economia

Il Comitato per l'aeroporto di Viterbo sostiene con entusismo il neo Comitato di Orvieto per la realizzazione del casello nord sulla A1

sabato 22 marzo 2008
Il Comitato per l’aeroporto e le opere della Tuscia, ha accolto con grande entusiasmo l’invito a sostenere il neo Comitato costituitosi ad Orvieto per la realizzazione del casello nord sulla A1 proposto da Assocommercio di Orvieto. “Le forti motivazioni che uniscono Viterbo ad Orvieto – afferma in una nota stampa il comitato viterbese per l'aeroporto - nate con la partecipazione attiva della cittadina umbra in occasione della battaglia per l’assegnazione dell’aeroporto viterbese, proseguono in modo costruttivo affinché l’Alto Lazio, la vicina Umbria e la bassa Toscana, possano ridurre ulteriormente le percorrenze stradali attraverso una migliore viabilità. Il nuovo casello autostradale sulla A1 richiesto a nord di Orvieto, infatti, consentirebbe la pianificazione di una viabilità più diretta verso Viterbo, escludendo i noti tornanti, mentre aprirebbe al tempo stesso delle porte e delle direttrici di collegamento interregionale nell’area nord del Lazio, particolarmente utili in previsione anche del futuro aeroporto”. “Il sostegno reciproco della città di Orvieto e Viterbo – si afferma ancora - proseguirà attraverso i rappresentanti delle iniziative in atto, con un calendario d’incontri interregionali, utili per sensibilizzare l’opinione pubblica e sollecitare le Istituzioni alla programmazione e realizzazione delle opere indispensabili per valorizzare i territori interessati, promuovere il turismo, migliorare i collegamenti per gli stessi cittadini. Il tutto all’insegna di un’insostituibile e incomparabile sinergia tra regioni, province e comuni interessati”. In sostanza il Comitato per l’aeroporto e le opere della Tuscia, rappresentato in questi incontri dal presidente Giovanni Bartoletti e dal segretario Maurizio Pinna, intende mettere a disposizione l’esperienza maturata al fianco dei cittadini, delle imprese e delle Istituzioni nei due anni d’intensa attività che ha permesso di ottenere l’assegnazione del terzo scalo aeroportuale del Lazio.

Commenta su Facebook