economia

Occasione storica per l'Orvieto classico: possibilità di un accordo d'oro delle due cantine sociali con Aldi. La Cardeto lancia un appello alla cooperazione

venerdì 17 agosto 2007
di laura
E' ancora sensibile, nella generale crisi del vino, quella particolare dell'Orvieto Classico, anche se la recente applicazione obbligatoria della fascetta, stabilita e attuata dal Consorzio Tutela Vini Orvieto porterà certamente, a regime, dei risultati. Ma alla situazione che va gradatamente migliorando, sembrerebbe ora aggiungersi un'occasione “storica” di rilancio della DOC Orvieto. A comunicarlo e a lanciare una proposta di forte impatto economico e sociale è Andrea Muzi, presidente della Co.Vi.O, la maggiore cantina sociale della nostra zona, che commercializza il marchio Cardeto. Arriva infatti, per l'Orvieto Classico, una proposta molto allettante dalla Germania, avanzata da Aldi, multinazionale tedesca attiva nel settore della grande distribuzione organizzata, una delle principali aziende del settore nel mondo. La grande catena tedesca ha dichiarato di aver interesse a distribuire dai tre milioni e mezzo ai quattro milioni di bottiglie annue del nostro locale nettare, pari, grosso modo, a 30 mila hl, ovverosia al 30% circa della produzione totale, e a un volume d'affari del valore di circa quattro milioni di euro. L'occasione si era già presentata nel '99, quando Aldi aveva acquistato rimesse per due milioni di bottiglie annue di Orvieto Classico. All'epoca, i produttori locali si trovarono estromessi dall'affare per un prezzo molto più basso offerto da un distributore nazionale, che acquistava Orvieto sfuso per imbottigliarlo nella sua catena di produzione. Ma se il prezzo, come quasi sempre accade, fa la qualità, la Aldi, con perfetto stile teutonico, bandì ben presto la nostra Doc dai suoi scaffali perché, di gusto discutibile quale era, non incontrava il gusto degli acquirenti. “Ora l'ottimna prospettiva si ripresenta – afferma Andrea Muzi – e i produttori orvietani non devono farsela scappare. La mia opinione – continua – è che debbano essere le due cantine sociali, Cardeto e Monrubio, a guidare il processo. Voglio dunque lanciare, ancora una volta, l'appello a non vendere Orvieto sfuso agli imbottigliatori esterni, se non a quei pochi che danno la massima affidabilità, e ad essere noi produttori stessi ad imbottigliare e controllare la qualità del vino e, in questo caso, a smerciarlo alla Aldi. Se non ne vendiamo grosse quantità sfuse - e possono essere solo le cantine sociali a farlo – non ci saranno infatti imbottigliatori esterni a poter competere con noi.” Ma Andrea Muzi va molto più in là, dichiarando, nella convinzione del ruolo che possono avere le due cantine sociali dell'Orvietano nell'affare con Aldi, che la Cardeto è pronta a mettere a disposizione della Monrubio, che non è attrezzata per l'imbottigliamento, i propri macchinari, il tutto a costo zero. L'accordo con Aldi, tutto ancora da farsi rispetto alla qualità e ai prezzi da stabilire, date le quantità che si prospettano potrebbe essere, secondo il presidente della Co.Vi.O., un'occasione unica sia per uscire dalla crisi e, se la qualità verrà costantemente garantita, per non rientrarvi forse più, sia per dare una svolta allo stile di commercializzazione e andare in modo netto verso l'imbottigliamento in zona. Una strategia che Andrea Muzi ha sostenuto da sempre e nella quale la Cardeto si è immessa già da tempo con determinazione, attuando in questo senso grossi investimenti; per il solo imbottigliamento, infatti, la cantina ha sostenuto a suo tempo una spesa pari a due miliardi di vecchie lire. “L'appello – conclude Muzi – non è solo alla Monrubio e ai produttori che vi conferiscono, ma anche ai politici e ai sindacati perché facciano la loro parte. Il vino è nostro, Cardeto e Monrubio hanno in mano il 90% dell'Orvieto sfuso, sarebbe da sprovveduti permettere ad altri non in zona, vendendo loro il nostro vino, di fare l'affare con la Germania. Dobbiamo cambiare strategia, cooperare e imbottigliare noi in loco; la Cardeto, oltre che mettere a disposizione i propri impianti, è pronta anche a fare i doppi e i tripli turni a questo fine”. Insomma il “vecchio leone”, ferito ma non domato dai danni provocati alla cantina dal recente incendio e da alcuni furti di computer e danni al sistema operativo, è più che deciso a rilanciare in grande. La sfida sembrerebbe appassionante, non resta che vedere come verrà accolta.

