economia

Al trotto per conquistare il mercato: l'Ippovia della Regione del Tufo diventa realtà

lunedì 19 settembre 2011
di Laura Ricci
Al trotto per conquistare il mercato: l'Ippovia della Regione del Tufo diventa realtà

Tre regioni, tre province e nove comuni insieme per fare marketing territoriale e economia del turismo attraverso uno sport ecocompatibile e di target medio-alto come l'ippica. E' questo l'asse fondamentale da cui nasce il progetto dell'Ippovia della Regione del Tufo, che è stato presentato domenica scorsa nella bellissima location della Sala degli Specchi di Villa Paolina di Porano, mentre nel parco della residenza si stava svolgendo la riuscita manifestazione "Pomi & Galline", anch'essa legata alla concezione altrettanto ecocompatibile del vivere bene e del mangiar sano. Proprio la sede giusta per presentare il progetto dell'Ippovia, considerando che nel parco della villa si sono svolti, per molti anni, concorsi ippici di richiamo nazionale e che a Porano la tradizione del cavallo è sempre stata sentita e viva.

Come è stato sottolineato anche nel convegno, l'Italia arriva tardi, rispetto ad altre nazioni europee (Gran Bretagna, Francia, Austria, Germania) in questo settore di turismo sportivo, che offre grandi possibilità di contatto con i piccoli borghi, le tradizioni tipiche e la natura. Ma non è mai troppo tardi per iniziare e crescere e, nello spirito di cooperazione tra territori che da tempo si sollecita in ogni campo per allargare il turismo e migliorare questo tipo di sviluppo e di economia, l'Ippovia della Regione del Tufo coglie nel segno.

Numerosi i rappresentanti istituzionali e i quadri FISE intervenuti al convegno, tra cui l'assessore regionale al Turismo Fabrizio Bracco, il commissario dell'APT regionale Stefano Cimicchi, l'On. Giancarlo Miele, presidente della commissione sviluppo economico e turismo della Regione Lazio, gli assessori al Turismo dei comuni e delle province cooperanti (Acquapendente, Bagnoregio, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Farnese, Pitigliano, Sorano, Valentano e Porano, comune capofila), Federico Forcelloni, responsabile Dip. Eventi Storici e di Tradizione della FISE, Mirella Bianconi presidente Comitato Regionale FISE Umbria. A fare gli onori di casa il sindaco di Porano, Giorgio Cocco, insieme a Luciana Olimpieri che, oltre ad essere assessore al Turismo e allo Sport del Comune di Porano, ricopre anche il ruolo di direttore Marketing del Dip. Turismo Equestre FISE, e che del progetto è stata appassionata e efficiente promotrice.

Ed è stata proprio l'assessore Olimpieri ad illustrare ampiamente l'Ippovia della Regione del Tufo e quelle che potranno essere le positive ricadute sullo sviluppo dei territori che andrà a interessare: zone di confine tra Lazio, Umbria e bassa Toscana, con tradizioni spesso comuni riconducibili al tessuto maremmano, dove da sempre il cavallo ha trovato condizioni di habitat favorevoli e, da parte degli abitanti, uso funzionale e accoglienza. Un progetto a cui è stato dato il via per quanto riguarda la creazione della sentieristica, già percorsa, in sordina, da amazzoni e cavalieri, e che attende solo una più ampia promozione sul mercato e un contatto più stretto con gli operatori locali per farne uno strumento più efficace di turismo stanziale. L'Ippovia, infatti, che tocca nove comuni con il percorso principale, ma che si espande su venti con una serie di microaree, è pensata in 230 chilometri di estensione per essere percorsa in nove giorni e per sconfiggere, almeno puntando su chi è appassionato del cavallo, il turismo "mordi e fuggi" che troppo spesso contraddistingue le nostre zone.

