economia

Si riunisce a Orvieto il gruppo umbro della Confederazione Italiana Agricoltori. Resa delle uve e Orvieto doc al centro del dibattito

martedì 20 aprile 2010
Si riunisce a Orvieto il gruppo umbro della Confederazione Italiana Agricoltori. Resa delle uve e Orvieto doc al centro del dibattito

Lo scorso mercoledi 14 Aprile si è riunito il gruppo di interesse vitivinicolo umbro della Confederazione Italiana Agricoltori sollecitato anche dalle richieste pervenute da alcuni soci, in particolare dalla Cantina Monrubio di Monterubiaglio che ha richiesto un confronto di idee con i soci della confederazione a seguito delle difficoltà che investono il comparto vitivinicolo in generale, ed in particolare in riferimento alla situazione della denominazione di origine di Orvieto.

Tema principale della discussione a cui hanno partecipato il Presidente regionale CIA Domenico Brugnoni, il direttore Catia Mariani, il Presidente della Cia di Orvieto Giampiero Rosati e il responsabile del gruppo di interesse vitivinicolo Giovanni Dubini la richiesta di modifica del disciplinare di produzione dell'Orvieto in merito alla resa di uva per ettaro. In particolare si è dibattuto sulla richiesta avanzata dal Consorzio Tutela Vino Orvieto nel 2009 al Ministero delle Politiche Agricole per l'aumento della resa da 110 a 120 ql/ha e della opportunità o meno alla luce dell'andamento del mercato dell'ultimo periodo di mantenerla inalterata,
Dopo ampio dibattito sentite le diverse posizioni espresse dai Soci partecipanti, la Confederazione Italiana Agricoltori ha convenuto sulla necessità di mantenere la produzione per ettaro di uva agli attuali 110 ql. ritenendo che in questa fase di mercato un aumento di produzione andrebbe a appesantire una situazione già critica con ripercussioni negative sui prezzi del prodotto.

Commenta su Facebook