economia

Le misure della Sii per aiutare chi è in difficoltà. Tra gli obiettivi, evitare l'abusivismo

giovedì 17 ottobre 2013
Le misure della Sii per aiutare chi è in difficoltà. Tra gli obiettivi, evitare l'abusivismo

Dopo i rilevanti risultati della prima edizione, la Sii scpa e l'Ati hanno deciso di dare vita ad un secondo bando a favore delle utenze deboli mettendo a disposizione risorse per aiutare quelle famiglie sulle quali la crisi si fa particolarmente sentire. Il bando seguirà gli schemi di quello precedente con la possibilità di apportare migliorie dal punto di vista finanziario. Ati e Sii stanno infatti valutando la fattibilità dell'aumento dei fondi a disposizione rispetto al budget di 100.000 euro che caratterizzava la prima edizione.

"Vogliamo dare consequenzialità e strutturalità alle iniziative a sostegno delle utenze deboli - spiegano il presidente Stefano Puliti e il direttore generale Paolo Rueca - per aiutare chi è in difficoltà, essendo consapevoli che l'acqua è un bene essenziale". Il bando si inserisce in un pacchetto di misure che Sii ha da tempo attivato e che ha sempre l'obiettivo di venire incontro alle esigenze di quella fetta di utenza più svantaggiata. Oltre al bando infatti Sii ha attivi alcuni strumenti tra i quali i principali sono la possibilità di rateizzazioni e dilazioni di pagamento e la tariffa domestico-sociale. "Quello che vogliamo far crescere sempre più - dicono ancora il presidente e il direttore generale - è l'importanza del rapporto con la Sii, per questo è estremamente utile che il cittadino si metta in contatto direttamente con i nostri uffici per valutare le specifiche situazioni in modo da calibrare puntualmente le misure da adottare caso per caso".

Riuscire a instaurare un sistema per cui il 100% degli utenti pagano regolarmente il servizio è anche funzionale ad eliminare uno dei problemi più consistenti e che registra, tra l'altro, un incremento: il fenomeno dell'abusivismo. La crisi in atto sta infatti spingendo una parte dell'utenza verso forme di illegalità che da un lato comportano la configurazione di reati penali e dall'altro penalizzano la gran parte degli utenti onesti che invece pagano regolarmente l'erogazione del servizio e che rischiano di vedersi aumentare i costi a causa dei mancati introiti legati all'abusivismo. Sii ha creato una task force composta da tecnici che controllano il territorio provinciale con l'obiettivo di evitare comportamenti legati all'abusivismo o al non corretto utilizzo della rete idrica. "Non vogliamo assolutamente fare i gendarmi - precisano Puliti e Rueca - e ci rendiamo perfettamente conto che ogni situazione difficile è storia a sé e va valutata con attenzione. Dobbiamo però ricordare a tutti che più aumenta il numero di utenti che pagano e più sostenibile sarà la tariffa. Lo sforzo che Sii sta mettendo su questo settore è finalizzato a venire incontro agli utenti e solo in casi estremi e reiterati si attivano le procedure relative alla persecuzione dei reati, perché la scelta fatta è quella di sensibilizzare il cittadino sul corretto uso sia dell'acqua che della rete di distribuzione".

I sopralluoghi effettuati in questo 2013 sono stati finora 620 con il recupero di circa 277.000 euro, cifra che a fine anno si stima possa arrivare a circa 400.000 euro. Tale somma va ad aggiungersi ai circa 570.000 euro recuperati fra il 2011 e il 2012, portando il recupero complessivo intorno al milione di euro.

Pubblicato da Comitato per l'Acqua Pubblica dell'Orvietano il 17 ottobre 2013 alle ore 15:17
Precisiamo e ricordiamo ai cittadini orvietani che:
1) il gestore del servizio idrico non è autorizzato (se non per vostra espressa volontà) ad entrare nelle vostre case e/o nelle vostre proprietà private per fare quelli che loro definiscono "sopralluoghi" e/o per opere di manutenzione in generale. Ogni abuso va denunciato a norma di legge;
2) lo spostamento del contatore dell'acqua al di fuori dell'abitazione, ovvero in una posizione esterna leggibile al gestore senza la necessità di invadere le proprietà private, non a caso "caldamente" consigliato dal gestore stesso (!) non è assolutamente obbligatorio e non è previsto da nessuna normativa;
3) il distacco del contatore e/o l'interruzione della fornitura idrica da parte del gestore, ancorché per casi di morosità dell'utente, non è una pratica autorizzata e non c'è nessuna legge che lo prevede. Il gestore sarebbe tenuto altresì a garantire una fornitura minima vitale (50 litri di acqua al giorno, stabilita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità) perchè ricordiamo che l'acqua, in quanto risorsa primaria, non è una merce equiparabile all'energia elettrica o al gas da riscaldamento;
4) i gestori di tutta Italia, compreso il Servizio Idrico Integrato, dopo la scadenza dei termini per la richiesta di restituzione del canone di depurazione (15 ottobre scorso) percepito indebitamente dal 2003 ad oggi (Sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 15/10/2008 e Legge n.13 del 27/02/2009), tratterranno nelle loro casse le somme non richieste dagli utenti, nonostante l'appropriazione indebita di quest'utlime, ormai ratificata per legge;
5) il Comitato per l'Acqua Pubblica dell'Orvietano si riunisce tutti i mercoledì, dalle h 18.30 circa, ad Orvieto, presso la sede del Centro di Documentazione Popolare in Via Magalotti, 20 (150 m da Piazza della Repubblica).
Grazie per l'attenzione.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate

Meteo

venerdì 23 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.7ºC 91% buona direzione vento
15:00 5.5ºC 95% discreta direzione vento
21:00 5.1ºC 97% discreta direzione vento
sabato 24 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.8ºC 94% buona direzione vento
15:00 7.2ºC 92% buona direzione vento
21:00 4.7ºC 95% discreta direzione vento
domenica 25 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 2.4ºC 86% buona direzione vento
15:00 0.8ºC 83% discreta direzione vento
21:00 -3.1ºC 92% foschia direzione vento
lunedì 26 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -3.1ºC 78% discreta direzione vento
15:00 -3.8ºC 70% buona direzione vento
21:00 -7.3ºC 87% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni