economia

Ires Cgil presenta il nuovo rapporto sull'economia regionale: "Ripresa? Sì, ma da dove siamo partiti?"

mercoledì 24 febbraio 2016
Ires Cgil presenta il nuovo rapporto sull'economia regionale: "Ripresa? Sì, ma da dove siamo partiti?"

Parlare di ripresa in Umbria, senza avere presente il punto di partenza, può essere davvero fuorviante. Sì perché la risalita di qualche “zero virgola” appare davvero poca cosa se si considera che, nel periodo di crisi 2008-2014, il Pil dell’Umbria ha perso circa 15 punti percentuali, gli investimenti delle imprese oltre 30 e l’occupazione, pure con i miglioramenti degli ultimi trimestri (legati peraltro in gran parte agli incentivi e quindi destinati probabilmente ad esaurirsi), resta inferiore di 4 punti rispetto al dato pre-crisi, mentre la disoccupazione è ancora a un livello doppio rispetto allo standard “fisiologico” per l’Umbria, che era tra il 4 e il 5% (ora siamo al 9%, ma quella femminile è all’11,2%).

L’ultimo rapporto dell’Ires Cgil sull’economia regionale, presentato questa mattina (24/2) nella Camera del Lavoro di Terni, mette in guardia quindi da una lettura “smemorata” della congiuntura economica ed evidenzia la fragilità di una ripresa che non riesce a incidere ancora su alcune criticità “strutturali” del sistema produttivo e occupazionale regionale. Al contempo, emergono nuovi elementi preoccupanti, come il boom dei voucher, il nuovo rallentamento della produzione industriale e il permanere di livelli di sofferenze bancarie molto elevati, che non fanno ripartire il credito verso le imprese.

Un altro dato molto eclatante, messo in evidenza da Marco Batazzi e Fabio Giovagnoli, dell’Ires Cgil Toscana nella presentazione del nuovo rapporto, è che l’area del “disagio occupazionale”, ovvero l’insieme di disoccupati, inattivi disponibili al lavoro e cassaintegrati, è raddoppiata rispetto al 2008, da 40mila a circa 80mila persone. E l’effetto Jobs Act? “Intanto l’effetto – spiegano i ricercatori Ires – è da imputare agli incentivi e non al Jobs Act, come sottolineato anche dalla stessa Banca d’Italia. In ogni caso, in Umbria, nel primi tre trimestri del 2015, i nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato creati (saldo tra avviamenti e cessazioni, al netto delle trasformazioni) sono stati in tutto appena 700”.

“L’Umbria, che era già in difficoltà prima della crisi, sotto i suoi colpi rischia di perdersi definitivamente, più di quanto non succeda nelle regioni limitrofe – afferma Vincenzo Sgalla, segretario generale della Cgil dell’Umbria - E qui, come sindacato, siamo chiamati a giocare il nostro ruolo, come stiamo cercando di fare. Vogliamo che le istituzioni e le forze produttive della nostra regione decidano, insieme, quale direzione si intende prendere nei prossimi anni, su quali settori puntare, quali investimenti favorire, come rilanciare l’occupazione. Avendo ben presente – aggiunge Sgalla – che senza il manifatturiero, senza Ast e Perugina, o senza la Elettrocarbonium di Narni, i cui lavoratori proprio oggi saranno in piazza, non si va da nessuna parte. Purtroppo – conclude il segretario Cgil – in questi giorni sentiamo invece parlare di tutt’altro, di nomine nella sanità, di scontri tra fazioni contrapposte, quando i cittadini e i lavoratori vorrebbero invece conoscere quali politiche si intende attuare per migliorarla la sanità, così come vorrebbero vedere un progetto di rilancio per l’Umbria nei prossimi 5 anni. La Cgil, insieme a Cisl e Uil, è impegnata per dare vita a questo progetto”.

Fonte: Cgil Umbria

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 settembre

Simona Atzori e le sue mani basse: "Tra danza e pittura, sorrido sempre alla vita"

Falsa partenza per la Vetrya Orvieto Basket

Geotermia, Brega a difesa del territorio: "Basta giochini, pronto a chiedere il Referendum"

Una politica, quella renziana, non al passo con i tempi

Biomasse, Agricola Macchia Alta Srl: "La verità è un'altra"

Gsd Romeo Menti, il settore giovanile in visita al Museo del Calcio di Coverciano

Nuova seduta per il consiglio comunale. L'ordine del giorno

"Poraneggiando" con i "Cavalieri del Torrione", a Bomarzo con "Percorsi Etruschi"

Ufficializzato l'ingresso di Allerona nel club de "I Borghi più belli d'Italia"

Olimpieri (IeT): "Vogliono salvare il Crescendo con i nostri soldi"

"Aspettando Altrocioccolato", il commercio equo e solidale fa festa in Piazza Mazzini

Giornata mondiale del malato di Alzheimer, festa alla residenza protetta "Non ti scordar di me"

Gianfranco Foscoli in concerto a Colonia. Conquista gli States e va in onda su Canale Italia

Lavori pubblici, il Comune utilizzerà l'Elenco Regionale delle Imprese da invitare alle procedure negoziate

Caccia vietata il 21 settembre nelle aree interessate dalla visita di Mattarella e Papa Francesco

Pali spezzati dal maltempo, da mesi nessuno interviene

La Parrocchia del Duomo festeggia i Santi dei Rioni

"Anonimi elettori" interrogano l'ex consigliere comunale Cristiano Federici

Notte dei Ricercatori, al CSCO c'è il convegno "Scolar-Mente: divulgazione del metodo scientifico"

Stefano Baldi, un pievese ambasciatore italiano a Sofia

Biomasse, "Passione Civica" contro-replica: "Ci interessa il risultato"

Sessantenne di Monteleone muore schiacciato dal crollo del solaio

Al via anche in Umbria la campagna congiunta di sicurezza stradale "Edward"

Sisma, emergenza e ricostruzione al centro di incontri con parlamentari e organizzazioni sindacali

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni