cultura

Il Freud di Guido Barlozzetti, da Orvieto a Roma

venerdì 8 marzo 2019
Il Freud di Guido Barlozzetti, da Orvieto a Roma

Presentato nella stagione del Teatro Mancinelli "HERR/Freud, Signorelli, Mosè. Il rebus",  sabato 9 marzo alle 20.30 andrà in scena al Teatro Palladium di Roma. Il racconto teatrale di Guido Barlozzetti, che ne ha scritto il testo e ne cura la regia, affronta una personalità e un’opera complessa come quella di Sigmund Freud, un passaggio obbligato per qualunque riflessione sulla modernità, tanto più in questa fase di cambiamento incerto e imprevedibile.

Herr è fatto di parole, delle musiche di Enzo Pietropaoli, musicista illustre aperto alla sperimentazione, e del progetto di immagini curato da Massimo Achilli. La storia coinvolge Orvieto, perché Freud la visitò più volte ed ebbe modo di apprezzarne la bellezza, le necropoli etrusche – era un collezionista di reperti - e anche la qualità del vino.

Ma l’impressione più potente gli venne dagli affreschi dipinti da Luca Signorelli nella Cappella Nova del Duomo, al punto che – un anno dopo – la dimenticanza del suo nome innescò un ragionamento che ebbe una parte significativa nell’elaborazione della teoria psicoanalitica. E il racconto parte da lì per approfondire il rapporto di Freud con il padre e con l’ebraismo. Con due tappe decisive, Edipo e il Mosè di Michelangelo a San Pietro in Vincoli a Roma.

 

 

Commenta su Facebook