economia

Tributo al mago del vino

mercoledì 21 maggio 2003
La stampa specializzata americana torna a parlare dell'arte enologica di Riccardo Cotarella e dei vini orvietani ed umbri.

Al famoso enologo di Orvieto che, nel 2001 ricevette quale enologo dell'anno, il riconoscimento della Camera di Commercio ITALIA / USA di New York, per aver contribuito attraverso la profonda conoscenza delle più prestigiose cantine italiane, ad incrementare i rapporti economici fra i due Paesi, la rivista specializzata americana "Wine Spectator", dedica infatti nel numero di maggio, un servizio parlando della sua arte enologica che lo conferma tra gli enologi più influenti del mondo capace di anticipare le tendenze del mercato nel gusto del vino, una caratteristica, questa, che viene molto apprezzata negli USA tanto che la consulenza enologica di Riccardo Cotarella è ricercatissima tra i più prestigiosi marchi ed imprenditori vinicoli a livello internazionale.

La rivista "Wine Spectator" disegna, poi, la mappa delle regioni italiane vocate alla produzione vinicola mettendo l'Umbria e i vini di Orvieto, da cui Riccardo Cotarella proviene, in posizione di prestigio collocandoli tra i primi cento grandi vini.

Accanto ad altri prestigiosi vini italiani, "Wine Spectator" ha scelto, per la foto di copertina, un vino umbro, il Vitiano / Falesco, annata 2001.

Commenta su Facebook