economia

Depotenziata l'Agenzia Entrate di Orvieto. Interrogazione Sacripanti in Provincia

martedì 25 maggio 2010
Depotenziata l'Agenzia Entrate di Orvieto. Interrogazione Sacripanti in Provincia

"Riqualificare l'ufficio delle entrate di Orvieto". Lo chiede Andrea Sacripanti (Pdl) in un'interrogazione di cui si allega il testo: "L'Ufficio delle Entrate che ha sede a Orvieto, dal mese di dicembre, è stato pesantemente depotenziato e ridotto a semplice sportello rispetto alla sede principale del capoluogo di provincia. Ormai da sei mesi, infatti, nella sede orvietana de Il Borgo si possono svolgere solo le attività più semplici come l'apertura di partite iva, mentre, per le pratiche più importanti come, ad esempio, i patteggiamenti o le transazioni tra i contribuenti ed il fisco, è obbligatorio spostarsi a Terni.

La sede locale, pertanto, non ha più alcuna autonomia per quanto riguarda la materia del contenzioso tra i cittadini, le imprese ed il Fisco. L'accentramento delle funzioni a Terni, pur rispondendo al nuovo dettato normativo che impone l'accentramento delle funzioni nelle sedi principali, penalizza ulteriormente un territorio come quello orvietano già marginalizzato in passato da scelte politiche e amministrative, sia regionali che provinciali, che lo hanno spogliato nel tempo di servizi ed uffici, appesantendo, in tal modo, la vita sociale e lavorativa dei cittadini residenti. Tale situazione rischia di compromettere ormai definitivamente anche la possibilità che Orvieto possa un giorno ritornare ad essere sede della Commissione tributaria, possibilità auspicata da tempo da tutti i cittadini di Orvieto e dei paesi limitrofi, nonché di mettere a repentaglio la permanenza, nella stessa città, dell'Ufficio del registro.

La condizione essenziale per ospitare la Commissione tributaria in una città è infatti quella che ci sia la sede del tribunale e dell'ufficio delle entrate che, depotenziato nelle funzioni e lavorando conseguentemente a regime particolarmente ridotto, non potrebbe giustificare l'insediamento di una Commissione tributaria ad Orvieto. Chiedo quindi alla Provincia di intervenire presso le istituzioni competenti al fine di sollecitare la riqualificazione dell'Ufficio delle Entrate di Orvieto, con l'obiettivo di restituire ai cittadini orvietani e del vasto territorio circostante, servizi e prestazioni più vicini alle loro esigenze ed evitare così che gli stessi siano costretti a spostarsi continuamente a Terni con tutti i disagi connessi".

Commenta su Facebook