cultura

Scelto il graphic novel "Justice Farm" per partecipare al bando "Le parole e la città"

venerdì 4 ottobre 2019
Scelto il graphic novel "Justice Farm" per partecipare al bando "Le parole e la città"

Il graphic novel Justice Farm è stato scelto dal Comune di Orvieto per la partecipazione al bando “Le parole e la città” promosso dal Ministero per i Beni Culturali (MiBAC) e dall’associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci). Si tratta del concorso nazionale per opere narrative, proposte alla candidatura dai sindaci di Comuni italiani che abbiano ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019. Ognuna delle opere partecipanti deve essere ambientata nel territorio del Comune che la presenta.
 
Il Comune di Orvieto, è “Città che Legge”, così ha potuto beneficiare di questa prestigiosa opportunità candidando il fumetto scritto da Marco Cannavò e disegnato da Martina Di Luzio. Racconto che rispetta le finalità e gli obiettivi esplicitati dal MiBAC, ovvero la promozione sociologica, storiografica e antropologica del territorio Orvietano tramite il linguaggio narrativo.
 
L’Amministrazione Comunale, ha commentato il Sindaco di Orvieto, ha scelto questo graphic novel perché ciò che è scritto e disegnato tra le pagine di Justice Farm è una vicenda realmente accaduta anche se meno nota e appartenente alla microstoria locale, emblematica della complessità e gravità del periodo riconducibile alla seconda guerra mondiale. Decisive ai fini della scelta, sono state inoltre le accuratissime vignette che illustrano la splendida Città di Orvieto, dalla campagna limitrofa, ai suoi monumenti più prestigiosi, fino ai vicoli del centro storico meno conosciuti ma altrettanto incantevoli. Un modo diverso e singolare ma decisamente affascinante di mostrare Orvieto.
 
Gli autori di Justice Farm nel ringraziare l’Amministrazione Comunale per la fiducia loro accordata si dichiarano lusingati per questa candidatura. Intanto, il fumetto sta avendo un riscontro importante tra i lettori di genere e non solo: gli autori, infatti, sono stati invitati a presentare il loro lavoro nelle più prestigiose fiere italiane del fumetto (i prossimi appuntamenti saranno sabato 19 e domenica 20 ottobre a Città di Castello e da mercoledì 30 ottobre a domenica 3 novembre a Lucca Comics) ed anche il sistema della formazione sta ponendo la propria attenzione a questa forma narrativa: il docente di Storia e Didattica della Shoah di Cracovia, Andrea Bienati, ha coinvolto Marco Cannavò per degli incontri di riflessione sul tema della Memoria presso alcuni licei di Milano e Bologna.
 
In caso di vittoria del concorso nazionale per opere narrative, al Comune di Orvieto andrebbe un premio in denaro per promuovere incontri ed eventi legati alla lettura e alla promozione dell’opera all’interno del territorio comunale, oltre che ad una importante visibilità nazionale favorita dall’Anci e dallo stesso MiBAC. L’esito del bando verrà comunicato ai comuni vincitori nella seconda metà del mese di novembre.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto

Commenta su Facebook