INCONTRI
cultura

Torna "ll Volto sulla Città". Un mese di cinema, musica, arte e parola

venerdì 5 aprile 2019
di Davide Pompei
Torna "ll Volto sulla Città". Un mese di cinema, musica, arte e parola

Un fascio di luce proiettato nel buio notturno. Per 25 giorni, dalle 20 alle 3, irradierà sulla facciata della Concattedrale della Santissima Annunziata, il luogo di culto cattolico più importante della città, il volto di Cristo. Eccolo, "Il Volto sulla Città", l'evento alla sua seconda edizione promosso dall'Associazione Culturale "Amici del Cineforum di Todi" presieduta da Alberto Di Giglio e dal Centro Studi Sindone del Caravita di Roma, con il patrocinio e il sostegno di Comune e Diocesi.

Una proiezione ad alta risoluzione che, da mercoledì 3 a domenica 28 aprile, campeggerà come una presenza, sospesa e straordinaria, per fare da filo conduttore al periodo che prepara e accompagna alla Pasqua. Molteplici, le location cittadine coinvolte. Molteplici, gli avvenimenti che con il linguaggio del cinema, della musica, dell'arte e della parola seguiranno altrettante strade pronte ad incontrarsi sotto il segno della bellezza e della spiritualità.

Spirituale, anche l'itinerario di Jacopone sulla via dell'umiltà a cui è stata dedicata l'apertura con la conferenza di Claudio Peri, presidente di Stabat Mater Association tenutasi mercoledì 3 aprile nella Sala del Consiglio dei Palazzi Comunali. Stessa sede, giovedì 4 aprile per la master class su Andrej Rubliov del regista russo Andreij Tarkovskij, a cui fino a mercoledì 17 aprile è dedicata la mostra "Un Poeta nel Cinema" nell'ex Caffè del Teatro a cura di Donatella Baglivo per conoscere da vicino uno dei più grandi artisti del XX secolo.

Nella tempesta delle censure dell’ateismo militante, quest'ultimo ha saputo produrre un’opera densa di valori trascendenti. Ne hanno parlato anche Georgios Kalarsi, teologo greco ortodosso già direttore di "Italia Ortodossa" e Massimo Nardin, regista, sceneggiatore e autore del libro "Andreij Tarkovskij e la trascendenza dello sguardo" insieme a Silvia Guidi, giornalista de "L'Osservatore Romano". Venerdì 5 aprile alle 18, ancora nella Sala del Consiglio, la rassegna entrerà nel vivo.

Lo farà proponendo l'atteso incontro con la scrittrice Susanna Tamaro che dialogherà con il regista e sceneggiatore Antonio Farisi intorno al libro "Il tuo sguardo illumina il mondo" (Solferino, 2018). Alle 21, invece, alla giornalista Silvia Guidi spetterà il compito di introdurre "Buonasera brava gente! Solo l'amore ci salverà", la serata in compagnia delle parole in musica del poeta chansonnier Beppe Frattaroli tratte dall'album “Beatitudinem Quaereres”.

Presente, il sindaco Antonino Ruggiano che non mancherà nemmeno alla presentazione, attesa per sabato 6 aprile alle 11.30, della mostra fotografica dedicata a "Bernini e la Sindone" curata da Daniela Di Sarra e visitabile fino a domenica 21 aprile allo Spazio 2.1, sotto i Voltoni dei Palazzi Comunali. Arte e fede ma anche scienza con le nuove immagini proposte in anteprima esclusiva, da cui emerge come il volto del Salvatore, opera nascosta e misteriosa di Bernini, coincida con quello impresso sul lino.

Alle 16 il Cinema Teatro "Nido dell’Aquila" ospiterà la proiezione di "Ether", il film-capolavoro di Krysztof Zanussi, in replica anche alle 21.30 sempre ad ingresso gratuito alla Sala San Benedetto dell'Hotel Fonte Cesia. Suggestivo apologo sui grandi temi antropologici che ne hanno costellato mezzo secolo di carriera, la pellicola sarà al centro dell'incontro delle 18.30 in Sala del Consiglio che vedrà l'autore polacco giunto appositamente da Varsavia dialogare con Antonio Farisi.

Ancora cinema, domenica 7 aprile alle 15.30 e alle 22.30, all'Hotel Fonte Cesia cornice per le riflessioni spirituali offerte dalle Giornate del Cinema e del Documentario Religioso che proseguiranno anche giovedì 25 aprile alle 15 e alle 22 e lunedì 8 aprile alle 21.15 con il film "Papa Francesco. Un uomo di parola" di Wim Wenders. Dedicato alla figura di un sacerdote anti-camorra, "L'Equilibrio" di Vincenzo Marra, in proiezione gratuita martedì 9 aprile alle 21 al Cinema Teatro Nido dell'Aquila.