Al progetto, per varie ragioni, è andato il plauso sia dell'APT che dell'assessorato regionale dell'Umbria: perché tocca il segmento sportivo, uno dei più trainanti; perché è pensato in modo ecocompatibile nella natura e nelle aree interne, lungo il filo del vivere slow e della riscoperta delle tradizioni e dei piccoli borghi; e soprattutto perché, proprio nel momento in cui la Regione Umbria comincia a pensare all'estensione delle sue politiche all'Italia di mezzo, è proprio alle sinergie tra territori dell'Italia di mezzo che guarda.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 febbraio

Escursione nel Parco Fluviale del Tevere, tra il Campione e la Canepaccia

"Orvieto is our home". Non dobbiamo deluderli…

In tanti all'Unitre per l'incontro con la Guardia di Finanza

In arrivo l'Isola Ecologica comunale, dalla Regione 200.000 euro

"Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo" al Teatro Comunale

Sei totem per la sicurezza e la "cardio-protezione" del paese

Unione Intercomunale del Trasimeno, "il territorio c'è"

Orvieto e Allerona in onda su "Sereno Variabile", fra tradizioni e bellezze

Frecciarossa Perugia-Milano: 3.200 prenotazioni. Chianella: "Numeri straordinari"

Riparto fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 milioni di euro

"Un sorriso per Raffaella. I clown di corsia arrivano a Orvieto!"

Quattordici "occhi" sul territorio. Potenziato il sistema di video-sorveglianza

Intitolate ad Eugenio Fumi, piazza e area di ricerca e sviluppo in Vetrya 2

Via agli incontri per la Cabina di regia per la programmazione della rete scolastica

Orvietana in pausa. Il Campionato riprende il 25 febbraio

Differenziata, novità in vista. Per i commercianti c'è tanto da migliorare

Carta Tutto Treno, "la strada è quella del reddito individuale"

Wine Show, da Orvieto a Todi. "Prendere impegni era un salto nel buio"

Chiusura dell'Archivio di Stato, la palla ora passa al Ministero

Rti avanza richieste economiche al Comune, la questione approda in Consiglio

Contratto di fiume Paglia, sì del consiglio al secondo report intermedio

Destinazioni d'uso per Villa Valentini e Casale Trentavizi. Strade al demanio, sì del Consiglio

Centro storico in affanno, ma il Consiglio boccia la mozione e non torna indietro

Sì del Consiglio alla mozione che dice no a impianti geotermici

"Vincere la sfida del lavoro significa sostenere la cultura agricola della Tuscia"

"Il Modello Civita deve servire da traino a tutto il resto della Tuscia"

Comitato pendolari Orte: "Siamo alla frutta"

Borgo Hescana, ancora nessuna videosorveglianza. Olimpieri (IeT): "Solite promesse non mantenute"

Tra Oasi e Castello di Alviano, un "Tandem" di bellezze in concorso fotografico

Roberto Ciufoli da solo si moltiplica. Sul palco del Mancinelli arrivano i suoi "Tipi"

Discarica "Le Crete", le minoranze chiedono la convocazione della Commissione speciale di studio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il quinto numero dell'aperiodico di Letteralbar

Orvieto Fc al PalaPapini contro il Montebello. Nobuyuki Hayashi traccia il punto

Un volo troppo lungo

Blitz della polizia contro la banda dei tir, trovato un mezzo rubato alla ditta Ciotti

Vetrya incrementa i ricavi del 54%

Furto nelle campagne orvietane, ladri in fuga con trattore e salumi

Partenariato tra Allerona e Castel Viscardo per la promozione di prodotti agro alimentari filiera corta

La differenziata sale al 75%, Castel Viscardo nella top ten dei Comuni più virtuosi

Emergenza terremoto, via al dialogo per salvare il patrimonio dell'Umbria

Dal 21 febbraio, Urp e Anagrafe di Orvieto Scalo aperti solo di martedì

Piazza della Pace, via ai lavori di riqualificazione delle strutture

"It's time. Questo è il momento!!!". Orvieto Fotografia-Convention FIOF fa tredici

"Scolar-mente". Al Csco incontro su "Matematica e metodo scientifico"

Province, Lattanzi: "Il Governo fermi i tagli e dia risorse agli enti, ricorso al Tar contro provvedimenti non costituzionali"

Variati (Upi): "Manca un miliardo e 300 milioni, aspettiamo il Governo fino a fine febbraio, poi esposti in procura"

Bando speciale servizio civile, 208 volontari richiesti per progetti di assistenza alla popolazione colpita dal sisma

Uisp Scherma, il Trofeo Pegaso fa centro. Tutti i premiati

Tesori nascosti tornano alla luce, riscoperto l'Ambulacro sotterraneo

Acque e seno