economia

Passi avanti nella gestione operativa del PAAO. Approvata la bozza di convenzione

martedì 18 novembre 2008
Passi avanti per l'avvio della gestione operativa del PAAO (Parco Archeologico e Ambientale dell’Orvietano). E' stata infatti approvata, nel Consiglio Comunale tenutosi ieri a Orvieto, la bozza di convenzione per la gestione del Parco Archeologico e Ambientale dell’Orvietano, insieme a una risoluzione, presentata da Altra Cittŕ e perfezionata in sede di Conferenza dei Capi Gruppo, che auspica la collaborazione con il Comune di Bolsena. La bozza di convenzione per la gestione del PAAO dell’Orvietano rigiuarda la gestione integrata tra i Comuni di Orvieto, San Venanzo, Montegabbione, Parrano, Allerona, Castelgiorgio, Castel Viscardo, Porano e la Provincia di Terni. La convenzione conferma l’accordo di programma sottoscritto nel novembre 2003 tra alcuni enti in cui erano individuate finalitŕ e azioni comuni per la realizzazione del Parco Archeologico Ambientale dell’Orvietano, allo scopo di valorizzare e mettere a sistema un territorio ampio e ricco di risorse culturali con l’individuazione di un ulteriore strumento di sviluppo economico del territorio stesso. Il parco archeologico era ed č finalizzato a: - valorizzare in loco i beni mobili e immobili e delle aree aventi valore archeologico, storico, artistico, ambientale e demo-etno-antropologico; - recuperare le presenze archeologiche e monumentali dei complessi storico-artistici e ambientali anche attraverso attivitŕ di supporto alle funzioni di monitoraggio e tutela; - favorire l’integrazione tra Uomo ed Ambiente anche mediante la salvaguardia dei valori antropologici, archeologici, storici ed architettonici e delle attivitŕ agro-silvo-pastorali e tradizionali; - promuovere attivitŕ di educazione, formazione e ricerca scientifica, anche interdisciplinare ed attivitŕ ricreative compatibili; - promuovere i beni e le aree in questione a fini turistici; - valorizzare le risorse umane e la promozione dell’occupazione tramite misure integrate che sviluppino la valenza economica ed educativa dell’area del PAAO; - l’arricchimento espositivo e museale dei territori oggetto della convenzione. Grazie alla convenzione sarŕ possibile una presentazione piů coerente del complesso storico e ambientale presente nei territori dei comuni interessati, una veicolazione piů capillare degli utenti locali e dei flussi turistici anche verso le localitŕ con patrimonio culturale e ambientale non altrimenti conosciuto o accessibile al grande pubblico, un risparmio gestionale nello studio, nella promozione e nella valorizzazione del patrimonio archeologico ambientale e delle attivitŕ ad esso connesse connesse. Ente capofila č il Comune di Orvieto, mentre gli organismi di coordinamento, gestione e progettazione sono l’Assemblea degli Enti sottoscrittori della convenzione, il Comitato d’indirizzo scientifico, la Direzione e il Coordinamento tecnico-amministrativo. L’Assemblea degli Enti sottoscrittori che esercitano le loro prerogative riguardo le linee guida del PAAO č presieduta dal Sindaco del comune capofila (o suo delegato) e ne fanno parte i Sindaci dei Comuni facenti parte del PAAO (o loro delegati), un rappresentante della Regione Umbria e un rappresentante per la Provincia di Terni. L’Assemblea provvede a: nominare il Direttore, dettare le linee programmatiche necessarie al funzionamento del PAAO, le eventuali convenzioni di gestione di particolari beni e/o servizi, le loro modifiche e/o integrazioni, esercitare funzioni di controllo sulla gestione finanziaria e generale del PAAO, approvare il programma di gestione e di attivitŕ, il rendiconto e nominare il Comitato d’Indirizzo Scientifico su proposta del Comune capofila, esercitare compiti di supporto al Comitato stesso e di controllo sulle attivitŕ del Coordinamento tecnico-amministrativo, normare, tramite regolamento, il funzionamento interno degli uffici addetti al parco ivi compresa la gestione economico-finanziaria nonché il funzionamento dell’Assemblea stessa. Il Comitato d’Indirizzo Scientifico č composto da un massimo di 7 membri: 1 rappresentante della Soprintendenza Archeologica dell’Umbria, 1 Direttore del PAAO, 1 rappresentante del Comune Capofila, 4 studiosi di fama nazionale ed internazionale nelle materie di pertinenza del Parco. Sulla scorta delle linee guida espresse dall’Assemblea degli Enti sottoscrittori, il Comitato d’Indirizzo scientifico esprime pareri ed elabora programmi e azioni da porre in essere per una maggior valorizzazione delle risorse culturali, elementi utili anche a concorrere ad eventuali forme di finanziamento del parco stesso. I membri del Comitato d’Indirizzo Scientifico rimangono in carica per cinque anni, successivamente i singoli o l’intero Comitato vengono confermati o sostituiti dall’Assemblea degli Enti sottoscrittori. La figura del Direttore assolve anche alle funzioni di raccordo fra Comitato d’Indirizzo Scientifico e Assemblea degli Enti sottoscrittori. Il Coordinamento tecnico-amministrativo č composto da un tecnico designato da ogni Amministrazione Comunale. Il comitato affianca il direttore nella predisposizione del piano operativo e rappresenta il punto di contatto tra il PAAO e ogni singolo Ente Territoriale; il Comune capofila garantisce, infine, il supporto tecnico/amministrativo per la gestione e il funzionamento delle attivitŕ del PAAO. Per ulteriori particolari sui termini della Convenzione rimandiamo al sito internet del Comune di Orvieto.

Pieno sostegno alla convenzione per la realizzazione del Parco Culturale PAAO

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate