cultura

Al via il laboratorio del Teatro Null con Gianni Abbate

lunedì 12 novembre 2018
Al via il laboratorio del Teatro Null con Gianni Abbate

Il Teatro Null, Officina culturale della Regione Lazio I porti della Teverina, propone da martedì 20 novembre, presso la sua sede Podere Porcino Civitella D’Agliano, un laboratorio sul teatro tenuto dall’attore, regista e drammaturgo Gianni Abbate. Attivo sulle scene dal 1976 come professionista, ha lavorato non solo in teatro ma anche in cinema, televisione e radio.

E' stato al fianco di grandi attori, come Carlo Giuffrè, nella sua compagnia per ben tre anni, con Luca De Filippo, Mastroianni, Benigni, Pupella Maggio e tanti altri. Come autore ha ricevuto importanti riconoscimenti, una segnalazione del Premio IDI, secondo classificato al Napoli Drammaturgia in Festival, primo classificato al concorso Teatro di parola a Genova.

Per quanto riguarda il laboratorio è diviso in due parti: la prima sul mestiere della recitazione e la seconda sulla scrittura teatrale. Sono due laboratori in uno che andranno di pari passo, i pezzi dell’uno si andranno a incastrare perfettamente nell’altro per comporre un evento spettacolare. Ecco come saranno strutturati. Il primo metterà a fuoco gli strumenti fondamentali dell’arte dell’attore: il proprio corpo, la propria voce, lo spazio fisico in cui si agisce e la capacità di guardarsi da fuori per sorvegliare l’efficacia e la coerenza del proprio racconto scenico.

Su questi fondamentali si eserciteranno i partecipanti, prima analizzandoli separatamente e poi nella loro interrelazione scenica. Attraverso improvvisazioni guidate e la composizione di brevi scene, i partecipanti impareranno a percepire e a leggere le linee di forza drammaturgiche che si generano tra gli attori, per arrivare poi allo studio della costruzione di un racconto scenico efficace e coerente.

Infine il testo e il mestiere della scrittura teatrale. Il tema centrale sarà la riflessione su come raccontare una storia a teatro, ovvero sulla elaborazione di una drammaturgia che ha come scopo la creazione di personaggi e di relazioni tra loro, attraverso la ricognizione di varie tecniche possibili e le sue verifiche pratiche.

Il laboratorio è aperto a tutti coloro che vogliono coltivare la passione del teatro, imparando e perfezionando l'arte della recitazione e del testo. I due laboratori sono concepiti per consentire agli allievi un’evoluzione graduale e guidata. Un laboratorio, quindi, non solo per la crescita artistica, ma anche per quella personale. Il laboratorio terminerà il 25 maggio con la presentazione di un saggio finale. Il costo è di 50 euro mensili. Appuntamento al Podere Porcino martedì 20 novembre alle ore 18 per un incontro preliminare.

Per ulteriori informazioni: 347.1103270 - www.iportidellateverina.it

Commenta su Facebook