La Monrubio invita alla cautela: la panacea dell'Orvieto Classico non è la grande distribuzione

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 aprile

Allarme sicurezza, sale in ospedale per una visita e le rubano l'auto

#OrvietoSocialTour. Occhi da top Instagramers per raccontare la grande bellezza

Luci basse per l'Earth Day. Al Colle del Duomo, di notte l'arte si racconta

Il nuovo tour dei Brahmanelporto parte dalla Germania

Modifiche temporanee alla circolazione stradale, il mercato trasloca in Piazza Cahen

Consenso al Pd su sostegno alle frazioni e gestione diretta dei servizi turistici e culturali

Orvieto dice addio ad Enrico Medioli

Festa della Liberazione, le iniziative a Todi per il 25 Aprile

Il Comune di Parrano per la libertà di Gabriele Del Grande

Al via "Il Maggio dei Libri". In Umbria una settantina di iniziative e la presentazione di kit-lettura per bambini

Usl Umbria 2: "Altre cinque strutture hanno superato le verifiche per l'accreditamento"

A scuola di sicurezza, con la Polstrada. Via a un nuovo ciclo di incontri di educazione stradale

In Duomo l'ultimo saluto. Germani: "La città lo ricorderà"

Geotermia. Nogesi: "Assalto alla diligenza con la complicità del postiglione"

Inaugurato il Centro di ricerca e documentazione sulla disabilità

"Aspettando i Pugnaloni 2017", presentazione dei bozzetti al Teatro Boni

Da Bardano al resto dell'Umbria, l'abbassamento delle temperature compromette la produzione agricola

Consap chiede l'istituzione di un presidio di polizia in ospedale

Orvieto4Ever 2017. È "Victory", il tema del concerto-evento con Andrea Bocelli

Pd, macchina organizzativa al lavoro in vista delle primarie

TeMa, lettera aperta di Calcagni al sindaco Germani

Madonna del Fossatello in festa per la 277esima ricorrenza

Buon lavoro al Laboratorio per la Biennale dello Spazio Pubblico

Dramma sulle strade orvietane, muore quarantenne in moto

Escursione guidata alla scoperta delle antiche miniere e fornaci di Vetriolo

Voleva gettarsi dall'Albornoz. Ragazzo orvietano salvato da agente di Polizia

Lotta all'abusivismo. I tassisti orvietani non ci stanno e alzano la voce

Furto nella notte in un'abitazione a Pianlungo. Oro e contanti nel bottino dei malviventi

Servizi migliori a costi più bassi. Avviato dal SII il monitoraggio dei contatori abusivi

Fabro. Dal 23 aprile al 22 maggio "Il Mito di Garibaldi". Mostra storica al Castello di Carnaiola

Svolgimento della "Via Crucis" nel Centro Storico e ad Orvieto Scalo. Indicazioni per la circolazione

La Giunta regionale approva il regolamento per contributi all'attività e all'impiantistica sportiva

Calandrino, Buffalmacco e la giostra del Presidente

Allerona. Mostra fotografica di Ellen Emerson dedicata alla magia dell'albero: 23 aprile - 8 maggio

L'Assessore al Turismo e Commercio Marco Sciarra interviene sulla questione "tassisti abusivi"

Confagricoltura Umbria in prima linea per la sicurezza in agricoltura. A breve l'avvio di nuovi corsi di formazione

Ultime partenze. Si conclude la gestione dei migranti tunisini al centro Caritas di Orvieto

Operazione "Pasqua sicura". Carabinieri in azione, due arresti per tentato furto

Continua la Conferenza programmatica del PD Orvieto. Prossime tappe centrate sull'ascolto dei cittadini

E' ancora possibile studiare e lavorare in democrazia?

Premiate le migliori pizze di Pasqua dell'Orvietano al Palazzo del Gusto

Il PdCI Orvieto su una battuta "infelice" di Fabio Fazio: "Il PdCI e Rifondazione comunista esistono ma Fazio non lo sa perché guarda troppa tv"

"Il Mosaico Risorto. Inediti di Cesare Nebbia tra restauro e valorizzazione". Spazio espositivo a Palazzo Coelli fino al 23 maggio

"Le vie della tessitura" a Palazzo dei Sette. Mostra di artigianato ed arte tessile

Settimana della Cultura. Il Duomo di Orvieto oggetto di una visita organizzata dal Comune di Castel Viscardo

Cordoglio per la scomparsa del collega Marcello Martinelli

Protezione Civile. Sabato 24 aprile ad Orvieto assemblea regionale del Volontariato

Local on line, la forza dell'informazione dal territorio. Al Festival del Giornalismo in corso a Perugia il punto su ruolo, problemi e prospettive delle news locali

Elogio dell'erba verde

Diserbo a raffica? No grazie!

"Non numeri ma persone". Mostra fotografica alla Chiesa di San Rocco

Verso OrvietoComics #2. Una locandina che farà storia

"Abruzzo un anno dopo" mostra fotografica della Protezione Civile di Orvieto

Avviato l'iter partecipativo per definire il Quadro Strategico di Valorizzazione del centro storico

"Il Ruggito dell'Eccellenza Italiana". Alla Tenuta Vitalonga festa in campagna in compagnia delle rosse di Maranello

Porano apre il progetto "Strade Sicure" nei piccoli Comuni della provincia di Terni. Intervista al presidente ACI Bartolini e al vice sindaco Conticelli

Venerdì a San Venanzo "La foresta incantata", spettacolo teatrale di Solidarietà

L'assessore Sciarra: "La legge 12 non prevede l'esclusiva alla partecipazione delle associazioni di categoria". Intanto il coordinamento dei commercianti convoca un'importante assemblea per il prossimo lunedì