economia

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

mercoledì 15 novembre 2017
di Davide Pompei
Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Inseguire un sogno, lasciare il segno". Ha solo sette anni, ma un po' alla volta sta dimostrando che "anche da una cittadina di provincia, con il digitale, si possono fare progetti di impresa e creare posti di lavoro". Che quella dell'Orvietano prima di essere "un'area interna, è un'area in cui di lavoro si ha bisogno". Che "la digitalizzazione impone regole e modelli di lavoro e propone un mondo ottimizzato" e che "la Rete ha cambiato in maniera repentina i comportamenti sociali e la storia".

Insieme all'Università della Tuscia e alla famiglia Cotarella, il Gruppo Vetrya, leader nello sviluppo di servizi digital, applicazioni e soluzioni broadband, quotato in Borsa Italiana su Mercato Alternativo del Capitale, sta sviluppando un importante progetto per il monitoraggio h24 delle foglie dei vigneti, che consentirà un'analisi preventiva. In cima ai sette cambiamenti importanti su cui si lavora e si investe, c'è l'intelligenza artificiale.

Esempio "vivente" è Alpha, il robot che al momento parla inglese e un po' di cinese. Ma in quella visionaria idea di futuro che è già presente rientrano anche big data e cloud computing, veicoli elettrici connessi, l'industria 4.0 e poi il cosiddetto "Internet degli Oggetti" che li vuole tutti connessi alla Rete, la robotica e i droni e, imperanti, i social media legati alla predizione degli eventi. L'azienda orvietana che ha radici in Via dell'Innovazione si divide così tra locale e internazionale.

Tramite Vetrya Inc., società con sede a Palo Alto (CA), sviluppa servizi e applicazioni b2c. Con la società Vetrya Asia Pacific Sdn. Bhd., con sede a Kuala Lumpur (Malesia) è presente sul mercato del Sud-Est asiatico. Attraverso Vetrya do Brasil con sede in Brasile, a Rio de Janeiro, si è dedicata all’internazionalizzazione di servizi e soluzioni digital del Gruppo nei mercati latino americani. La prossima settimana a Madrid si chiuderà la partita per Vetrya Iberia.

"Impresa, formazione e territorio possono dare valore aggiunto alla comunità". Ne è convinto Luca Tomassini, presidente e amministratore delegato del Gruppo Vetrya. "Viviamo in un luogo – dice – dalle potenzialità straordinarie che attendono di essere valorizzate, anche grazie alla Rete. La comunità va aiutata a diventare grande, vedere lontano, andare oltre e sfruttare al meglio il digitale. Motore di questo nuovo mondo sono i giovani che intendiamo valorizzare.

Da tempo, collaboriamo con le scuole e gli atenei. Presto ci sarà una cattedra con un'importante università italiana che opera in ambito internazionale, con possibilità di attivazione di borse di studio per studenti dell'Orvietano. Vogliamo dare loro la possibilità di partire con iniziative di tipo privato, con progetti che creano posti di lavoro". L'intenzione è quella di assumere altre persone, in aggiunta al centinaio di dipendenti che attualmente transitano per il Vetrya Corporate Campus.

La necessità di maggiore spazio ha portato, intanto, all'acquisto della palazzina della Società Itelco, a Fontanelle di Bardano, che manterrà una parte lasciando il primo piano e l'ingresso al cosiddetto Corpo B. Gli spazi di Vetrya 2 – superficie: 3.500 metri quadri – vanno ad integrare il Campus, già dotato di aree verdi, un centro sportivo, spazi dedicati allo svago e alla formazione universitaria, con aree funzionali, dedicate all’interazione tra persone, stili di vita e tecnologie digitali.

"Un'estensione dell'esperienza", che si tradurrà in nuove aree e servizi gratuiti aperti anche al pubblico. "Vetrya – scandisce Tomassini – non è più solo luogo di produzione, ma si apre alla comunità. L'ampliamento ha l’obiettivo di coltivare talenti e creare condizioni di lavoro attrattive perché per realizzare valore, occorrono persone di valore.

Con l’apertura dei nuovi spazi andiamo a realizzare un altro progetto che abbiamo fortemente voluto e di cui siamo orgogliosi: un’impresa innovativa aperta alla città, punto di incontro per rispondere alle più ampie tematiche legate all’evoluzione del rapporto tra le persone e le tecnologie digitali".

Tra gli spazi è prevista la realizzazione di "Vetrya Cafè", un punto di ristoro aperto ai dipendenti e agli ospiti del Campus, e "Vetrya Sharing", un'area di condivisione e contaminazione della cultura digitale, dedicata all’innovazione e formazione con strumenti digitali, in cui saranno ospitati gratuitamente studenti di licei e università, che potranno avere accesso a servizi di biblioteca, Internet ad alta velocità e servizi di supporto allo sviluppo di progetti imprenditoriali.

E poi: "Vetrya Demo Hall", area che presenterà tutti i servizi innovativi del Gruppo, tra cui realtà aumentata, applicazioni e servizi basati su intelligenza artificiale, piattaforme in cloud computing e così via; "Vetrya Digital Detox", che coinvolgerà gli ospiti in un benefico percorso "disintossicante", caratterizzato dall'assenza di connessione e l'obbligo di non avvicinarsi a smartphone e a qualsiasi device connesso alla Rete; "Vetrya Shop", un vero e proprio negozio dedicato al merchandising ufficiale, con tre puntini sulla Y.

Tra magliette, felpe e cover per smartphone, non è esclusa la presenza di simboli del territorio come olio e vino. "Vetrya Senior Training" sarà lo spazio riservato ad alfabetizzazione e formazione digitale delle persone anziane, per metterle in condizione di avvalersi in modo consapevole dei servizi offerti dal web. All'esterno, troverà terreno fertile "Vetrya Smart Agriculture" dedicata allo sviluppo dell'Internet of Things per l’agricoltura e in particolare alle applicazioni per aziende vitivinicole, oliveti e piantagioni.

Un'area sarà riservata allo sviluppo di applicazioni e piattaforme per l'industria 4.0 – "Vetrya Industry 4.0" – e un'altra, avvolta ancora nella sorpresa – "Vetrya Next" dedicata ad applicazioni e servizi innovativi basati su intelligenza artificiale rivolti a studenti e clienti, dove attraverso i sensori si sviluppa il futuro della Rete. Una data d'inaugurazione, forse in via scaramantica, ancora non c'è. Ma nei locali dirimpettai si continua a lavorare sodo.

In occasione della presentazione del progetto di estensione del Vetrya Corporate Campus è stata annunciata anche l'imminente costituzione della Fondazione Luca & Katia Tomassini che, sul modello americano, nasce con l’intento di "trasferire formazione, tecnologie, cultura dell'innovazione, competenze ed esperienze dal mondo profit al mondo no-profit". Nell'idea che occupazione, digitale e convergenza siano "le principali aree strategiche sulle quali si focalizzano i progetti per stimolare l’auto-imprenditorialità dei giovani grazie a percorsi formativi mirati e allo sviluppo di piattaforme concettuali e digitali".

"Un progetto – ha confidato Katia Sagrafena, cofondatrice e direttore generale di Vetrya – a cui pensavamo da tanto tempo per dare valore a questo territorio. Il grazie più sincero va ai nostri ragazzi. Restituiamo un po' del tanto che abbiamo ricevuto".

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio