economia

"Le Vie della Ceramica". Quattro Comuni firmano il patto per il rilancio del settore

venerdì 22 dicembre 2017
"Le Vie della Ceramica". Quattro Comuni firmano il patto per il rilancio del settore

La grande tradizione della ceramica in Umbria prosegue e si rilancia grazie alla sinergia intrapresa nella giornata di giovedì 21 dicembre tra le quattro città umbre facenti parte dell’AICC (Associazione Italiana Città della Ceramica). Presso la sala Giunta del Comune di Deruta si è svolto, infatti, un incontro tra i sindaci di Deruta, Michele Toniccini, Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, Gubbio, Filippo Stirati, Orvieto (il Sindaco, Giuseppe Germani assente giustificato per altri impegni istituzionali concomitanti ha seguito le varie fasi dei lavori condividendone lo spirito e l’operatività) ed il Segretario e Coordinatore AICC Giuseppe Olmeti per discutere su alcuni temi caldi riguardanti il futuro della ceramica.

Tra le tante questioni discusse, in particolare, sono emerse due tematiche molto rilevanti: la prima riguardante gli effetti del Decreto Legislativo 10 febbraio 2017, n. 29 (Disciplina sanzionatoria per la violazione di disposizioni di cui ai regolamenti (CE) n. 1935/2004, n. 1895/2005, n. 2023/2006, n. 282/2008, n. 450/2009 e n. 10/2011, in materia di materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari e alimenti) rispetto ai prodotti ceramici; la seconda inerente la condivisione del progetto “Le vie della Ceramica” tra i quattro comuni di Gualdo Tadino, Deruta, Gubbio ed Orvieto.

“L’incontro – hanno sottolineato i Sindaci – è stato utilissimo per fare il punto della situazione sul settore della ceramica, trovare soluzioni su questioni annose che riguardano artigiani ed industrie e sviluppare dei progetti innovativi in sinergia tra i nostri comuni per cercare di rilanciare la ceramica. In relazione al Decreto Legislativo 10 febbraio 2017, che ha fatto emergere la problematica dei materiali e oggetti in ceramica a contatto con gli alimenti, abbiamo condiviso e sottoscritto un documento rivolto ai parlamentari umbri, che è un appello affinché possano essere prorogati i termini prestabiliti per consentire ad artigiani ed imprese di mettersi in regola con i dettami di legge, viste le difficoltà oggettive che necessitano per effettuare gli adeguamenti.

La riunione è stata estremamente positiva per il fatto che il progetto ‘Le vie della Ceramica’, inizialmente frutto della sinergia tra il Comune di Gualdo Tadino e Deruta, ha visto l’adesione e la condivisione da parte anche dei Comuni di Gubbio e Orvieto. Ciò permetterà di rafforzare il progetto stesso, che ha l’obiettivo di creare una rete tra le città della ceramica in Umbria con l’intenzione di rilanciare e rafforzare, innovando, il settore della ceramica.

Saranno 4 gli asset principali: innovazione, formazione, nuove tecnologie e tutela del prodotto. La ceramica ha sempre rappresentato un tratto distintivo ed identificativo per le nostre comunità, per anni il settore ed il suo indotto hanno garantito, sviluppo, lavoro e prospettive per il futuro, proprio nel momento in cui sembra intravedersi la luce in fondo al tunnel dopo un lungo periodo di crisi è nostra intenzione ripartire dalle radici comuni, dalla ceramica appunto.

Ricerca e innovazione sono elementi essenziali per mantenere l’industria della ceramica artistica in prima linea in tutto il mondo; i prodotti innovativi ed il design possono creare infatti sempre nuove opportunità di mercato. Inoltre le tecnologie avanzate possono offrire risorsa e efficienza energetica, contribuendo anche agli obiettivi europei fissati in questi settori. L’industria della ceramica deve necessariamente comprendere l’importanza della ricerca e dell'innovazione per mantenere la competitività globale, al fine di creare nuove opportunità di mercato e divenire più sostenibile, con particolare riferimento in termini di efficienza energetica e di risorse”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 gennaio

Complanare, nuova fase di spinta oleodinamica del ponte in acciaio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il terzo numero dell'aperiodico di Letteralbar

Azzurra Ceprini A1. Palla a due al PalaPorano con San Martino di Lupari

Montelone, la Provincia scioglie il silenzio. La prossima settimana, il bando per i lavori stradali

