cultura

Un orvietano per Caravaggio. Lorenzo Rastelli scritturato dal Teatro di Documenti

giovedì 10 gennaio 2019
di M.P.
Un orvietano per Caravaggio. Lorenzo Rastelli scritturato dal Teatro di Documenti

Esce dalla dimensione laboratoriale di provincia e si misura per la prima volta nel mondo alto dei professionisti il giovane orvietano Lorenzo Rastelli con "Caravaggio Sconosciuto" in programma martedì 15 e mercoledì 16 gennaio alle 21 al Teatro di Documenti di Roma.

La pièce, su testo e regia del Maestro Danilo Gattai, presenta due giovanissi attori, Lorenzo Rastelli, nelle vesti di Caravaggio e Valentina Di Blasi, romana, altra allieva promettente, in quelle della Musa dell'Arte: un Caravaggio sovratemporale incalzato dalla Musa che sa già tutto di lui, che gli "fa le carte", che conosce già la sua carriera e la sua vicenda umana.

Un debutto importante per questo ragazzo di soli diciassette anni che ha dimostrato nei due anni di frequenza del Laboratorio di Arte Scenica uno spiccato talento unito al rigore e alla disciplina nella preparazione tanto da guadagnarsi la stima del suo maestro che scommette quale pigmalione su di lui.

E ancora più significativo questo debutto al Teatro di Documenti di Roma dove Danilo Gattai è stato per lunghi anni regista assistente del più grande scenografo italiano, Luciano Damiani che, con Luca Ronconi e Giuseppe Sinopoli proprio quel teatro ha fondato.

Dopo la rappresentazione seguirà un dibattito a cura di Franco Moro, autore del volume "Caravaggio Sconosciuto", da cui è tratto il testo teatrale, e lo psichiatra Filippo Maria Ferro.

Commenta su Facebook