Qui, mercoledì 10 aprile alle 18.30 e alle 21.30 sarà proiettato anche "Quello che veramente importa" di Paco Arango. L'ingresso è di 4 euro. Spazio poi alla musica giovedì 11 aprile alle 21 nella Sala del Consiglio con l'opera-musical "Divina Commedia", affascinante allestimento presentato in forma di concerto dal compositore Marco Frisina e interpretato da Andrea Ortis (regista e co-autore), Antonello Angellilo e Maria Carmen Iafigliola.

Dantesca, la due giorni in programma nella Sala del Consiglio con la lettura integrale della Divina Commedia aperta a tutti quei lettori che vorranno proporsi nel loro omaggio al Sommo Poeta. La Lectura Dantis diretta da Luigi Boneschi cha sarà preceduta e seguita da approfondimenti tematici verrà eseguita in larga parte dagli studenti del Liceo Classico "Jacopone" d'intesa con il dirigente scolastico Sergio Guarente. Per riveder le stelle si inizia, ovviamente, dai gironi dell'Inferno venerdì 12 aprile, dalle 14 alle 20. Sabato 13 aprile dalle 10 alle 13 è la volta del seminario "Dante Dentro. Dal testo di Alighieri alla messa in scena" condotto da Andrea Ortis e dalle 14 alle 20, il resto delle letture affidate a studenti e professori, ma anche religiosi e attori.

Lo sguardo di Maria sull'umanità ispira l'incontro di domenica 14 aprile alle 18 nella Sala del Consiglio con il giornalista e scrittore Saverio Gaeta, autore del libro "L'Ultima Profezia. La vera storia di Medjugorje" (Rizzoli, 2011). A Jacopone da Todi, contemporaneo di Dante, è dedicata anche la conferenza "L'incontro di Jacopone con l'Amore. Sopr'onne lengua Amore" sempre a cura del professor Claudio Peri che sta dedicando importanti iniziative al grande poeta mistico tuderte. Appuntamento lunedì 15 aprile alle 18 nella Sala del Consiglio.

A seguire, alle 21.30 al Cinema Teatro Nido dell'Aquila per "Il Cinema Ritrovato al Cinema. Classici restaurati in prima visione", proiezione gratuita dell'edizione restaurata del capolavoro di Ingmar Bergman "Il Settimo Sigillo". "Sindone. Il Volto, il Sangue, la Luce" è, invece, il titolo della conferenza che martedì 16 aprile alle 18 porta nella Sala dell'Episcopio, padre Gianfranco Berbenni, sindonologo, storico della Chiesa e teologo.

Incentrato sul senso più profondo del perdono, il nuovo film di Juan Manuel Cotelo "Il Miglior Regalo" che sarà proiettato mercoledì 17 aprile alle 18.30 e alle 21.30 al Cinema Teatro Nido dell'Aquila. Biglietto d'ingresso, 4 euro. Domenica 21 aprile alle 17 all'Hotel Fonte Cesia focus su "Passione, Morte e Resurrezione di Cristo nel Cinema". Quello di Giulio Antamoro, Julien Duviver, Pier Paolo Pasolini, Roberto Rossellini, Martin Scorsese, Mel Gibson, Franco Zeffirelli e Pupi Avati.

Mercoledì 24 aprile alle 17 al Convento di Montesanto, la regista e sceneggiatrice Liliana Cavani dibatterà l’attualità della figura di San Francesco d'Assisi con Frate Alessandro Brustenghi, "la voce di Assisi" alla luce delle due pellicole da lei dirette per la Rai "Francesco di Assisi" (1966) con Lou Castel e "Francesco" (1989) con il poverello diventato santo interpretato da Mickey Rourke. Il pubblico potrà incontrare anche Terence Hill nelle vesti di regista con il suo recente "Il mio nome è Thomas" che prende spunto dalle riflessioni sul deserto di Carlo Carretto.

Il film è in proiezione al costo di 3 euro venerdì 26 aprile alle 17 e alle 21.30 al Cinema Teatro Nido dell'Aquila, l'incontro è atteso per le 19.15 nella Sala del Consiglio. Oltre al sindaco Antonino Ruggiano e all'assessore alla cultura Claudio Ranchicchio, è prevista una testimonianza della Fraternità di Spello, una delle comunità dei Piccoli Fratelli del Vangelo. Ospiti a sorpresa al Convento di Montesanto, sabato 27 aprile alle 15.30 per la presentazione de "La Professione della Fede", primo episodio del Videocatechismo della Chiesa Cattolica, kolossal cinematografico introdotto da padre Danilo Reverberi con la testimonianza del regista Gjon Kolndrekaj,

Gran finale, domenica 28 aprile alle 18 con il concerto di chiusura in Duomo del Coro della Diocesi di Roma, diretto da monsignor Marco Frisina. Qui, fino a domenica 21 aprile sarà visibile anche l'allestimento del MeetingMostre di Rimini rivolto a "La gloria di Colui che tutto move. La felicità nel Paradiso di Dante".

Per ulteriori informazioni:
www.ilvoltosullacitta.it

Commenta su Facebook