In manette 22enne, rubò chioccia con tutti i pulcini

Larocca interrompe lo sciopero: "L'amministrazione continuerà a vigilare"

Approvato l'odg per inserire il "reato di tortura" nell'ordinamento italiano. Il plauso di Amnesty International

Esce "Studi Interrotti", l'album d'esordio de "Gli Scontati". Il 28 gennaio al Valvola

Sfilata di maschere e carri allegorici per la "Festa di Carnevale" di Porano

Torna a luglio la seconda edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano"

Tir si ribalta in Autostrada, code e disagi bloccano il traffico

Due ristoranti "nostrani" alla sfida Tv di Alessandro Borghese

Lasciavano le auto su "quattro ceppi" e scappavano, beccata la banda del cric

Regione contro l’inceneritore in Umbria, ma i comitati chiedono garanzie sulle discariche

Garbini lascia, si dimette il sindaco di Castel Giorgio

Bollo per i veicoli di interesse storico o collezionistico: dal primo gennaio riduzione del 10 per cento

Auto alluvionate, Sacripanti (FdI-An) sollecita un nuovo bando per il risarcimento dei danni

Consiglio regionale, respinta la mozione sul "sostegno alla famiglia naturale"

Punti nascita, la presidente Marini rassicura: “Non sono previste altre chiusure”

"Ravensbrück. Il lager delle donne", gli scatti di Ambra Laurenzi al Palazzo del Popolo per il Giorno della Memoria

A Città della Pieve nasce il liceo musicale. Open Day di presentazione

"Internet e le nuove generazioni: ripartiamo dalla famiglia". Incontro conclusivo per "Famiglie al centro"

Differenziata lumaca, ora la Regione corre ai ripari: obiettivo 60% entro l'anno

Piano comunale di classificazione acustica, nulla di fatto. In standby le controdeduzioni

Kino-Workshop al Centro Viva. A lezione di linguaggio cinematografico

Incontro informativo sull'iniziativa comunitaria "Garanzia Giovani"

Jasmine Rossini: "Per la Zambelli Orvieto il campionato è aperto"

Cardinali al Sindaco: "Sul parco del Paglia ci dica cosa bolle in pentola"

Sanità, la giunta regionale umbra sospende il ticket intramoenia

Folklore e tradizione si incontrano per la seconda "Giornata delle Pasquarelle"

Il vescovo presiede i funerali di don Adelmo Ciurletti

Sacripanti (FdI-An) propone l'istituzione di un forum civico in materia di assistenza socio-sanitaria

Dall'orto al piatto. Dalla collaborazione fra le scuole, un progetto sperimentale

La Regione investe quasi 3 milioni di euro per finanziare la competitività delle aziende vitivinicole

Centro Studi, via allo "Spring Semester" della Kansas State University e della University of Arizona

Orvieto tra le sezioni Cai che hanno collaborato alla rete sentieristica-escursionistica umbra

Furti e atti vandalici al Fanello. Tardani: "L'amministrazione si attivi per garantire la sicurezza ai cittadini"

Il Consiglio dei Ministri commissaria L'Umbria e decide per la chiusura anticipata della caccia

Ballo in maschera al Teatro Boni. Musica e divertimento, come in una favola

Luciani sollecita la riqualificazione di Piazza del Commercio: "Come si sta muovendo il Comune?"

Il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato, Germani: "Il terzo calanco non si farà"

Lo Sportello del Consumatore chiude i battenti: riflessioni sulla conclusione di un'esperienza

Rometti: "Per la Regione su Orvieto non ci sono assolutamente esigenze di ampliamento della discarica al terzo calanco"

L'assessore Cecchini: "Si è fatta ricadere sulle Regioni l’incongruenza fra le norme nazionali ed europee"

Contratti di Fiume, Minervini chiarisce la posizione delle associazioni private: "Fuori dalla Cabina di Regia".

Galanello Pd: "No al terzo calanco, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica"

Il Circolo Pd di Orvieto Scalo al lavoro per la riqualificazione del quartiere

Scopetti e Taddei Pd: "No categorico al terzo calanco, Comune e Regione non devono mollare"

Il teatro amatoriale colora Monteleone. La rassegna al Teatro dei Rustici compie vent'anni