cultura

L'Unitus dà il via alla stagione concertistica

venerdì 4 ottobre 2019
L'Unitus dà il via alla stagione concertistica

"Anche questo è un esempio concreto di quanto l'Università degli Studi della Tuscia sia integrata nel tessuto sociale locale. La stagione dei concerti che torna all'Auditorium di Santa Maria in Gradi è di alta qualità e importanza artistica e sicuramente continuerà".

Con queste parole il rettore Alessandro Ruggieri ha presentato l'evento che si svolgerà da sabato 5 ottobre 2019 a giovedì 21 maggio 2020. Dopo di lui, il fondatore e direttore artistico delle stagioni concertistiche, Franco Carlo Ricci, ne ha evidenziato l'importanza artistica. "Tantissime le richieste di esibizioni - ha detto - che sottolineano quanto questo evento sia tenuto in considerazione dagli artisti". Si parla di 27 concerti, due in più rispetto alle passate edizioni proprio per il notevole numero di domande a partecipare, 6 concerti con orchestre e cori, 15 gruppi cameristici, 6 concerti per pianoforte.

Ricci ha tenuto a ringraziare l'Università degli Studi della Tuscia e la Fondazione CARIVIT per il concreto sostegno che permette lo svolgimento ogni anno dei concerti. Ha inoltre evidenziato le preziose collaborazioni con  molte istituzioni italiane e straniere: il "Premio Chopin" di Roma; il Rotary club di Roma; l'ISMEO (Istituto di Studi Mediterranei e Orientali); l'"Associazionme Maurizio Clementi" e altri ancora.

Anche quest'anno sono previsti crediti formativi per gli studenti che parteciperanno ai concerti. Presente anche il professor Stefano Ubertini, neo eletto alla più alta carica dell'Università. "E' un importantissimo evento culturale e sociale - ha detto - che sarà mantenuto anche nei prossimi anni, così come ho scritto nel mio programma elettorale".

Commenta su Facebook