economia

Test di successo il primo "Wine Show Orvieto, gemellato con il 50esimo della Castellana

giovedì 21 aprile 2016
Test di successo il primo "Wine Show Orvieto, gemellato con il 50esimo della Castellana

Si è chiusa nel segno del successo di pubblico la prima edizione della manifestazione "Wine Show Orvieto" svoltasi sabato 16 e domenica 17 aprile e che, nella suggestiva location del Palazzo del Gusto presso il complesso di San Giovanni, ha proposto la degustazione dei Grandi Vini di tutta Italia con oltre 700 etichette ma anche approfondimenti sul futuro dell’Umbria e dei suoi vini. Manifestazione patrocinata da Comune di Orvieto, Provincia di Terni, Confartigianato e FISAR Delegazione di Orvieto e promossa da CIESSE Distribuzione Vini Orvieto in collaborazione con l’Associazione “La Castellana” in occasione del 50° Anniversario della celebre Corsa automobilistica orvietana (1966/2016).

“Prendendo in prestito il linguaggio sportivo – afferma il Sindaco, Giuseppe Germani – Wine Show Orvieto è stato un ‘test’ di successo che conferma l’esigenza di ‘fare squadra’: Istituzioni, Privati e Associazioni per valorizzare e promuovere le eccellenze del settore agro-alimentare del nostro territorio. Un bel ‘giro di prova’ anche per verificare le potenzialità della struttura del Palazzo del Gusto che della valorizzazione del vino, in particolare, dovrà essere un punto di forza da rendere concreto da oggi in poi. Dobbiamo partire da questa prima incoraggiante affermazione per continuare a lavorare in tale direzione consolidando il ‘team’ che ha reso possibile questo risultato a partire da Riccardo Cotarella, alla CIESSE Distribuzione Vini Orvieto, all’Enologo Maurilio Chioccia e all’Associazione ‘La Castellana’, ampliandolo ad altri partners”.

Decisamente entusiastico è il commento di Luciano Carboni presidente dell’Associazione motoristica “La Castellana”, che dice: “La Castellana va forte! A parlare, stavolta, non è il cronometro, bensì i numeri che hanno fatto il successo della prima edizione dell’Orvieto Wine Show, manifestazione enogastronomica, andata in scena al Palazzo del Gusto che, in questo modo, ha superato a pieni voti il ‘test’ per la nuova destinazione d’uso ideata da Riccardo Cotarella e subito sposata dal Sindaco di Orvieto e dagli altri Sindaci del comprensorio”.

“Anche per noi si è trattato di un test diverso – aggiunge - di solito, organizziamo gare automobilistiche, dove, il fattore sicurezza viene al primo posto. Garantirla, per i piloti e il pubblico, implica una cura dettagliata di ogni particolare. Abbiamo riproposto il modello all’Orvieto Wine e siamo soddisfatti per il risultato, riproponendoci l’affinamento di alcuni dettagli, nella prospettiva di una seconda edizione che, sia chiaro, è frutto del lavoro di un gruppo di amici uniti dalla stessa passione, i quali, quando c’è un lavoro da portare avanti, si mettono a disposizione a puro titolo gratuito. Non finirò mai di ringraziarli, sono il sale per il successo e la credibilità crescente dell’Associazione. Un altro aspetto che mi piace sottolineare è la tipologia dei partecipanti: la maggior parte giovani. In questo, probabilmente, la nostra associazione ha avuto un ruolo decisivo. Ringrazio Alberto Crispo e Fabrizio Mencarino, titolari della CIESSE Distribuzione Vini Orvieto, dai quali è partita l’idea, oltre al Sindaco e all’Amministrazione Comunale per aver messo a disposizione una location bellissima e funzionale”.

Presenti cantine dal Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Trentino, Toscana, Marche, Abruzzo, Puglia, Campania oltre ad alcune delle eccellenze enologiche umbre e orvietane. Oltre al piacere della degustazione dei vini offerti dai vari stand molto apprezzata anche la mostra del maestro Umberto Verdirosi corredata da un buffet a tema con pranzo e cena particolarmente graditi da tutti gli ospiti convenuti.

Soddisfazione per questa prima edizione nelle parole di Alberto Crispo, ideatore della kermesse: “Siamo molti soddisfatti della riuscita della manifestazione; a confermare l’ottimo appeal dell’evento sono gli oltre 2300 ingressi paganti che nella due giorni hanno scelto di visitare Wine Show. Vista l’ottima risposta ottenuta in questa prima edizione tutti noi siamo già al lavoro per la seconda edizione e molti altri progetti nati a completamento del progetto Wine Show".

La riuscita dell’evento è anche da attribuire alle varie collaborazioni che hanno permesso l’ottimo svolgimento della manifestazione: in primo luogo il prezioso apporto dei sommeliers Fisar che con il loro puntuale servizio alle degustazioni ha supportato le cantine espositrici, le cantine partecipanti che hanno creduto fin da subito nel progetto Wine Show confermando la propria presenza anche per il prossimo anno.

L’apertura ufficiale della manifestazione e il taglio del nastro è stato affidato al sindaco Germani che ha ribadito con forza l’importanza di questo evento per un avvio ad altri avvenimenti che il Palazzo del Gusto potrebbe ospitare in futuro. Accanto a lui il parroco della Parrocchia di Sant’Andrea don Luca Conticelli e tutte le autorità civili e militari cittadine.

Molto partecipato e attento l’intervento dell’enologo Riccardo Cotarella che nel convegno di domenica 17 aprile ha fatto il punto sulle problematiche di marketing e comunicazione in riferimento alla distribuzione dei vini esprimendo anche la propria soddisfazione per la riuscita di Wine Show. Appuntamento alla prossima edizione e a tutti gli altri eventi collaterali a cui lo staff di Wine Show sta lavorando.

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"