economia

Fabro. Aggiudicati i lavori per la realizzazione della nuova scuola primaria. Via alla costruzione di un polo scolastico

venerdì 14 gennaio 2011

Lo scorso 15 dicembre l'Amministrazione Comunale di Fabro ha definitivamente aggiudicato i lavori per la realizzazione della nuova scuola primaria.


L'intervento, progettato dall'Architetto Paola Fratini in collaborazione con l'Architetto Vanessa Correro, avrà un costo complessivo pari a 800.000,00 euro e sarà eseguito dalla ditta GEFIM S.r.l. di Narni che, oltre ad essersi aggiudicata la gara offrendo un ribasso del 9,696%, ha acquistato l'edificio della ex scuola primaria di Fabro Scalo al prezzo di 330.000,00 euro.


"L'importo per eseguire i lavori, - si legge in una nota stampa congiunta dell'assessorato ai Lavori Pubblici e di quello alla Pubblica Istruzione, - sarà coperto utilizzando in parte il ricavato della vendita della "Fede Focardi Valletta" con un importo pari a 330.000,00 euro, in parte utilizzando un finanziamento della Regione umbria di 351.000,00 euro ed in parte mediante l'accollo di un mutuo pari a 120.000,00 euro a carico del comune di Fabro. L' inizio dei lavori è fissato per l'inizio del mese di febbraio 2011 mentre la durata dell'intero intervento è stimata in 360 giorni in modo da essere in grado di spostare tutti gli alunni delle scuole primarie di Fabro nella nuova struttura per l'inizio dell'anno scolastico
2012-2013. "

"Con il suddetto intervento, - continuano gli assessori Squarcia e Baldini, - unitamente a quello di ampliamento dell'asilo Nido "Le Coccinelle", per il quale i lavori hanno avuto inizio prima delle festività natalizie, ed alla realizzazione di una cucina a servizio della mensa scolastica all' interno dei locali della scuola secondaria, per la quale nei prossimi giorni verranno espletati gli atti formali per dare inizio alla pubblicazione del bando, si concretizza uno degli impegni assunti da questa amministrazione con la cittadinanza. La realizzazione di un polo scolastico permetterà infatti di rendere più efficienti i servizi e di accrescere le coesione sociale all'interno del nostro Paese, elemento fondamentale per la crescita dei futuri cittadini."

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio