cultura

Ascanio Vitozzi, l'opera del grande genio da Orvieto a Torino

lunedì 9 settembre 2019
di Alba Stella Paioletti
Ascanio Vitozzi, l'opera del grande genio da Orvieto a Torino

Quante volte siamo passati ad Orvieto nel vicolo e nella piazzetta dedicata ad Ascanio Vitozzi senza conoscere la vita e le opere dell’architetto vissuto tra il 1539 e il 1615? Ascanio Vitozzi è stato un ingegnere militare e un urbanista oltre che un architetto. E’ nato nel comprensorio di Orvieto, Comune di Baschi,  ma è morto ed è sepolto nella città di Torino dove si trovano molte opere da lui realizzate.

Ha lavorato infatti con Carlo Emanuele I di Savoia dando a Torino l’assetto che ancora oggi la città possiede, progettando l’attuale asse di via Roma ma soprattutto piazza Castello e le due chiese del Corpus Domini e della Trinità.

Proprio la cupola della chiesa della Trinità ogni giorno veniva ammirata dalla finestra della sua classe da un giovane Orvietana di nome Marcella Patrizi, originaria anche lei del comprensorio di  Orvieto, esattamente di Castel Viscardo, ma presto trasferitasi a Torino dove ha conosciuto profondamente ed amato il fautore del primo barocco piemontese nonché suo conterraneo.

Dopo essersi nuovamente trasferita  ad Orvieto, nella splendida collina di Vitiano ed aver svolto per anni l’attività di imprenditrice, la signora Marcella Patrizi si è dedicata a studi e ricerche sul personaggio che ha abitato nei suoi stessi luoghi ed ha coinvolto studiosi e biografi del Vitozzi per realizzare una giornata di studi ad Orvieto sulla vita e le opere Torinesi del genio orvietano.

Alla giornata di studi di sabato 14 settembre presso il Museo Emilio Greco in piazza del duomo ad Orvieto seguirà un incontro a Torino per visitare le opere realizzate  dall’Architetto che ha anche partecipato, quale componente dell’esercito pontificio , alla battaglia di Lepanto, sempre a seguito della Lega Santa. Gli incontri di studio nella città di Torino avranno anche l’obiettivo di continuare ad approfondire la storia di un personaggio la cui opera finora non è mai stata pubblicamente riconosciuta.

Tutta l’organizzazione è stata promossa da  Fidapa Bpw Italy - Sezione di Orvieto di cui Marcella Patrizi è socia. L’evento vedrà come coordinatore il giornalista Rai Guido Barlozzetti e tra i relatori la prof.ssa Felicita Menghini che ha appena terminato il mandato di Presidente di Fidapa BPW Italy - Sezione di Viterbo.

 

Commenta su Facebook