economia

Banche a gogò e risparmi come in Cina

lunedì 21 luglio 2003
Gli istituti di credito continuano ad essere attratti dal territorio orvietano come le api dal miele. Entro pochi mesi aprirà infatti i battenti anche una filiale della Banca Cattolica che avrà sede ad Orvieto scalo. L'elenco delle banche presenti nella zona si arricchisce dunque di un'altra presenza e non si tratta certamente di un fatto casuale o slegato dalle effettive dinamiche del credito che si manifestano nel territorio.

Gli ultimi dati relativi ai depositi bancari dimostrano infatti che l'attitudine al risparmio degli orvietani rimane a livelli altissimi. I soldi in banca degli orvietani ammontano infatti a 11698 euro a testa contro una media umbra di poco piu' di otto mila euro ed una media della provincia ferma anch'essa a settemila e cento euro.

Gli orvietani sono piu' ricchi pure degli abitanti del comprensorio i quali non riescono a superare la soglia dei 8700 euro. La propensione al risparmio si consolida ormai come un parametro assolutamente costante fra gli indicatori economici orvietani anche se tale elemento racchiude inevitabilmente in sè anche un valore non propriamente positivo.

L'elevato livello assunto dai depositi bancari oltre ad evidenziare una propensione ai consumi piuttosto bassa (con il rischio dunque di mantenere sempre bassa anche la domanda interna su base locale) si associa infatti ad un territorio con una ridotta presenza imprenditoriale; la conseguenza è insomma quella che i risparmi orvietani si trasformino inevitabilmente in impieghi bancari con i quali gli istituti di credito vanno a finanziare lo sviluppo di altre zone in cui i soldi vengono chiesti dalle imprese per creare occupazione e nuovo sviluppo.

La virtu' del risparmio orvietano finisce così per trasformarsi in un propellenete primario per la crescita economica di altre zone in cui si cui risparmia forse di meno, ma si ha contemporaneamente anche un tasso di disoccupazione piu' basso ed un indice di sviluppo piu' elevato.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità