cultura

Primi passi per l'Associazione Umbra Rievocazioni Storiche, "Orvieto 1264" c'è

sabato 9 marzo 2019
di Davide Pompei
Primi passi per l'Associazione Umbra Rievocazioni Storiche, "Orvieto 1264" c'è

Razionalizzare e ottimizzare le risorse a disposizione. Evidenziare le esigenze organizzative, sempre più complesse per chi si occupa di animare le piazze dei borghi con la storia, i tamburi, le bandiere, armi e mestieri antichi, giostre e contese spettacolari. E ancora dare un'impulso alla condivisione di competenze professionali, sia nel campo artistico e artigianale che in quello relativo alla gestione della sicurezza e dei tanti aspetti organizzativi fondamentali per ottenere dei risultati importanti e stabili di promozione del territorio e della collettività.

Passa per l'inevitabile burocrazia ma con il sogno fondato di realizzare qualcosa di vivo e vivificante, operativo e concreto, la costituzione dell'Associazione Umbra Rievocazioni Storiche, già dotatasi di uno stemma che mette "il cuore verde d'Italia" al centro e la corona in testa. La progettualità è già partita da mesi, ma sabato 9 marzo si entrerà in una fase decisamente più operativa. Nell'ex Sala Consiliare di Acquasparta, infatti, si terrà l'incontro fra rappresentanti ed organizzatori delle varie rievocazioni storiche regionali.

In questa sede sarà effettuato un primo censimento di tutte le associazioni che, in Umbria, a vario livello si occupano di eventi rievocativi. Verrà discusso e redatto, inoltre, lo statuto del nuovo soggetto e vagliato l'inserimento di tutte quelle associazioni che ne faranno richiesta. Al tavolo, siedono già le rappresentanze di Acquasparta, Città della Pieve, Fossato di Vico, Nocera Umbra, Perugia, Bevagna e Gualdo Tadino. Dal Palio dei Colombi di Amelia all'Ente Palio de San Michele di Bastia Umbria al Comitato Festeggiamenti San Bernardino da Siena di Montefranco.

A rappresentare la Città del Duomo che a gennaio 2017 ospitò sotto le volte del Palazzo del Capitano del Popolo gli "Stati Generali Italiani degli Artisti Professionisti della Rievocazione Storica", sarà l'Associazione "Orvieto 1264". La giovane realtà presieduta da Matteo Papini - vicepresidente e direttore artistico, Gianluca Foresi - è già al lavoro per la terza edizione di "Ludi alla Fortezza", la manifestazione che da giovedì 13 a domenica 16 giugno promette di fare nuovamente della Fortezza Albornoz un vero e proprio Parco Tematico a carattere storico-rievocativo.

"Non fantasy ma fantastico, in cui volendo si può viaggiare nella storia dagli Etruschi, passando per il Medioevo, fino ad arrivare alla Seconda Guerra Mondiale". Confermata l'apertura con il Banchetto Medievale. Sarà poi la volta dei PreLudi alla Fortezza con la caccia al tesoro "La Cerca dei Templari" e la "Serata in Fortezza" per poi proseguire nel fine settimana con due giorni pieni di spettacoli ed esibizioni, didattica, dimostrazioni di antichi mestieri, attività ludiche e stand gastronomici. In via di definizione, il programma. Per ulteriori informazioni: orvieto1264@gmail.com

Commenta su Facebook