cultura

Sette mini-guide conducono i più piccoli nei Sotterranei del Pozzo della Cava

venerdì 12 aprile 2019
di Davide Pompei
Sette mini-guide conducono i più piccoli nei Sotterranei del Pozzo della Cava

Ad aprile 2016, il ventennale dello svuotamento del Pozzo della Cava e del ritrovamento della Sorgente aveva offerto l'occasione per proporre al pubblico cinque etichette – ed altrettanti assaggi di orvietanità – realizzati non senza ironia dall'illustratrice orvietana Alessandra Roticiani, in arte "XaNa" (nella foto, al centro). Cinque storie legate al pozzo, ai locali circostanti e all'antico Quartiere della Cava, spaziando dal Rinascimento all'Ottocento. Quattro vini e un amaro, ma soprattutto cinque personaggi veracemente cavajoli, la cui storia ha ispirato anche una mostra che messo in contrapposizione peccato e virtù.

Ovvero Papa Clemente VII, che nel 1527 ordinò lo scavo del Pozzo della Cava e del Pozzo di San Patrizio, Giacomo 'Mai Non Suda' e la sua casa distrutta pochi anni dopo per lo scavo del pozzo, il cinquecentesco ceramista Mastro Giorgio, celebre per il suo color rosso rubino, chiamato a lavorare in una delle fornaci della Cava. E poi Giovanni, uno dei fabbri della secentesca confraternita “Universitas Fabrorum” della Madonna della Cava e la scaltra e procace Margherita, una delle donne che cinque ufficiali francesi hanno tentato di violentare ad inizio '800, finendo miseramente nel pozzo ad opera dei mariti e dei fidanzati delle giovani cavajole.

Un pozzo di storie, meritevoli di essere raccontate, che ora si amplia e trova la forma in una mini-guida – disponibile anche in Inglese, grazie al lavoro di tradizione di Daniel Morris – piegata a fisarmonica e pensata esplicitamente per i più piccoli, in cui i protagonisti si rivolgono ai giovani visitatori narrando loro le rispettive gesta e guidandoli alla scoperta dei sotterranei e dei numerosi ritrovamenti con informazioni essenziali e un linguaggio semplice e informale. Salgono a sette – stesso numero delle stanze principali – le storie legate al Pozzo e al Quartiere e illustrate da XaNa.

Rispetto alle etichette dei vini, infatti, si aggiungono Papa Bonifacio VIII, "inventore" dei pozzi-butto medievali, e Donna Violante, antica padrona di casa ai tempi dello scavo rinascimentale del Pozzo della Cava, e moglie dello sfaticato e avvinazzato Giacomo 'Mai Non Suda'. "L'idea - spiega Marco Sciarra - è nata lo scorso anno, quando abbiamo collocato le nuove didascalie con riquadri contenenti approfondimenti e curiosità. Ci siamo resi conto, infatti, che i bambini erano attratti da quelle informazioni insolite e spesso erano loro a guidare gli adulti lungo la visita. Le illustrazioni, quasi fumettistiche, ci hanno dato quindi lo spunto per unire le storie dei personaggi a quelli dei nostri sotterranei". Entrambi da scoprire.

Per ulteriori informazioni:
www.pozzodellacava.it

Commenta su Facebook