economia

La guerra del cioccolato

giovedì 23 ottobre 2003

Si svolgerà dal 16 al 26 ottobre a Perugia, Todi, Gubbio e Orvieto, “Altrocioccolato 2003”, ovvero l’altro modo di fare festa al cioccolato “per ridare il sapore della dignità ai nostri consumi”. Si tratta di una manifestazione in totale contrapposizione che si svolgerà in contemporanea ad Eurochocolate, una “campagna in movimento” (dal 16 al 18 a Perugia, dal 19 al 21 a Todi, il 22 e 23 a Gubbio, il 24 e 25 ad Orvieto, dal 24 al 26 di nuovo a Perugia per il gran finale) che vedrà abbinate musica, teatro, mostre, attività ludico-informative per le scolaresche, giochi per bambini, cene a tema, mercati del commercio equo e solidale e dei prodotti biologici locali, dibattiti, azioni di sensibilizzazione e diffusione di materiale informativo

. Il messaggio del “cioccolato alternativo” è chiaro: “Proporsi come alternativa a quello delle multinazionali che partecipano ad Eurochocolate, una kermesse consumistico-commerciale che da 10 anni propina un’immagine della produzione, della commercializzazione e del consumo di cacao assolutamente falsa, nascondendo lo sfruttamento e l’assenza di diritti per coloro che lavorano nella filiera del cioccolato”.

 Insomma una ‘battaglia’ commerciale in piena regola, quella di “Altrociocolato”, che per l’occasione ha anche lanciato una raccolta di firme contro Eurochocolate e tutte le manifestazioni di simile origine incentrate sul consumismo sfrenato. Dell’iniziativa sono protagonisti i Giovani Comunisti del Cantiere Sociale X-Lab, la Cooperativa Monimbò, Forocontadino e Altragricoltura, che chiedono ufficialmente al Comune di Perugia di non dare appoggio agli eventi che favoriscono le multinazionali che “violano la dignità dell’uomo e dell’ambiente”.

La petizione ha già raccolto centinaia di firme in una decina di giorni. “Eurochocolate – dicono gli organizzatori – è una fiera commerciale, una vera e porpria occupazione della città. Invitano gli italiani a mettersi in moto pagando salato ciò che si può comprare a minor prezzo in un qualsiasi negozio, mentre nei paesi produttori del cacao la gente muore di fame. Uno spettacolo ignobile che causa disagi ai residenti e a chi frequenta Perugia in questi giorni”. “Lo scorso anno – dice Marco Monimbò dell’omonima cooperativa – la nostra iniziativa si chiamava Equochocolate, ma gli organizzatori di Eurochocolate quest’anno ci hanno anticipato e hanno depositato il nome. Così abbiamo dovuto cambiarlo. Quindi ci hanno contattato per una collaborazione nella loro manifestazione, offrendoci spazi gratuiti e chiedendoci di produrre il cioccolatino ufficiale della manifestazione. Abbiamo subito rifiutato. Centinaia di lavoratori umbri lavorano per le multinazionali, lo sappiamo e non vogliamo demonizzarle. Ma vogliamo che per i lavoratori vengano applicati equi codici di condotta”.


Questa notizia è correlata a:

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"