economia

Cambia il rapporto tra Fondazione e CSCO. 100 mila euro in meno e contributi solo a progetto

venerdì 17 aprile 2009
di laura
Cambia il rapporto tra Fondazione e CSCO. 100 mila euro in meno e contributi solo a progetto

La Fondazione Cassa di Risparmio Orvieto, che è parte di diritto con un proprio socio (attualmente Andrea Taddei) del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Centro Studi "Città di Orvieto", non contribuirà più alla gestione e alle attività del CSCO con la consueta quota annuale di 150 mila euro. Il supporto della Fondazione CRO al Centro Studi non verrà tuttavia meno del tutto, ma cambieranno le modalità. La Fondazione CRO, infatti, secondo quanto stabilito nel suo ultimo Consiglio di amministrazione, si riserva di erogare contributi alle attività del Centro Studi su base progettuale, fino a un massimo di 50 mila euro annuali.

Lo hanno illustrato oggi, rispondendo a una domanda in merito ai rapporti tra Fondazione e CSCO avanzata dal nostro giornale, il Presidente della Fondazione Enzo Fumi e il Segretario dell'organismo Avv. Adolfo Ciardiello. Un nuovo e più moderno indirizzo per sostenere l'attività del Centro Studi, hanno affermato, che desidera garanzie di qualità e, al tempo stesso, intende stimolare la progettualità e la creatività di chi, dalla Fondazione, è sostenuto. Nel contesto della dichiarazione, il Presidente Fumi non ha mancato di elogiare l'operato della Presidente Pirkko Peltonen, che subentrata alla presidenza del CSCO nel 2007, molto ha fatto, e a titolo gratuito, per dare nuovo impulso al Centro Studi e riportare i conti in pareggio.

In pratica tuttavia, nonostante le fatiche e la dedizione della Presidente, con questa decisione della Fondazione il CSCO si trova ad avere, bene che vadano le cose, 100 mila euro in meno per la gestione delle sue attività. Raggiunta dal nostro giornale, che le ha chiesto le sue considerazioni su questo nuovo scenario, la Presidente Peltonen così dichiara: "E' sempre più usuale, per le Fondazioni bancarie, destinare finanziamenti a progetto anziché a pioggia. Sono perfettamente d'accordo con questa linea, tanto è vero che il CSCO partecipa ai bandi Regionali e ha presentato all'attenzione della Fondazione quattro progetti. Tutto questo fa parte della nostra nuova mission, iniziata due anni fa con il mio arrivo. Rigore e qualità sono le nuove direttrici della politica del Centro Studi, tanto è vero che lo scorso gennaio il CSCO ha ottenuto la qualifica di Agenzia formativa accreditata presso la Regione Umbria. Del nuovo indirizzo del Centro Studi sarò felice di parlare con i giornalisti che lo volessero".

"Resta il rammarico - conclude la Presidente Peltonen - che proprio in questo momento in cui il CSCO sta dimostrando di essere un vero centro di Alta formazione, la Fondazione non abbia ritenuto di darci quella mano forte di cui abbiamo bisogno per uscire definitivamente dal cono d'ombra in cui l'aveva lasciato l'amministrazione precedente".

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca