economia

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

giovedì 26 maggio 2016
La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Con la mostra finale dei progetti realizzati dagli studenti del College of Architecture Planning and Design, tenutasi presso l’Atrio del Palazzo dei Sette, si è concluso anche il 10° Spring Semester della Kansas State University ad Orvieto. L’Ateneo statunitense ha dal Novembre 2015 una filiale italiana, denominata Kansas State University in Italy, autorizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che in collaborazione con il Centro Studi Città di Orvieto, organizza e gestisce i Programmi di Studio in Italia dei propri iscritti.

I circa 30 studenti dello Spring Semester e i due Professori William Winslow e Aaron Schump hanno vissuto per oltre tre mesi nella nostra Città, prendendola come “oggetto” per elaborare Progetti che spaziano dall’Architettura del Paesaggio alla Progettazione Architettonica, dalla Pianificazione Urbanistica al Design d’Interni. Nell’ambito della Mostra sono state esposte anche 15 incisioni realizzate dal Prof. Jason Scuilla, Direttore del Dipartimento di Incisione del College of Art and Sciences della Kansas State University, ad Orvieto per organizzare corsi estivi di arte da tenersi nel 2017.

Le incisioni di Jason Scuilla sono tutte realizzate a mano e incise con un innovativo processo non tossico che utilizza corrente elettrica, da lui stesso messo a punto e riconosciuto a livello internazionale. Durante il loro soggiorno ad Orvieto, gli studenti, quando non erano in viaggio verso le principali città di Italia e di Europa, si sono cimentati in tutta una serie di laboratori ed esperienze pratiche volte alla conoscenza approfondita delle attività artigianali e delle tradizioni eno-gastronomiche locali: corsi di ceramica, di cuoio, di carta, di intreccio di vimini, di pasta fresca, di cucina, di produzione del formaggio, del miele, di liquori, di olio, di vino.

Di particolare valore è stata l’esperienza condotta in collaborazione con la Comunità Terapeutica Riabilitativa l’Airone, gestita dalla Cooperativa Sociale il Quadrifoglio. La Comunità ha attivato, dal 2004, un laboratorio di lavorazione artigianale del cuoio che vede i suoi ragazzi realizzare piccoli oggetti come cinture, porta chiavi, porta monete ma anche bomboniere, elementi di arredo, idee regalo, che vengono poi venduti in occasione di mercatini o per passa-parola. Nell’ultimo periodo, inoltre, la Comunità si è resa protagonista di tutta una serie di iniziative che hanno l’intento di creare nuove opportunità di incontro e di scambio con altre realtà presenti sul territorio.

"La Kansas State University - riferisce Serena Croce, Program Director- Kansas State University in Italy - ha colto al volo la preziosa collaborazione e così i ragazzi dell’Airone Lab hanno insegnato ad alcuni studenti del Kansas come realizzare dei manufatti in cuoio, con più incontri durante i quali le barriere linguistiche e culturali sono state egregiamente abbattute da una sintonia e da una convivialità sorprendenti. La Kansas State University, che si accinge a festeggiare il decimo anno di presenza ad Orvieto, ha intenzione di rafforzare sempre più i rapporti di collaborazione già in parte in atto con le istituzioni pubbliche e private operanti ad Orvieto, in modo tale da poter offrire ai propri studenti e docenti maggiori occasioni di interazione con la comunità orvietana, in linea con gli obiettivi 2025, che vedono protagonista l’Internazionalizzazione dello studio universitario".

Commenta su Facebook