economia

Pacchetti giubilari e nuove forme di turismo culturale, nel firmamento orvietano è pronto a brillare un As.t.r.o.

venerdì 14 giugno 2013
Pacchetti giubilari e nuove forme di turismo culturale, nel firmamento orvietano è pronto a brillare un As.t.r.o.

Si è tenuta venerdì 14 giugno al Palazzo dei Sette la conferenza stampa di presentazione di As.t.r.o., l'associazione turistica ricettiva orvietana nata sulla spinta del biennio giubilare in corso e dalla necessità di un coordinamento reale tra i soggetti imprenditoriali del territorio. "Nonostante Orvieto non sia nuova alla presenza di strutture associative nel mondo dell'imprenditoria turistica - ha esordito il presidente Claudio Martinelli - l'associazione riunisce per la prima volta tanto i fornitori di servizi che gli intermediari commerciali dei prodotti turistici".

Così come è già avvenuto in occasione delle recenti manifestazioni di "Orvieto in fiore" e "Orvieto la città del Corpus Domini", As.t.r.o. punta a mettersi a disposizione di tutti quei soggetti pubblici e privati che intendono lavorare per una rinascita ed una crescita del movimento turistico del territorio. Ad oggi al progetto hanno aderito 29 strutture di cui 16 hotel di categoria 3 e 4 stelle ad Orvieto centro e nei quartieri fuori le mura, per un totale di 800 posti letto; 11 ristoranti di grandi, medie e piccole dimensioni per un totale di 3000 coperti; 2 Tour Operator-Agenzie di Viaggio che da anni operano sul territorio quali Orvietur ed Effegi.

"Tutto ciò - è stato sottolineato - consente fin da subito di offrire alla domanda di soggiorno ad Orvieto e nell'Orvietano una offerta complessiva ed esaustiva delle potenzialità che la città ed il comprensorio sono in grado di esprimere. La vera novità, però, è rappresentata non soltanto dal numero degli aderenti, ma dal mutato approccio nel rapporto tra fornitori ed intermediari che si trovano a costruire insieme le proposte turistiche sia in termini di contenuto che in termini economici, in uno sforzo comune per promuovere il territorio in armonia con le sue molteplici potenzialità e nel rispetto delle differenti caratteristiche della strutture ricettive senza mortificare le rispettive capacità e necessità economiche".

Nel concreto, l'associazione si propone infatti come referente unico cui poter affidare tutte le fasi gestionali legate alla prenotazione di singoli servizi turistici o anche alla realizzazione di pacchetti più complessi. Specificatamente collegati all'evento giubilare, i due tour operator hanno creato 2 distinti prodotti turistici per individuali e per gruppi. Questi prodotti, redatti in 5 lingue, e che hanno anche usufruito della fattiva collaborazione delle guide turistiche orvietane, sia come consulenza in fase di redazione, ma anche come disponibilità massima in fase di attuazione, sono stati diffusi presso 25.000 contatti, patrimonio delle stesse agenzie. Per quanto riguarda il prodotto "individuali", tutti gli associati saranno coinvolti nella fase della promozione, distribuzione e vendita al turismo già presente sul territorio.

L'ambizione è, inoltre, quella di rappresentare un partner affidabile e concreto per le istituzioni, nel difficile compito di ricostruire una immagine identitaria del territorio supportando  l'amministrazione anche nelle scelte direttamente ed indirettamente connesse alla vivibilità della città e del comprensorio. A questo proposito sono già stati intrapresi contatti e tavoli di lavoro che ci auguriamo possano essere sempre più frequenti e costruttivi. "Il nostro cronoprogramma - hanno spiegato i promotori - prevede interlocuzioni anche con le altre amministrazioni comunali del comprensorio e con le istituzioni provinciali e regionali. Non ultimo il lavoro che l'Associazione intende svolgere con i propri associati per mettere a punto le strategie per migliorare a tutti i livelli la qualità dell'accoglienza che le imprese turistiche dell'orvietano debbono poter offrire. Riteniamo di aver avviato un processo importante nella direzione di una unità non solo di intenti, ma anche e soprattutto operativa, che certamente in questa occasione, ma auspicabilmente nel futuro, faciliterà il rapporto tra e con le imprese turistiche dell'Orvietano".

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 marzo

Orvieto basket in trasferta a Foligno, sfida tra le big del campionato

Proiezione del documentario "Un monte d'acqua" e dibattito sull'impatto della geotermia

"Propaganda and Ideology in Rome". A Orvieto gli studenti del master in Storia antica della University College London

Orvieto Basket. Delusione reatina per l'Under 17

Avviate le attività di riproduzione per le specie ittiche. Divieti di pesca, ecco dove

Sale il livello dei fiumi, Paglia e Chiani "osservati speciali"

Azzurra, Cagliari – Orvieto 82-70 ma la salvezza è molto più vicina. Ultimo appuntamento della regular season

Dal Vinitaly una prospettiva per dare maggiore evidenza al vino di Orvieto e al Territorio

"La fotografia si tinge di rosa". Dopo il contest, arriva la mostra

Caccia ai ladri nell’Orvietano, scappano a piedi dopo un lungo inseguimento

City Camps a Ficulle con l'Associazione Culturale Linguistica Educational

Edilizia: sindacati, settore "massacrato". Il rinnovo del contratto integrativo è un'occasione per il rilancio

Terza edizione de "La Città del Corpus Domini" nel segno della bellezza

Con l'Umbria che si sveglia presto. Sette punti per un contratto elettorale dell'Orvietano con la presidente Marini

Intercity 581, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti si attiva verso Rfi e Trenitalia

Il Libro Parlante apre col botto: il 12 aprile incontro con David Grossman

Operazione "Silver and Gold", primi riconoscimenti della refurtiva

Piena fiducia del Sindaco all'Assessore alla Cultura

Tevere in piena a Marsciano, cade in un fosso e annega