cultura

Corteo Storico e Palio dell'Assunta, entra nel vivo la seconda edizione

venerdì 2 agosto 2019
Corteo Storico e Palio dell'Assunta, entra nel vivo la seconda edizione

Recuperando le antiche tradizioni secolari risalenti al Medioevo, torna anche quest'anno a Lugnano in Teverina per la sua seconda edizione il Palio dell’Assunta come anteprima della festa dedicata alla Madonna, una tradizione che dura da oltre 600 anni e che fu riconosciuta dagli statuti del 1500 nei quali i festeggiamenti vennero codificati ufficialmente.

La manifestazione, promossa dalla Pro Loco con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale, si aprirà sabato 3 agosto con la rievocazione dell'arrivo e del giuramento del Podestà  che darà il via ai festeggiamenti proclamandone l’inizio fra le vie del borgo antico e l'apertura della Taverna Medioevale. Ricco, il programma della giornaata con lo spettacolo serale di Musici e Focolieri di Soriano del Cimino e i Musici di Civita Castellana.

Fra le più importanti attrattive, il Corteo Storico di domenica  4 agosto alle 21.30 e, a seguire, il Palio dell'Assunta, la sfida degli arcieri con frecce di fuoco davanti alla Chiesa della Collegiata dedicata a Santa Maria Assunta di cui porta il nome anche la piazza dove sorge. Quattro, le contrade che si sfideranno per la conquista dell’anello d’argento: Turris, Loggias, Campus Florum e Lapis in Gloria. A sfidarsi saranno agli arcieri del Gruppo Gattamelata del Terziere Mezule.

Grazie ad una seria progettazione dai soci animatori della Pro Loco Clara Finistauri, Marco Bracoloni e Gabriele Meloni, i costumi e i ricami sono stati realizzati artigianalmente nel laboratorio di sartoria dell'associazione. Si tratta di riproduzioni autentiche tratte da affreschi e quadri del '300. Il laboratorio in questione è ubicato all'interno del Palazzo Comunale grazie al patrocinio dell'ente che ha messo a disposizione alcuni locali per valorizzare questo tipo di attività.

Attualmente, ogni sera, è frequentato da numerosi appassionati  ed esperti del settore che danno un contributo importante alla valorizzazione delle tradizioni e mantengono viva un'attività artigianale che potrebbe essere un valore aggiunto per lo sviluppo dell'artigianato nel borgo. Ci crede l'Amministrazione Comunale che è soddisfatta di questa sinergia con le associazioni. "Sono una fonte di ricchezza - afferma il vicesindaco, Alessandro Dimiziani - per l'organizzazione delle attività del nostro piccolo borgo". Uno dei più belli d'Italia.

Commenta su Facebook