cultura

"Tensioni prospettiche e prospettive emotive" a Palazzo dei Sette

domenica 9 giugno 2019
"Tensioni prospettiche e prospettive emotive" a Palazzo dei Sette

E’ patrocinata dal Comune di Orvieto la mostra “Tensioni prospettiche e prospettive emotive” dell’artista acerrano Domenico Fatigati, esponente della Optical Art (Arte Ottica), allestita da sabato 8 a lunedì 24 giugno 2019 negli spazi espositivi del Palazzo dei Sette.

Dopo aver insegnato all’Istituto Statale d’Arte di Orvieto dal 1978 al 1984, Domenico Fatigati torna a Orvieto con una ricca produzione di opere che riassumono il suo percorso artistico dove l’immaginazione è sollecitata dalla ricerca sulla luce, sulle forme, sul movimento, sugli equilibri-squilibri per giungere a risultati di percezione visiva che suscitano nell’osservatore evidenze sempre soggettive, mai scontate o ripetitive.

Nato ad Acerra (Napoli) dove vive e lavora, Domenico Fatigati ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte “F. Palizzi” e l’Accademia di Belle Arti di Napoli. La sua attività artistica inizia nel 1969 con la partecipazione al Premio Nazionale d’Arte Visiva “La Feluca d’Oro” di Bari, riscuotendo un ampio successo di critica. Si è sempre interessato dell’Optical Art e dell’Astrattismo geometrico di Victor Vasarely che sfrutta i principi dell’ottica e della percezione visiva per creare immagini illusorie traendo particolare ispirazione dall’arte cinetica, realizzando opere dotate di movimento, e dall’arte costruttivista che afferma la trasformazione della pittura da rappresentazione a costruzione di forme.

Ha esposto a mostre collettive locali, regionali e nazionali. Presente in diverse fiere d’Arte. Mostre Personali in diverse città. Una parte della sua produzione artistica appartiene a collezioni private. Le sue opere sono in permanenza presso gallerie d’Arte. Più volte è stato membro di Commissioni giudicatrici di concorsi artistici. Nel 1989 è stato artefice della nascita dell’Istituto d’Arte di Acerra di cui è stato responsabile. Dal 2011 al 2015 ha aderito al gruppo nazionale “Astractura” e dal 2015 è tra i fondatori del gruppo nazionale “Linearismo Cromatico”, il cui manifesto è stato presentato ufficialmente, con la firma degli artisti, presso la Pinacoteca di Gaeta nel 2015. Prossime mostre: Acerra, Caserta, Ferrara, Savona, Mantova.

Commenta su Facebook