economia

Buona annata per il vino nonostante il maltempo. Fare squadra per vincere le sfide del mercato

giovedì 13 novembre 2014
Buona annata per il vino nonostante il maltempo. Fare squadra per vincere le sfide del mercato

Si è riunito ad Orvieto il Gie (Gruppo di interesse economico) “Vitivinicolo” della Confederazione italiana agricoltori dell’Umbria per una valutazione complessiva sulla vendemmia appena conclusa e sulle azioni da mettere in atto per cogliere, nell’interesse di tutta la filiera, le consistenti potenzialità di sviluppo del comparto. Nell’introdurre i lavori Giovanni Dubini, vicepresidente della Cia dell’Umbria e coordinatore regionale del Gie, ha innanzitutto compiuto un primo bilancio dell’annata vitivinicola 2014. Dubini ha citato i più recenti dati dell’Ismea-l’Istituto di Servizi per il Mercato agricolo e alimentare- che, a fronte di un calo produttivo superiore al 15 per cento a livello nazionale, registrano per l’Umbria un aumento del 9,8 per cento della produzione di vino rispetto al 2013 (da 901 a 990 migliaia di ettolitri); anche la qualità si prevede buona nonostante l’andamento climatico certamente non ideale.

“Nel primo semestre del 2014 – ha detto Dubini - il valore dell’export di vino italiano è aumentato dell’1,5 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, a fronte di un calo del 6 per cento registrato dalla Francia, nostro maggior concorrente; un chiaro segnale, questo, che la nostra produzione si va sempre più affermando sui mercati internazionali. L’appuntamento dell’Expo 2015, pertanto, costituisce – ha proseguito – un’occasione irripetibile per far conoscere a tutto il mondo non solo l’eccellenza dei nostri vini, vero e proprio traino per tutto l’agroalimentare, ma anche l’unicità dei territori dove vengono prodotti con le loro bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche.”

Per questo il Gruppo di interesse Vitivinicolo della Cia dell’Umbria ha espresso forte preoccupazione per il ritardo con cui si va programmando la partecipazione della nostra regione all’importante esposizione milanese del prossimo anno ed ha auspicato che la Regione sostenga con misure specifiche la partecipazione all’evento non solo degli imprenditori più grandi ma anche dei piccoli e medi vitivinicoltori così capillarmente presenti sul nostro territorio. Il Gie ha anche ribadito la necessità che si individui al più presto, in attuazione di quanto previsto nel Progetto Speciale Vino della Regione, un unico soggetto cui affidare la delicata funzione di coordinamento di tutte le azioni di promozione sui mercati nazionali ed internazionali; in attesa che maturino i tempi per la costituzione di un unico Consorzio di Tutela dei Vini dell’Umbria tale incarico potrebbe essere affidato al Consorzio Umbria Top che ha dato prova, nel corso degli ultimi anni, di possedere i requisiti necessari in fatto di rappresentatività e di professionalità.

Rispetto al Piano nazionale di sostegno per il settore vino il Vicepresidente Dubini della Cia ha ricordato anche l'importanza per l'Umbria dei due bandi ristrutturazione e riconversione dei vigneti e contributi per la misura degli investimenti di prossima uscita (dicembre-gennaio). Infine a proposito della riforma dell'Organizzazione comune di mercato del Vino che prevede, tra l'altro, la conclusione del sistema dei “diritti di impianto” a partire dal 1° gennaio 2016, il Gie ha convenuto di chiedere in accordo con le altre organizzazioni, alla Regione un provvedimento che consenta ai produttori la vendita dei “diritti” anche al di fuori dei confini regionali.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio