economia

Caserma Piave: rispondono al teaser in 23. Capoccia: concessione o vendita quello che importa è il fine

lunedì 19 novembre 2007
di laura
Sono ventitre i soggetti imprenditoriali che hanno manifestato interesse all’operazione Piave dopo il lancio del teaser, aziende o enti di stampo nazionale e internazionale di cui, almeno una quindicina, di grosso calibro. Massima discrezione sulla loro entità, che si situa per lo più nel campo della finanza e dell'imprenditoria, e che sarà comunque resa nota quanto prima nell'ambito di un'assemblea partecipativa. Un interesse generico, per il momento, quello dimostrato, che si preciserà quando l’amministrazione comunale invierà a chi si è detto disponibile a un riuso delle ex caserme tutta la normativa urbanistica inerente l’area, le linee di indirizzo stabilite dal Consiglio per la rifunzionalizzazione del bene, nonché le osservazioni e i suggerimenti che potranno scaturire dai successivi step del laboratorio di partecipazione. Sarà su questa base che i soggetti effettivamente interessati redigeranno quelle proposte progettuali definitive che saranno poi passate al vaglio dall’apposita commissione, sempre previa fase partecipativa, per scegliere su quali funzioni indire il bando di gara europea. Sono queste, per il momento, le prime notizie fornite dietro nostra domanda dall’assessore e vice sindaco Marino Capoccia, che non si preoccupa delle polemiche che si sono riaccese intorno all’annosa questione della Caserma in merito a una sua eventuale vendita. A stigmatizzare l’ipotesi è stato soprattutto il consigliere di Altra Città Fabrizio Cortoni, che ricopre anche l’incarico di presidente della Commissione di controllo e garanzia. Secondo Cortoni la possibilità di vendere la Piave a seconda di quel che gli investitori vi prevederanno, ipotesi mai passata per il Consiglio Comunale, esautora il Cosiglio stesso delle sue prerogative, scavalcando una decisione che dovrebbe essere presa a priori dall’assise cittadina. Secondo il vice sindaco e assessore ai lavori Pubblici Marino Capoccia, invece, non si possono mettere troppi paletti al mercato ed è opportuno lasciare aperte, nelle linee che si andranno a fornire ai soggetti interessati, le due ipotesi: vendita o concessione del bene. Si valuterà poi, a seconda della valenza dei progetti presentati, quale strada si presenterà più indicata. Se l’ipotesi della concessione è più fedele al volere del Consiglio rispetto a quanto contemplato nel business plan a suo tempo approvato, è pur vero, secondo il vice sindaco, che da allora molte cose sono cambiate e che una vendita potrebbe rivelarsi tutt’altro che malvagia. Con il suo ricavato, infatti, si potrebbe ad esempio ammortizzare parte dei mutui contratti per le opere pubbliche che, con i loro interessi, gravano pesantemente sul bilancio comunale; un’altra fetta della vendita, invece, potrebbe essere utilizzata per un nuovo investimento di interesse collettivo: ad esempio per l’acquisto dell’ex pediatria su cui, secondo quanto stabilito dall’accordo con la Regione e con la ASL il Comune di Orvieto ha diritto di prelazione, o per trovare una sede adeguata al Centro Studi Città di Orvieto, che deve lasciare l’ex Ospedale ormai incamerato dalla Regione, o comunque per un’opera ad alta valenza pubblica. Quello che importa, secondo il vice sindaco, è considerare l'una o l'altra opzione - concessione o vendita che sia - non come un fine, ma come il mezzo più idoneo per arrivare allo scopo: quello di andare finalmente al traguardo della rifunzionalizzazione, e questo senza preconcette rigidità, stabilendo adeguate garanzie di lungo e sicuro ritorno rispetto a chi investe sulla Piave, senza però dimenticare che chi investe rischia e vuole, a sua volta, garantirsi le soluzioni migliori. “In ogni caso – conclude il vice sindaco – sarà il Consiglio, coadiuvato dai laboratori di partecipazione, a fare la scelta definitiva”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 dicembre

Anatomia di un addio

Fine settimana da incorniciare per l'Orvieto FC. Palmerini: "Stiamo crescendo"

"Tanto per dire", seconda edizione. Al Liceo Classico "Tacito" torna il corso di dizione

Jazz e strumenti antichi al Museo Archeologico Nazionale in occasione di Ujw

Celebrata la Giornata Garibaldina, in memoria della battaglia di Mentana

Inaugurata la prima area di sgambatura per cani, previste altre due

Denunciata dalla Polizia una giovane pluripregiudicata

Partita la procedura di rilascio del passaporto elettronico

Rischio ghiaccio per i contatori, i consigli per proteggerli ed evitare spese

Umbria.GO raddoppia e si presenta nella versione dedicata ai pendolari regionali

Campagna Ocm Vino 2017/2018, incrementate le risorse a sostegno delle imprese

"Intrecci", inaugurata la scuola di alta formazione della famiglia Cotarella

"Concerto di Natale" nella Sala Unità d'Italia del Palazzo Comunale

"Geotermia a bassa e media entalpia, rischi e conseguenze"

"È nato un Re povero". Rappresentazione nei Giardini di Villa Faina

Presentata l'edizione 2018 della "Guida ai sapori e ai piaceri della regione Umbria" di Repubblica

Vetrya riceve il Premio Imprese per l'Innovazione di Confindustria e il Premio dei Premi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Eletto il nuovo Coordinamento delle Cittaslow Italiane. Barbara Paron al vertice

Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri

"Madonna con Bambino appare a San Filippo Neri", il dipinto su tela torna a splendere

Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

E dico ancora di Bianca

"La Tregua di Natale. Lettere dal Fronte". Lettura ad alta voce in Biblioteca

Nuovo video di Francesco Barberini in Campania con la LIPU

Infiltrazione d'acqua a scuola, le precisazioni del Comune

La Coar torna dalla Sardegna come capolista e Pellegrini fa 100.

Libertas Orvieto: sconfitta con onore a Selci

FS - Abbonati al ritardo. Un invito a sottoscrivere la petizione online di Cittadinanzattiva

Lungo e scintillante week end per la rassegna "Sacro Sòno". Eventi a Baschi, Penna e Guardea

Concerto di Natale e premiazione del Concorso Giovani Musicisti Orvietani. Si rinnova l'appuntamento della Presidenza del Consiglio

Concerti natalizi della Banda musicale Città di Orvieto. Il 26 dicembre nella Chiesa di Sferracavallo

Presentazione a Perugia del Volume del Catalogo regionale dedicato all'Antiquarium di Baschi

Bandi della Comunità Montana per la concessione di strutture demaniali ristrutturate: un'azione mirata allo sviluppo sostenibile del territorio

Domenica 21 dicembre 7° Cross "Città di San Gemini"

Buconi: primarie vere con candidati delle sinistre che fronteggino quelli del PD

Treni e disservizi. L'assessore Mascio chiede una riunione urgente a Trenitalia

"Questione morale". La Sinistra Unitaria Orvietana ripropone l'intervista di Scalfari a Enrico Berlinguer, Repubblica luglio 1981

Volley Team Banca Euromobiliare Orvieto. Sabato al PalaCiconia le orvietane chiudono lÂ’anno contro il Marsciano

È nellÂ’interesse dellÂ’Italia marginalizzare lÂ’agricoltura? Note sul decreto-legge 171/2008 “Rilancio competitivo del settore agroalimentare”

Respinto il ricorso contro il risarcimento a Stefano Melone. Mocio: siamo stati sempre vicini alla lotta della famiglia