economia

Sbarra (Cisl): "Creare le condizioni per incanalare la vertenza Ast verso altre direzioni"

mercoledì 15 ottobre 2014
Sbarra (Cisl): "Creare le condizioni per incanalare la vertenza Ast verso altre direzioni"

La Cisl Umbria auspica che dall’incontro di giovedì 16 ottobre, sia possibile riaprire la questione Ast su basi nuove, positive e che si manifesti una volontà che vada oltre il lodo elaborato dal Governo e già respinto dal sindacato. Ciò per creare le condizioni per un’interlocuzione più appropriata per incanalare la vertenza in modo da tenere al centro la strategicità della produzione e l’impatto occupazionale. Questo favorirebbe la manifestazione che si terrà venerdì 17 ottobre a Terni. Un impegno al superamento del clima di insicurezza e di insofferenza che sta vivendo una città e che ha registrato il proprio apice nel consiglio comunale aperto dei giorni scorsi.

"Tutte le forze responsabili - afferma il segretario generale regionale Ulderico Sbarra - si devono impegnare per mantenere aperto uno stato di confronto serio ed efficiente, finalizzato agli obiettivi della produzione e del lavoro. In questo senso diventa importante, come avviene negli altri Paesi europei, un interessamento diretto della Presidenza del consiglio e del suo ruolo, sia sul fronte comunitario che nei confronti dell’azienda. Un impegno strategico per garantire prospettive produttive e occupazionali, sapendo cogliere anche le opportunità che si potrebbero prospettare oltre l’orizzonte ThyssenKrupp. In particolare se questa insistesse nel mantenere una rigida linea di tagli ai salari e all’occupazione, continuando ad evitare di misurarsi su un vero piano industriale.

Al fine di evitare che vi sia una deriva di ordine pubblico e l’intrusione di soggetti estranei che mirino soltanto ad alimentare il caos, sarebbe utile da parte di tutti più prudenza nelle dichiarazioni e negli annunci, a cominciare da chi a livello nazionale ha maggiori responsabilità. In particolare, quando si insiste nel delegittimare il sindacato, che è l’unico soggetto rappresentativo credibile nella gestione del conflitto e nella ricomposizione delle controversie. La politica dell’annuncio, del “meglio un uovo oggi che una gallina domani”, serve ad illudere le persone e rischia di generare solo un’infinità di uova. Senza però, mai, arrivare a partorire un pollo".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"