cultura

Sei titoli per la prima Stagione del Teatro "Don Paolo Stefani"

mercoledì 13 novembre 2019
Sei titoli per la prima Stagione del Teatro "Don Paolo Stefani"

Sono sei i titoli in abbonamento per la prima Stagione Teatrale del Teatro "Don Paolo Stefani" di Caprarola dopo la sua riapertura, con spettacoli molto diversi per genere e tipologia di scrittura, dal teatro d’autore alla commedia, alla clownerie, ma con la costante di avere grandi professionisti del teatro italiano.

«L’apertura di un nuovo teatro la consideriamo una vittoria per il sistema culturale nazionale perché non solo offre dei momenti di incontro per la comunità ma rappresenta soprattutto la possibilità di una crescita politica e sociale. Siamo felici di essere stati coinvolti per la prima stagione teatrale del Teatro Don Paolo Stefani offrendo il nostro contributo all’avvio di questa avventura e speriamo di collaborare alla sua crescita e al suo radicamento nel territorio. La stagione è articolata su diversi generi teatrali presentata al pubblico con prezzi accessibilissimi sia per gli abbonamenti che per i singoli biglietti. ATCL è il circuito multidisciplinare dello spettacolo dal vivo, finanziato da MIBACT e dalla Regione Lazio, che svolge un’attività di sostegno e coordinamento a favore dei Comuni soci, concordata con le amministrazioni locali» così spiega ATCL.

"E’ con grande soddisfazione ed un pizzico di orgoglio – rivela Stelliferi, Sindaco di Caprarola- che annunciamo l’apertura della stagione teatrale nel nostro paese. Avvicinare tutti a teatro, rendendolo punto di incontro per la nostra comunità è stata l’idea che ha guidato la scelta degli spettacoli, realizzando una programmazione così variegata da accontentare tutti. Sottoscrivo quello che ha dichiarato ATCL, l’apertura di un nuovo teatro è una vittoria per il sistema culturale nazionale. Riempirlo di persone, farlo diventare uno spazio vitale, animato e partecipato è la sfida della nostra amministrazione. Spero vivamente che Caprarola e i paesi limitrofi rispondano positivamente al nostro invito a teatro!".

Si inizia sabato 30 novembre alle 21 con "Note di Cioccolata", testo e regia di Paolo Triestino, musiche di Giovanni Baglioni, spettacolo tra musica e poesia dedicata al cioccolato appunto. Un attore divoratore di fondente 100% ed un chitarrista anarchico al cioccolato all’arancia condividono la loro passione in un racconto fuori dal comune, emozionante e divertente, poetico e “gustoso”. Esiste una musica fondente? E al latte? Con le nocciole? O bianca?

Sabato 7 dicembre alle 21 Giorgio Donati e Jacob Olesen sono i protagonisti di "Comedy Show", spettacolo di marcata comicità fisica interpretato da due funambolici attori – rumoristi, musicisti, mimi, trasformisti, ciarlatani, che racconta in un alone di comicità surreale di stralunati personaggi: piloti giapponesi, ragazze tenute prigioniere da un Dracula ridicolo, motociclisti fanatici e rompicollo.

Domenica 2 febbraio alle 18, tratto dal libro di Dario Vassallo, in scena "Il Sindaco Pescatore" di Edoardo Erba, regia Enrico Maria Lamanna con un intenso Ettore Bassi. Ambientalista convinto, amato dai suoi concittadini, in una regione malata e straordinaria come la Campania, Angelo Vassallo era noto come il Sindaco Pescatore per il suo passato da pescatore. La sera del 5 settembre 2010 venne barbaramente e vigliaccamente ucciso per mano di uno o più assassini ancora oggi ignoti.

In "Così impari", sua ultima esilarante fatica, Grazia Scuccimarra, coinvolgente e distaccata, ironica e spietata, consegna al pubblico le sue brillanti riflessioni, le sue critiche alla vita civile, alla classe politica, al mondo del lavoro, alla funzione del giornalismo, alla scuola, al consumismo, accompagnata dalla musica di Pino Cangialosi sabato 22 febbraio alle 21.

Ambientato a Tel Aviv, "Love's Kamikaze", sabato 7 marzo alle 21, racconta di due giovani rappresentanti di due popoli, Naomi, ebrea e Abdul, palestinese, che si amano cercando di dimenticare la guerra e, nello stesso tempo, confrontando le due civiltà. In scena Marco Rossetti e Giulia Fiume, sul testo di Mario Moretti e regia di Claudio Boccaccini, con le musiche originali di Antonio Di Pofi.

Sabato 28 marzo alle 21, una divertente commedia di Francesco Stella anche in scena con Giuliano Calandra, in "Chi muiore si rivede", regia di Nicola Pistoia. Due colleghi, ma anche due amici e, soprattutto, due impresari di onoranze funebri. Sperduti in mezzo alla campagna, senza benzina e con un funerale che attende solo loro, Daniele e Nicola competono a raffiche di battute in un duello comico continuo e senza tregua in cui alla risata s’alterna, improvvisa, l’emozione. La campagna abbonamenti si è aperta mercoledì 13 novembre.

Per ulteriori informazioni:
0761.1840202

 

Commenta su Facebook