cultura

All'Isola del Libro presentato "La nebbia sale dal lago" di Anton Carlo Ponti

domenica 29 settembre 2019
All'Isola del Libro presentato "La nebbia sale dal lago" di Anton Carlo Ponti

Un giallo ma anche un romanzo complesso con elementi  di giornalismo, favola e alta letteratura. "La nebbia sale dal lago" (101 edizioni), il nuovo lavoro di Anton Carlo Ponti, è stato presentato sabato 28 settembre all'Hotel Kursaal di Passignano sul Trasimeno nel penultimo appuntamento dell'Isola del Libro 2019.

Ponti è una delle figure più rappresentative della cultura regionale: giornalista (è tra i fondatori del Corriere dell’Umbria), critico d’arte, poeta, ha dedicato la  vita ai libri e alla cultura. Con lui si sono confrontati il saggista Mario Roych e il celebre geriatra Umberto Senin. A coordinare l'evento è stato il giornalista Gianluca Prosperi.  

Il secondo lavoro narrativo di Ponti (il primo, “Argo. Una storia italiana”, è del 2013), offre una narrazione per molti aspetti autobiografica e una trama composita. Dal libro emerge la passione civile dell’autore e i suoi valori di antixenofobia, solidarietà e vicinanza al mondo ebraico.

Il giallo non muove dalla scoperta di un delitto, ma dal sospetto che uno dei personaggi possa diventare un assassino. La prosa è ricca di richiami letterari, parole talvolta desuete o inventate. Lo stile dell’autore, è stato detto durante la presentazione, è come quello di un pittore che da “figurativo diventa astratto”.

A fare da sfondo alla storia molti luoghi dell'Umbria ma anche Roma e Barcellona. Il Trasimeno è lo scenario con cui si apre e si chiude il romanzo e non casualmente dà il titolo all’opera e ne illustra la copertina. Un affettuoso ricordo è poi dedicato a Sauro Scarpocchi, l’isolano “pescatore insonne”.

 

Commenta su Facebook