ed Errani incontrano gli abitanti di Norcia, Castelluccio e San Pellegrino

Accademia Kronos a "Villaggio per la Terra", per la sensibilizzazione alla tutela del Pianeta

La Polisportiva Castel Viscardo organizza il primo raduno in MTB dei Monaldeschi

"Nonsololirica in Sala Eufonica", video-ascolto di Leonard Cohen

Disco verde al bilancio di previsione 2017/2019. Ampia discussione in consiglio

Sì unanime all'ordine del giorno "Albornoz, un bene comune da restituire alla città"

Nel triennio 2017/2019 opere pubbliche per oltre 23 milioni di euro

Quantità e prezzo di cessione aree per residenza ed attività produttive, le tariffe

Sì al Piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare

Ricognizione annuale delle società partecipate, presa d'atto in consiglio

Approvato il Documento Unico di Programmazione 2017/2019

Corso di formazione per volontari nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici della Diocesi

Ecco i giovani bomber della Coar Orvieto. Pronti per il II Memorial Papini.

Azzurra nella storia, Orvieto Basket salvezza conquistata, Orvietana un punto prezioso, argento Savrayuk

Rita Levi Montalcini, un'innata ottimista

Torna a riunirsi l'esecutivo PD del Comprensorio Orvietano. In discussione molti temi "caldi" di urgente attualità

Grande successo per "La Domenica del Vulcano 2010". Incontri ed escursioni nel territorio di San Venanzo

Il Sindaco Concina sul Bilancio: "Orvieto non può permettersi il commissariamento"

Pozzo di San Patrizio: il biglietto intero aumenta di cinquanta centesimi dal 1° giugno

Sferracavallo. Mercato sì, mercato no. Proroga della sperimentazione fino al 30 marzo 2011. Via alla "filiera corta"

Continuano i controlli del Commissariato sul rispetto degli orari di chiusura dei locali

SII. Cresce il front-office: in aumento accessi al sito e mail. Lattanzi: "Grande sforzo per accorciare le distanze tra utenti e società"

Pubblicato il bando TAC II: interventi di promo - commercializzazione turistica per prodotti d'area di progetti integrati collettivi

Suggerimenti per il "Buon Politico"... ovvero esortazione all'On. Trappolino

Aumenti per alcuni settori amministrativi del Comune: i Comunisti Italiani vogliono sapere. Qualche lume dalla conferenza stampa del Sindaco Concina

"Alla scoperta dell'antico Egitto": gli Egiziani innamorati della vita. La Dott.ssa Pozzi, egittologa, illustra la mostra laboratorio

Rinnovato l'apparato didascalico del Museo etrusco Claudio Faina. Ne parla la Dott.ssa Nancy Leo