economia

"Progettare l'assetto idrogeologico", illustrate le opportunità del "sisma bonus"

lunedì 13 marzo 2017
"Progettare l'assetto idrogeologico", illustrate le opportunità del "sisma bonus"

"Per la mitigazione del rischio idrogeologico l’Umbria ha sempre fatto la sua parte investendo con grande oculatezza le risorse e dotandosi di un’adeguata normativa regionale, a partire dalla legge per la prevenzione del rischio frane approvata nel ‘78”: lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenendo lunedì 13 marzo a Perugia all'annunciato seminario “Progettare l’assetto idrogeologico”, al quale sono intervenuti il coordinatore della Struttura di missione di Palazzo Chigi Italia Sicura, Erasmo D’Angelis, Mauro Grassi di Italiasicura, l’assessore regionale all’Ambiente, Fernanda Cecchini, l’assessore alle Infrastrutture e alle Opere pubbliche, Giuseppe Chianella, nonché di numerosi rappresentanti di istituzioni, associazioni di categoria, dell’Università degli Studi di Perugia, di Confindustria umbria che ha ospitato l’incontro nella sede del capoluogo umbro.

L’iniziativa rientra in una serie di seminari (21 tappe in tutta Italia) che la Struttura di Missione #italiasicura, il Ministero dell'Ambiente e le Regioni (con la partecipazione del Consiglio Nazionale dei Geologi, Rete Professioni Tecniche e Consiglio Nazionale degli Ingegneri) stanno portando avanti insieme con l'obiettivo di coinvolgere i professionisti e i tecnici della pubblica amministrazione per un approfondimento e un confronto sulle “Linee Guida per le attività di programmazione e progettazione degli interventi per il contrasto del rischio idrogeologico” e per illustrare tutte le opportunità del “Sisma bonus” che - come ha spiegato il coordinatore di Italiasicura, Erasmo d’Angelis, “dal primo marzo, consente di mettere in sicurezza sismica la propria abitazione, o anche la seconda casa, e lo Stato ripaga fino all’85 per cento dell’investimento in 5 anni. Ciò vale anche per interventi su interi condomini – ha precisato -, anche su aree produttive e oltre a interventi di messa in sicurezza si può provvedere ad interventi di efficienza energetica. Inoltre, – ha aggiunto – è prevista anche la possibilità di cessione del credito a banche o alla ditta costruttrice. In Italia abbiamo circa 12 milioni di immobili posti in zone sismiche non bisogna quindi perdere tempo e occasioni e oggi c’è questa grande possibilità”.

In riferimento all’Umbria, D’Angelis ha evidenziato che “rappresenta un modello per altre Regioni per aver saputo affrontare situazione di grave rischio come il terremoto del ’97 con grande capacità, dimostrando di aver saputo ricostruire in sicurezza, così come si fa in paesi ad alto rischio sismico e dotandosi dal ’78 di un Piano frane”. "Come Regioni – ha detto la presidente Catiuscia Marini – abbiamo condiviso questa grande sfida di una programmazione unitaria per gli interventi partendo dalla convinzione che, per la gestione del rischio idrogeologico, sia molto importante anche l’acquisizione di un metodo. Alluvioni, frane e terremoti stanno evidenziando sempre di più le criticità dell’Appennino imponendo un nuovo atteggiamento anche alla luce degli ultimi eventi sismici che hanno imposto una forte attenzione al rischio idrogeologico, penso ad esempio al Torbidone riaffiorato nelle campagne di Norcia”.

La presidente Marini ha quindi ricordato che la Regione ha governato per circa 20 anni sia la programmazione degli interventi strutturali, che le azioni non strutturali, dettando le regole per un uso compatibile del territorio con le condizioni di rischio: ”Nel 2010 - ha detto - la Regione ha sottoscritto un accordo con il ministero dell’Ambiente che ha riguardato importanti interventi di mitigazione del rischio idrogeologico per 71 milioni di euro, di cui oltre 31 milioni di euro per la messa in sicurezza dalle piene del Topino”.
L’assessore regionale all’Ambiente Fernanda Cecchini, ha sottolineato come “per la prima volta il Governo abbia proposto un Piano nazionale per la messa in sicurezza del territorio nel suo complesso. Un passaggio importantissimo – ha riferito – alla luce dei grandi cambiamenti climatici che ci impongono un metodo di lavoro che metta insieme le esperienze e le competenze. Da una stima relativa alla ripartizione del fondo nazionale destinato a finanziare la progettazione di interventi contro il dissesto idrogeologico, per la progettazione di opere in Umbria si prevedono circa 800 mila euro”.

Relativamente alla mitigazione del rischio idraulico sono stati individuati gli interventi regionali prioritari per un ammontare complessivo di 71 milioni 585.278 di euro, di cui oltre 31 milioni già finanziati per il completamento di interventi per la riduzione del rischio idraulico sul bacino del fiume Topino. Gli altri interventi sono relativi alla sistemazione idraulica dei corsi d’acqua nei Comuni di Castel Viscardo, Bevagna, Città di Castello e Citerna, Terni, Polino, Città della Pieve. Relativamente al rischio idrogeologico da frana l’assessore Giuseppe Chianella ha messo in risalto che il problema richiede “soluzioni tecniche da una parte, ma anche scelte politiche per salvare anche i presidi territoriali, a partire dai piccoli comuni che soffrono per l’abbassamento dei servizi e la scarsità di risorse”.  Per l’avvio del fondo della progettazione relativamente alla mitigazione del rischio idrogeologico da frana in Umbria sono stati individuati progetti per un importo pari a oltre 92 milioni di euro.

Fonte: Regione dell'Umbria

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"

Meteo

domenica 18 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
21:00 6.3ºC 99% discreta direzione vento
lunedì 19 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.5ºC 94% buona direzione vento
15:00 4.3ºC 86% buona direzione vento
21:00 1.5ºC 94% discreta direzione vento
martedì 20 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 2.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 4.3ºC 74% buona direzione vento
21:00 2.0ºC 84% buona direzione vento
mercoledì 21 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 2.9ºC 93% buona direzione vento
15:00 5.4ºC 75% buona direzione vento
21:00 1.2ºC 91% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni