cultura

Altri tre concerti in altrettanti teatri naturali per il Festival "Green Music"

mercoledì 7 agosto 2019
di Davide Pompei
Altri tre concerti in altrettanti teatri naturali per il Festival "Green Music"

Coniugare arte e natura, fuori dai luoghi di ordinanza, in residenze storiche e siti naturalistici poco conosciuti che diventano auditorium d'eccezione. Punta a valorizzare il ricco patrimonio dell'Umbria, attraverso il potere evocativo della musica, offrendo allo stesso tempo un'opportunità di esibizione a 92 artisti, tra concertisti e giovani talenti di tutto il mondo, il Festival Internazionale Ecosostenibile "Green Music 2019", ideato e diretto dal Maestro Maurizio Mastrini.

Alcuni dei 44 appuntamenti multisensoriali, dislocati nel territorio di 12 Comuni umbri e in programma ancora fino a giovedì 12 settembre, sono organizzati in collaborazione con le ambasciate straniere in Italia di Macedonia, Cipro, Montenegro, Olanda e Armenia. Fra i "teatri naturali" selezionati ce ne sono tre che interessano altrettanti piccoli borghi rurale del Trasimeno, da scoprire alle porte di Piegaro.

È situato sulla cima di un colle totalmente immerso nel verde, a 437 metri di altitudine, in posizione dominante sulla Valle del Nestore, il Castello di Gaiche, piccolo borgo di origini medievali alle porte di Pietrafitta il cui impianto risale al XII secolo. Nella Chiesa del Beato Leopoldo, mercoledì 7 agosto alle 19 il duo "Liuteria Severini", composto dal Maestro Giuseppe Severini, liutaio, e da Marilena Lanzafame, diplomata in pianoforte e musicoterapia, proporranno "Alfa et Omega. I Suoni del Cosmo".

Il concerto si annuncia come una riproposizione dei suoni cosmici immaginati dalla cultura greca antica e, filtrati attraverso la latinità, in vario modo giunti dentro il Medioevo. Il repertorio dei brani in programma prevede una considerazione dei suoni degli elementi e, attraverso il canto di alcuni strumenti ricostruiti, un suggerimento delle armonie cosmiche immaginate dagli antichi. Ma, evidentemente, ancora attuali.

Giovedì 8 agosto alle 18.30, invece, porte aperte all'Azienda Agricola "Il Vecchio Piantone", in località Ginestreto, che conta un uliveto con migliaia di olivi di tutte le età di cui una parte con più di 400 anni. Qui, il compositore abruzzese Maurizio Di Fulvio, considerato tra chitarristi più interessanti ed innovativi del panorama musicale contemporaneo, presenterà al pubblico il “Concerto per i piantoni” con la sua chitarra classica al seguito.

La sua esecuzione, "a volte grintosa ed energica, altre volte raffinata ed ornata", è stata definita dalla critica "sempre in bilico tra rispetto della tradizione e innovazione". Si lascerà ascoltare in un luogo incantevole così come lo è Greppolischieto, il castello situato a 657 metri di altezza fra boschi di querce, elci e castagni che, sabato 10 agosto alle 18.30, si farà cornice per ospitare l'Alvarez Guitar Quartet. I quattro chitarristi classici Alessandro Zucchetti, Paolo Saltalippi e Sandro Lazzeri, Stefano Falleri, si esibiranno nel “Concerto al Castello”, con un omaggio musicale a Rossini e all'opera, eseguendo musiche di Bizet, Mozart, Verdi e Rossini.

Per ulteriori informazioni:
www.festivalinternazionalegreenmusic.com

Commenta su Facebook