economia

Elenos: “Con noi l’Electrosys resta a Orvieto e tornerà a splendere”

sabato 18 ottobre 2014
Elenos: “Con noi l’Electrosys resta a Orvieto e tornerà a splendere”

Fa sul serio Leonardo Busi, amministratore delegato di Elenos, l’azienda che per prima in questi mesi ha presentato una proposta per rilevare l’Electrosys. Un’esperienza consolidata negli anni nel settore imprenditoriale dell’elettronica e del broadcasting, una rete aziendale tra le più consolidate in Italia, società sparse nel mondo e soprattutto in America dove le possibilità di interagire con Electrosys sono reali e concrete.

Questo è il mondo che Leonardo Busi (nella foto) conosce da tantissimi anni e ha deciso di mettere a disposizione della Electrosys con obiettivi determinati e chiari: “Mantenere l’azienda a Orvieto, mantenere il maggior numero di lavoratori possibili per rendere l’azienda competitiva e produttiva, recuperare l’attività di produzione e investire sulla ricerca e sviluppo”. 

Il piano Elenos per rilevare l’azienda orvietana appare agli esperti decisamente solido e realistico per le prospettive di un mercato che potrebbe diventare incerto per chi vuole, invece, esordirvi. Questo non è certo il caso di Busi che alle spalle ha una quarantina di anni di esperienza in questo campo. Del resto la maggioranza dei dipendenti ha immediatamente percepito la solidità del progetto Elenos, tant’è che nel mese di settembre alla prima presentazione del piano, la maggioranza dei lavoratori si era espressa a favore della proposta dell’azienda di Ferarra.

“Voglio essere chiaro - dice Busi - perché in questa fase non servono le strategie ma la chiarezza di un imprenditore che conosce il settore da tanti anni e comprende realmente se un’azienda può ripartire o meno. Sono anni che conosco la situazione di Electrosys e credo che se si continua ad allungare i tempi, poi si corre il rischio che quel poco che c’è potrebbe addirittura ridursi irreparabilmente. Abbiamo presentato un piano aziendale chiaro e soprattutto veramente realizzabile”.

“L’azienda resterà a Orvieto - continua Busi - con la sua identità ed esperienza e da qui potrà collaborare e lavorare inserendosi in un tessuto di altre società leader nel settore dell’elettronica e del broadcasting. Sono anni che ho aziende in America e conosco abbastanza bene quel mercato dove la Electrosys ha ottime possibilità di inserirsi se lo fa con partner seri e affidabili. Non si entra in questo mondo imprenditoriale se alle spalle non c’è l’esperienza per fare le scelte giuste e soprattutto in linea con un mercato in costante evoluzioni. Sono convinto che i lavoratori della Electrosys che poco tempo fa hanno espresso il loro favore verso il nostro piano aziendale hanno capito bene chi può realmente risollevare le sorti della Electrosys”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio