economia

Confcommercio Orvieto chiede al Sindaco di rivedere il blocco di Via di Piazza del Popolo

martedì 11 agosto 2009
di Monica Riccio
Confcommercio Orvieto chiede al Sindaco di rivedere il blocco di Via di Piazza del Popolo

Torna a far discutere il sistema di organizzazione temporale dei varchi elettronici posizionati in alcuni punti nevralgici di Orvieto a salvaguardia del centro storico. In particolare, ad attirare le proteste dei cittadini e, a quanto sembra, anche degli operatori economici del centro storico, è il varco posizionato in Via di Piazza del Popolo. A scendere in piazza anche Confcommercio Orvieto con la richiesta al Sindaco Antonio Concina affinché ci si adoperi al più presto per una attenta revisione del sistema stesso.

Lo stesso Concina, durante la recente campagna elettorale che lo ha poi portato a succedere a Stefano Mocio alla guida della città, aveva più volte ribadito di essere intenzionato ad apportare delle modifiche al sistema varchi. Ad una attenta osservazione non è ben chiaro, sottolinea Giuseppe Santi, Presidente di Confcommercio Orvieto, come mai mentre gli altri punti elettronici di rilevazione accesso sono temporizzati, il varco di Piazza del Popolo è "chiuso" 24 ore su 24.
"Di fatto la sfasatura, - si afferma nella lettera di Confcommercio, - tra il funzionamento continuo di detto varco e l'attivazione per fasce orarie degli altri accessi al centro (10.00-14.00 / 16.30-06.00) induce confusione ed incertezza nei fruitori motorizzati della Rupe ed anche da ciò scaturisce un ulteriore elemento sfavorevole per l'attrattività turistico-commerciale del cuore della città."
Santi rivolge quindi al Sindaco Concina, all'Assessore al Commercio, Marco Sciarra e al Comandante della Polizia Urbana, Tenente Colonnello Mauro Vinciotti, una richiesta di verifica delle funzionalità e delle prerogative e, in definitiva, chiede una revisione del sistema varchi.

A quasi un anno dall'introduzione del sistema varchi, ci sembra forse ormai necessaria un'analisi approfondita "sul campo" da parte della nuova Amministrazione, analisi non necessariamente volta ad abolire i varchi in sé, ma senza dubbio in funzione di una ottimizzazione del sistema stesso. In effetti la chiusura totale del varco di Piazza del Popolo non ci pare una strategia vincente nei confronti dell'eliminazione del traffico in Piazza della Repubblica, raggiungibile comunque da Via Garibaldi, e ci sembra che "l'isteria" di chi cerca parcheggio, - come l'aveva definita l'ex Sindaco Mocio, - sia prerogativa comune un po' a tutte le piazze orvietane, non solo a Piazza del Popolo. Ci piace pensare che non appena entrerà in funzione il parcheggio di Via Roma (quando?), Piazza del Popolo risulterà meno congestionata e, di conseguenza, potrebbe venir meno la protezione "anti-isterici" a guardia di cui è stato collocato il varco in questione.

 

 

 

"Poche regole chiare per tutti", Marco Sciarra, assessore al Commercio/Turismo promette varchi diversi

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 marzo

Semaforo mobile blocca il traffico sul Ponte dell'adunata

Comprensorio e Intercomunale del Pd pronti per le Regionali, ampio consenso su Galanello

Coppia di Ficulle vittima della truffa della casa di legno, i carabinieri denunciano due messinesi

La Conferenza permanente delle Donne Democratiche di Orvieto elegge portavoce Alice Leonardi

Il clero della diocesi di Orvieto-Todi in ritiro spirituale a Spagliagrano

Zambelli Orvieto: sarà una Coppa Italia di grande attrattiva

Un logo per Civita di Bagnoregio. Via al concorso di idee per realizzarlo

Polemica rientrata, la sala piccoli interventi dell'ospedale è operativa

Le iniziative a cura del Centro di Documentazione Popolare di Orvieto

Il Lions Club vicino al Gruppo Fai di Orvieto per le Giornate di Primavera

Rupe di Sugano. Entro fine estate, via agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Nuova data per la tappa di Orvieto del tour "In strada con sicurezza"

Sacripanti (FdI-An): "Affidare quanto prima il Centro Congressi a soggetti esterni competenti"

Royale Confrerie Prestige des Sacres. Serata di beneficenza per sostenere la lotta contro il cancro

Sul palco di "Amateatro" è la volta di "Come d'Autunno"

La Farsiccia di Archeofood pronta a conquistare il San Giovanni di Orvieto

A Camorena le celebrazioni in ricordo del sacrificio dei Sette Martiri orvietani

"SNS Meeting" al Palazzo dei Congressi. Attività svolta e programmi di gestione e di sviluppo

Verso la candidatura del merletto italiano come patrimonio immateriale dell'Unesco

Cerimonia delle Candele e due nuovi ingressi per la Fidapa di Orvieto

Centrale a biomasse. Ancora un contributo per capire meglio

Perché aderire all’associazione Libera. Anche in Umbria occorre impegnarsi contro le mafie

Buoni frutti dall'impegno politico di Emily Umbria: molte le socie elette. Nell'immediato un'iniziativa politica il 7 aprile e la piena attuazione sul lavoro dei diritti per le pari opportunità

Settimana della Cultura: '...che il buon Dio ci faccia ritornare a casa sani e salvi e vincitori'. Lettere e cartoline di soldati della I guerra mondiale. All'Archivio di stato di Orvieto fino al 30 aprile

Settimana della Cultura: 25-31 marzo 2008. Domenica 30 Marzo visite guidate presso i tre Antiquarium Comunali di Baschi, Lugnano in Teverina e Tenaglie

Un voto a sinistra per una scelta di parte. Mercoledì 26 marzo incontro-dibattito con il candidato al Senato Giuseppe Ricci: ore 21 a Palazzo dei Sette

La valorizzazione della Tuscia passa per il Casello autostradale Nord. Soddisfazione di Assocommercio per il comune impegno dei Comitati dell'aeroporto di Viterbo e del Casello Nord

La Nuova Biblioteca Luigi Fumi si arricchisce della donazione Giuseppe Gadda Conti

Il Dottor Terrezza confermato direttore sanitario alla Divina Provvidenza di Ficulle. 600 firme a suo sostegno

Protestano i lavoratori dell'autogrill di Fabro chiuso per inagibilità. Summit in Prefettura per trovare una celere soluzione

Confagricoltura Orvieto chiede coinvolgimento e trasparenza sulla centrale a biomassa

Giovedì 27 marzo a Orvieto incontro alle 21 con Giampiero Bocci e Carlo Emanuele Trappolino. Altri incontri a Viceno, Castelgiorgio, Porano